laRegione
Nuovo abbonamento
foto Moon&Stars
+18
ULTIME NOTIZIE Culture
Netflix
8 ore
Quella volta che Lars e Sigrit andarono all'Eurovision
Un 'islandese' Will Ferrell ne ha per tutti, americani inclusi, in una deliziosa parodia-tributo al concorso canoro europeo più kitsch di sempre.
Gallery
Arte
11 ore
Biennale Val Bregaglia, giochi semantici naturali
Artisti misurati con la cultura del luogo e con la sua storia. Gli interventi di Roman Signer, con la grande torre, e Alex Dorici, col pertugio nelle antiche mura
Libri
1 gior
La settimana bellinzonese di 'Incontra uno scrittore al parco'
Lunedì 13 luglio Gabriele Alberto Quadri, martedì 14 Christian Paglia, giovedì 16 Matteo Beltrami. Sempre alle 19.15
Società
1 gior
Covid-19, Robert De Niro quasi sul lastrico
La pandemia ha inferto un grave colpo ai business dell'attore americano, la catena di ristoranti Nobu e il Greenwich Hotel
Arte
1 gior
A Michael Klein il 'Paul Boesch 2020'
Il più recente e trai più sostanziosi premi d'arte svizzeri. È accompagnato dall'acquisto di un'opera che sarà inclusa nella collezione del Kunstmuseum di Berna
Culture
1 gior
Task Force Culture: 'Un segnale forte e unanime'. Con risultati
Le associazioni culturali accolgono con soddisfazione l’apertura da parte del Consiglio federale (Cf) della consultazione sulla legge Covid-19
Scienze
1 gior
Lo spazzino dello spazio 'made' in Svizzera
ClearSpace, la sart-up del Politecnico federale di Losanna, vuole lanciare la sua navicella nel 2025
Musica
1 gior
La cantautrice ticinese Julie Meletta torna con 'Middle May'
Pubblicato oggi su tutte le piattaforme di streaming il nuovo singolo, in attesa del primo EP in uscita quest'inverno
Scienze
2 gior
Rimandato al 2021 il lancio di Ariane 6
Inizialmente prevista a fine 2020, la messa in orbita del nuovo razzo europeo (progetto al quale collabora anche la Svizzera) slitta a causa del Covid-19
Scienze
2 gior
Meno rischio di declino cognitivo col lavoro d'ufficio
Le professioni da scrivania proteggono di più la mente rispetto a quelle che richiedono sforzo fisico, affermano ricercatori inglesi
Spettacoli
21.06.2019 - 17:570

Moon&Stars con meno plastica e più volontari

Alla loro terza edizione, gli organizzatori di Energy cercano la massima collaborazione con le realtà locali

È «il festival open air più carino della Svizzera, anche se gli altri forse non saranno d’accordo» ha esordito l’organizzatore Dani Büchi in un volenteroso italiano – che riuscirà a mantenere per una buona metà della conferenza stampa. Uno dei tanti segni di una collaborazione sempre più ricercata da parte del gruppo Energy, che da tre anni organizza Moon&Stars, con le realtà locali.
Perché se il pubblico viene in maggioranza dalla Svizzera tedesca – stando ai dati forniti, i ticinesi meno del 10 per cento – Locarno non può fare a meno di Moon&Stars, uno dei grandi eventi su cui la città ha puntato, come ha rammentato il sindaco Scherrer.

La parola d'ordine è quindi appianare contrasti e criticità.
La questione dell’eccessivo impatto sonoro in Largo Zorzi – dove si trova la Food & Music Street con il palco gratuito di Piazza Piccola – dovrebbe essere risolta; diverso il discorso per la Città vecchia che continuerà a essere tagliata fuori dalle animazioni di Moon&Stars. Altro tasto dolente, il rapporto con i ristoratori locali con cui gli organizzatori hanno cercato di collaborare maggiormente, ideando anche biglietti speciali con cena inclusa. Senza dimenticare l’indotto di Moon&Stars: stando ai dati forniti da Dani Büchi in una bella slide di PowerPoint, la manifestazione porta sul territorio 1,4 milioni di franchi che salgono a 60 con l’indotto, in maggioranza nel settore alberghiero e paralberghiero. Per quanto riguarda l’ecologia, il festival ridurrà l’impiego di plastica con bicchieri riutilizzabili.
Ultima polemica, il bando per volontari che sui social media ha indignato alcuni. «Ma per una decina di critici c’erano molti di più che si dicevano interessati» ha precisato Büchi, puntualizzando come tutti i festival musicali facciano ricorso a volontari. Giovani che, a fronte di un lavoro «anche di 8, 9 ore» possono godersi il concerto e vivere il festival dietro le quinte.

Le stelle di Piazza Grande

Non se ne è parlato granché, in conferenza stampa, ma qualche riga dedichiamola, al programma di Moon&Stars 2019.
Partenza transfrontaliera l'11 luglio con lo svizzero Bastian Baker seguito da Eros Ramazzotti. Italiana, ma di tutt'altro genere, anche la serata del 12 con la trap di Sfera Ebbasta, seguita dall’R&B dello statunitense Jason Derulo inframmezzati da un altro svizzero, Luca Hänni. Ultimo contributo del Belpaese a Moon&Stars, i tre di Il Volo che il 13 divideranno il palco con la cantautrice britannica Emili Sandé, già ospite l'anno scorso. Il 14 luglio, festa nazionale francese, si va di musica tedesca con Nena, Andreas Bourani e Max Giesinger. Poi, lunedì 15 statunitense con Christina Aguilera e Aloe Blacc; mercoledì britannico con Liam Gallagher e gli Snow Patrol.
Ultimo fine settimana rossocrociato con venerdì 19 luglio Lo & Leduc (quelli della hit ‘079’), Stefanie Heinzmann e Marc Sway, mentre domenica 21 avremo i bernesi Patent Ochsner con Stephan Eicher. In mezzo, sabato 20 luglio, Joss Stone e i Jamiroquai.

Guarda tutte le 22 immagini
© Regiopress, All rights reserved