laRegione
Nuovo abbonamento
le-sardine-in-piazza-contro-la-lega-nasce-un-fenomeno
ULTIME NOTIZIE Culture
Arte
3 ore
Marcello Dudovich da Chiasso a Trieste
Dopo il m.a.x.museo, la mostra dedicata all'artista e illustratore italiano fa tappa nella città natale di Dudovich, al Castello di Miramare
Scienze
3 ore
Fondazione Ibsa, aperto il bando per le Fellowship
Quest'anno si aggiunge una borsa di studio speciale dedicata al nuovo coronavirus
Spettacoli
3 ore
Gran Premio svizzero di Musica a Erika Stucky
Premiato anche il pianista Francesco Piemontesi. I riconoscimenti saranno consegnati a settembre a Losanna
Scienze
5 ore
E se il nono pianeta fosse un buco nero?
Nuove ipotesi sulla natura e l'origine del fantomatico corpo celeste inseguito da anni. Potrebbe essere grande come un pompelmo
Locarno Film Festival
1 gior
Pardi di domani, detto con una sola parola: 'Internazionali'
Online e in sala, d’oro e d’argento. ‘Meno film, ma non meno belli’. A colloquio con Charlotte Corchète, responsabile del comitato di selezione.
Scienze
1 gior
Coronavirus, c'è la 'spia' dei casi gravi. L'immunità? Non dura
Gli interferoni potrebbero essere la chiave per evitare il degenerare dell'infezione. Gli anticorpi, invece, spariscono dopo qualche mese
Culture
1 gior
Vasi Comunicanti: ai confini della realtà (e del Ceresio)
Al via la seconda edizione. Piccoli eventi ripetuti piuttosto che grandi eventi, per creare un'unica, misteriosa e curativa 'Storia di lago' itinerante
Scienze
1 gior
L'infanzia felice protegge il cuore
Un ricerca dell'Università di Bristol conferma che a star bene non ci si ammala
Scienze
1 gior
Il destino segnato dei sistemi planetari
L'intelligenza artificiale è in grado di predire la sorte degli insiemi celesti
Cinema
1 gior
Kelly Preston ha perso la guerra contro il cancro, aveva 57 anni
L'attrice americana e moglie di John Travolta è deceduta a causa del tumore al seno, contro cui lottava da due anni
Società
17.11.2019 - 09:210

Le 'sardine' in piazza contro la Lega: nasce un fenomeno

A Bologna un giovane si inventa su Facebook un movimento contro una politica populista: ne invita 6'000, rispondono in 15'000. Nella 'rete' il leader Salvini.

A Bologna - e non solo - non si parla d’altro: è nato il movimento delle sardine. Cos’è e perché fa paura a Matteo Salvini? La risposta ce la porta Money.it. "A dispetto del nome curioso e apparentemente poco serio – si legge nell'articolo – questa spontanea iniziativa di partecipazione civile è nata con un intento nobile: risvegliare una coscienza politica anti-populista". Dopo che migliaia di persone si sono riversate in piazza Maggiore, nel capoluogo emiliano giovedì sera, la campagna elettorale per la regione - da sempre 'rossa' - potrebbe, infatti, cambiare tono. Soprattutto per Matteo Salvini, leader della Lega, impegnato in prima persona a conquistare questo territorio che sembra inarrivabile.

Il fenomeno del movimento delle sardine sta incuriosendo non solo l’Italia

Tutto parte da Bologna e dalla notizia dell’arrivo del leader della Lega al Paladozza per sostenere la candidata alle regionali Lucia Borgonzoni. Un giovane bolognese di 31 anni, Mattia Santori, pensa che la città debba trovare una risposta al tentativo leghista di cancellare anni di storia di centro-sinistra. E soprattutto, sente la necessità di rispondere ai toni populisti della politica odierna. Ad una settimana dall’arrivo di Salvini, quindi, escogita la formula delle sardine in piazza. L’idea, da buon ingegnere, è numerica. Lo scopo del flash-mob, infatti, come si legge dalla pagina Facebook, è di radunare 6'000 persone sul crescentone di piazza Maggiore. I partecipanti dovranno stringersi come sardine per concretizzare l’obiettivo di superare il numero di 5'570, la capienza massima del Paladozza. La prima 'rivoluzione ittica' della storia è così lanciata. Il messaggio da diffondere è chiaro: sfidare con la partecipazione civile, l’impegno in prima persona e la coscienza critica la retorica populista e le fake news del leader leghista. Senza insulti ed evitando l’uso propagandistico dei social.

Le sardine, come raccontato dalla cronaca, raggiungono il numero di 15'000. Le piazza di Bologna di giovedì sera è già diventata il simbolo di una coscienza anti-salviniana risvegliata. Il progetto è ormai lanciato e si prospettano eventi simili anche a Modena e in altre città italiane, non solo emiliane. La forza della cittadinanza attiva, senza ufficiali schieramenti partitici, ha dimostrato di essere dirompente. I giovani organizzatori spiegano che il messaggio vuole proprio essere di passione e amore per la politica, non l’esaltazione dell’antipolitica. Per questo la pagina Facebook è diventata una piattaforma di idee. Anche il Partito Democratico, che si trova proprio a Bologna in questi giorni per rilanciare il suo manifesto, guarda con interesse al fenomeno. Il popolo delle sardine, infatti, rappresenta l’anima vitale di uno schieramento, quello di centro-sinistra, ormai spento. La rivincita potrebbe partire proprio dalle elezioni emiliane.

La paura di Salvini per le elezioni emiliane


Le reazioni di Salvini al movimento delle sardine non si sono fatte attendere. Il leader leghista è rimasto piuttosto cauto, ma ha sottolineato che questo fenomeno è sicuramente una variabile nuova da considerare. Se da una parte nella Lega si comincia a sospettare sull’origine dell’iniziativa, non proprio civica ma partitica secondo alcuni, la tensione per le regionali sale nella coalizione salviniana. La coscienza popolare nella terra emiliana, infatti, non può essere sottovalutata. Soprattutto, non può essere sottostimato un fenomeno così entusiastico, nato per contrastare apertamente la linea salviniana. La paura di Matteo Salvini è che le sardine giochino a favore della sinistra, arrestando il processo di conquista territoriale iniziato in Umbria.

 

© Regiopress, All rights reserved