Spettacoli
20.01.2019 - 10:100

Il regista ticinese Rizzi premiato al Film Festival di Saarbrücken

Per il suo dramma d'amore "Cronofobia" ha anche ricevuto il premio per la sceneggiatura insieme a Daniela Gambaro.

Il ticinese Francesco Rizzi è stato premiato come miglior regista nel corso della 40ma edizione del Max Ophüls Film Festival di Saarbrücken, in Germania. Per il suo dramma d'amore "Cronofobia" ha anche ricevuto il premio per la sceneggiatura insieme a Daniela Gambaro. I due premi, dotati rispettivamente di 5'500 e 13'500 euro, sono stati consegnati al ticinese ieri durante la serata di gala a Saarbrücken. Il festival cinematografico Max Ophüls è considerato il festival più importante per i giovani film in lingua tedesca e contribuisce alla scoperta di giovani talenti provenienti da Austria, Germania e Svizzera.

Il film di Rizzi è girato nel Mendrisiotto, a Chiasso, a Lugano, in Leventina, nei Grigioni, a Zurigo e San Gallo. Nel cast figurano attori ticinesi, svizzeri e italiani tra cui: Adele Raes, Jasmin Mattei, Giorgia Salari, Jun Ichikawa, Andrea Bruschi, Alberto Ruano, Lorenzo Pedrotti, Carla Cassola, Jean-Pierre Gos, Monica Budde, Joachim Aeschlimann, Nils Habermacher e Kaspar Weiss. Alla rassegna tedesca il cinema svizzero si è aggiudicato un premio anche nella categoria cortometraggi: il riconoscimento è andato allo zurighese Johannes Bachmann per il suo film drammatico di 25 minuti "Stilles Land gutes Land". Al festival erano presenti sette registi e sei attori svizzeri. Il premio principale al festival per il miglior lungometraggio è stato attribuito al film tedesco "Das melancholische Mädchen" di Susanne Heinrich. Nominati erano anche "Cronofobia" di Rizzi e "Der Läufer" dello zurighese Hannes Baumgartner.

Tags
festival
film
rizzi
saarbrücken
premio
ticinese
regista
film festival
cronofobia
© Regiopress, All rights reserved