laRegione
anche-quest-anno-alla-larga-da-last-christmas
No, non parliamo del film (ma lasciate perdere anche quello) (foto keystone)
Società
02.12.2020 - 14:040
Aggiornamento : 14:32

Anche quest’anno, alla larga da ‘Last Christmas’

Riprende il Whamageddon: si riuscirà ad arrivare al 25 dicembre senza ascoltare la canzone natalizia cantata da George Michael (regole all’interno)?

Il Natale sta arrivando: mancano poco più di tre settimane al 25 dicembre e lo spirito natalizio sta per prendere il sopravvento: alberi luccicanti, stelle comete e babbi natale trionfano nelle strade, nelle piazze, nelle case, nelle vetrine e, ovviamente, nei servizi di streaming.

Potremmo parlare per ore di film e canzoni natalizie, dai classici riesumati ogni anno in questo periodo alle nuove produzioni che si aggiungono, con qualità spesso al di sotto delle più basse aspettative che si possono avere. Roba da radicalizzare anche i moderati, portando a odiare il Natale con furore degno di ben altre cause. Non ne vale la pena, anche perché fa parte del gioco pure il rifiuto del Natale, come insegna il personaggio del Grinch e le sue tante incarnazioni cinematografiche.

Abbandoniamoci così a ore in compagnia di ‘Love Actually’ e ‘All I Want for Christmas Is You’. Ma lasciamo perdere ‘Last Christmas’. Il film dell’anno scorso con Emilia Clarke perché inguardabile – meglio, e abbiamo detto tutto, il sequel che Netflix ha commissionato al bollito Chris Columbus, ‘Qualcuno salvi il Natale 2’ con un Kurt Russell che almeno fa sorridere –; la canzone degli Wham! perché va bene che siamo tutti più buoni, ma al giochino del Whamageddon non vogliamo rinunciare neanche quest’anno.

Le regole sono semplici: arrivare alla mezzanotte del 24 dicembre senza aver ascoltato ‘Last Christmas’; vale solo la versione originale cantata da George Michael, cover e remix non contano e si possono ascoltare liberamente (ammesso di trovarne di ascoltabili); appena si riconosce la canzone è finita e si entra nel Whamhalla, allo sfortunato la scelta se postare il relativo #Whamhalla sui social media. Chi arriva in fondo indenne, è scampato al Whamageddon e per comunicarlo agli amici da qualche anno può anche collegare il proprio profilo Facebook al sito ufficiale whamageddon.com. Auguri a te e famiglia.

© Regiopress, All rights reserved