Foto © Legendary and Warner Bros
Spettacoli
29.05.2019 - 11:430

Godzilla atto secondo, la recensione

‘È il peggior film visto quest'anno; eppure non se ne può parlare così male’

È il peggior film visto quest’anno; eppure non se ne può scrivere così male, di ‘Godzilla II: King of Monster’. Certo è prevedibile e scontato, ma dopo la prima mezzora in cui si affastellano cliché hollywodiani con fare quasi enciclopedico, si rimane catturati e diventa quasi divertente, vedere gli eroi che rimangono immobili a guardare il gigantesco mostro di turno, aspettando la fine della scena per accorgersi che forse è il caso di scappare – non che serva a molto, scappare: all’ultimo secondo arriva la cavalleria (perlopiù sotto forma di Godzilla) a salvare i protagonisti.

È ammirevole la solerzia con cui gli sceneggiatori siano riusciti a inserire, in due ore di film, tutti gli ingredienti di un blockbuster hollywoodiano degli anni Dieci: un matrimonio in pezzi da ricomporre, un lutto da superare, il ragazzino (in questo caso ragazzina: la brava Millie Bobby Brown di ‘Stranger Things’) che con il suo coraggio smuove gli adulti disillusi, il dispositivo tecnologico che tutti cercano, il mercenario impazzito, potenti organizzazioni segrete, morti apparenti, coprotagonisti che si sacrificano per il bene comune, la mitologia che contiene sempre un fondo di verità, la saggezza orientale e i biscotti della fortuna, Atlantide, la Terra cava, gli alieni. Senza dimenticare l’afflato ecologista (sempre presente in Godzilla, figlio del nucleare, ma che nell’epoca di Greta Thunberg diventa ancora più surreale e convenzionale) e – alla fine si va al cinema soprattutto per quello – le gigantesche creature che combattono tra le macerie delle città distrutte.

Con Godzilla che, come nel precedente film del 2014, diventa ufficialmente il salvatore dell’umanità combattendo il mostro a tre teste King Ghidorah scongiurando l’estinzione dell’umanità. Tranne i due-tre miliardi (stima spannometrica) di morti, ma i sopravvissuti aspetteranno con impazienza l’arrivo di ‘Godzilla III’.

© Regiopress, All rights reserved