laRegione
Nuovo abbonamento
nei-cieli-ticinesi-la-cometa-neowise
Foto scattata il 14 luglio da Newcastle (Egon Klett)
+2
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
1 gior

Locarno2020, Pardi al femminile per i film di domani

Le registe Lucrecia Martel e Marí Alessandrini vincono i premi del concorso The Films After Tomorrow. Tra i corti, premi per Darol Olu Kae e Jonas Ulrich
Spettacoli
1 gior

Locarno2020, vent'anni di Boccalino (e di Marco Solari)

L’unico premio indipendente del Festival festeggia i vent’anni: la consegna dei premi in Città Vecchia con risotto e buon vino
Spettacoli
2 gior

A Meride tanto 'Cibo per l'anima' a chilometro zero

Solidarietà per la cultura: nel giardino di Lothar Drack, fino al 26 settembre, artisti dal Ticino e zone limitrofe. Entrata (e soprattutto offerta) libera.
L'intervista
2 gior

Samuel attracca nel 'Golfo Mistico' di Lugano

Già (e sempre) frontman dei Subsonica, porta il disco solista 'cambiato e cresciuto' e il resto di sé al LongLake Festival domani, venerdì 14 agosto
Scienze
2 gior

Addio a Konrad Steffen, l’uomo dei ghiacci e della scienza

Il glaciologist svizzero, direttore del Wsl, è morto nei giorni scorsi in Groenlandia, a lungo oggetto delle sue ricerche sul riscaldamento globale
Culture
2 gior

#SolidarityForMusic dal Lucerna Festival sulle note di Beethoven

Un 'Inno alla gioia' aperto a ogni interpretazione per una campagna di solidarietà in favore dei musicisti svizzeri, con grandi ambasciatori.
Culture
2 gior

Più di mille: gli organizzatori di concerti non esultano

Con le nuove disposizioni "cambia poco": le forti preoccupazioni espresse da Jacky Marti, patron di Estival Jazz, e Michele Gatti di Horang Music
Spettacoli
3 gior

Locarno 2020, la perfezione del cinema a Open Doors

Al Festival due film suberbi: ‘Kairat’ di Omirbaev e ‘Engkwentro’ (Scontro) di Pepe Diokno
Spettacoli
3 gior

Locarno2020 e la follia del nostro ignorare il mondo

Ai Pardi di domani, vera rivelazione di questo festival anomalo, scopriamo l'interessante “Icemeltland Park” di Liliana Colombo
Musica
3 gior

Pietro Bianchi: 'Dimitri trasformava tutto in poesia'

Giovedì 13 agosto alle 20.30 a Verscio, il musicista e musicologo insieme a Roberto Maggini e Duilio Galfetti nell'omaggio al grande clown scomparso.
Teatro Sociale
4 gior

'Chi è di scena', dal 'Macbettu' a 'La menzogna'

Prosa in abbonamento, due le produzioni ticinesi: 'La bottega del caffè' e 'Olocene', Max Frisch per la prima volta in italiano
Società
4 gior

Lili Hinstin: 'Nei bar di Locarno la peggior musica del mondo'

Malumori tra i musicisti ticinesi dopo le affermazioni della direttrice artistica del Locarno Film Festival. 'Era una battuta, dispiace se qualcuno si è offeso'.
Spettacoli
4 gior

‘Condividere un'esperienza è ciò per cui val la pena vivere’

Denny Ilett, chitarrista e cantante, ospite del Jazz Cat club da mercoledì a sabato per quattro serate jazz nel giardino del Teatro del Gatto di Ascona
Spettacoli
4 gior

Locarno2020, incontro ravvicinato con Thomas Imbach

“Tutto è iniziato con la decisione di testimoniare la trasformazione della vecchia stazione ferroviaria in carcere” ci spiega il regista zurighese
Musica e politica
4 gior

Menomale che Neil Young c'è

Il musicista porta in tribunale Trump per abuso propagandistico delle sue canzoni. Perché anche i cantautori, nel loro piccolo, s’incazzano...
Spettacoli
4 gior

Locarno2020, ‘Nemesis’, un documentario lungo 7 anni

Thomas Imbach ha presentato il suo ‶documentario alla finestra″: una stazione ferroviaria distrutta per far posto a un carcere, dagli scambi alla prigionia
Scienze
17.07.2020 - 06:000
Aggiornamento : 15:31

Nei cieli ticinesi la cometa 'Neowise'

È la più luminosa dai tempi della Hale Bopp, nel 1997. L'esperto: 'Uno spettacolo da non perdere'. Ecco come osservarla

Si chiama C/2020 F3, ma per gli amici è semplicemente ’Neowise’. È la cometa di inizio millennio che solca i cieli dell’emisfero boreal. È visibile anche dal Ticino, la mattina e la sera bassa sull’orizzonte a nord. «Non se ne vedeva una così dai tempi della Hale Bopp nel 1997», fa notare Francesco Fumagalli, per dare l'idea di quanto sia un fenomeno assai raro e, di conseguenza, di quanto valga la pena perdere qualche ora di sonno per riuscire a vederla. «Anche perché lei non la rivedremo per i prossimi 6700 anni», aggiunge il responsabile dell'osservatorio Calina di Carona e membro di comitato della Società astronomica ticinese. In generale una cometa così ben visibile è un evento decennale, «anche se esistono comunque le eccezioni, come appunto a fine millennio con la Hyakutake e la Hale Bopp» apparse a distanza di poco meno di un anno l'una dall'altra.

Il maltempo di questi giorni ha comunque giocato contro i ticinesi che già si erano messi a caccia della Neowise, «ma chi l'ha potuta osservare da altre località, ha ammirato uno spettacolo incredibile», rileva Fumagalli. Nei prossimi giorni la cometa sarà sempre più alta sull'orizzonte serale guardando a nord-ovest e le previsioni meteo sembrano dare buone speranze anche alle nostre latitudini, soprattutto nel fine settimana.

«La prima volta che l'ho vista ero sulla "mia" montagna a Bergamo nelle ore antecedenti l'alba – ricorda Fumagalli –. Per prima ho visto sorgere la coda, poi è arrivato il nucleo: un'emozione indescrivibile». Sino al 23 luglio – quando sarà alla minima distanza dalla Terra (103 milioni di chilometri, ndr.) la Neowise «si vedrà sicuramente bene». Da lì in poi «dipenderà da come si comporterà», precisa l'esperto. Le comete sono infatti oggetti estremamente imprevedibili, che possono generare belle sorprese, ma anche dare delusioni, in particolare quando si pensa che possano essere ben visibili e invece passano accanto a noi in sordina. 

Come vederla

Pur essendo la più brillante del nuovo millennio, per poter osservare la Neowise ad occhio nudo è importante lasciarsi alle spalle le luci artificiali dei centri cittadini e recarsi in luoghi il più possibile privi di inquinamento luminoso. Siccome rimarrà abbastanza bassa in cielo, è fondamentale anche assicurarsi che il luogo prescelto abbia un orizzonte sgombero da montagne verso nord. Benché tecnicamente visibile sia la mattina sia la sera, è consigliabile preferire le ore appena dopo il tramonto, quando sarà più alta in cielo (verso le 21.30, circa). Con il passare dei giorni sarà infatti sempre meno visibile all'alba.

«A occhio nudo la cometa è assai facile da individuare – precisa Fumagalli –, tuttavia il vero spettacolo lo si ammirare quando la si osserva al binocolo. Ne basta uno semplice, di quelli – ad esempio – che si utilizzano di giorno durante le passeggiate in montagna».


Ecco dove vedere in cielo nei prossimi giorni la cometa Neowise (cartina Astroticino.ch)

In foto

Per chi è appassionato di fotografia, la Neowise rappresenta un ottimo soggetto.  Per immortalarla non sono nemmeno necessarie apparecchiature eccezionali, precisa Fumagalli: un teleobiettivo fino a 400mm è più che sufficiente. Le esposizioni di media durata, da 2 a 10 secondi ciascuna, impongono tuttavia l'uso di un cavalletto (o di un appoggio stabile). È anche consigliabile utilizzare un telecomando per evitare di muovere l'apparecchio al momento di schiacciare il bottone di scatto. La sensibilità della fotocamera non deve essere necessariamente alta: il consiglio è di iniziare attorno agli 800 Iso, aumentando il valore progressivamente sino a trovare l'equilibrio cercato.  

Senza preavviso

Della Neowise non si sapeva nulla sino al 27 marzo scorso, quando è apparsa per la prima volta nelle immagini della sonda Nasa "Wide-field Infrared Survey Explorer" (Wise). Avvicinandosi al sole, è 'salita' nel cielo dell'emisfero nord, diventando visibile anche ad occhio nudo a inizio luglio. «Il 3 luglio è passata vicinissima al sole, transitando a 43 milioni di chilometri dalla nostra stella, ovvero alla metà della distanza di Mercurio. È stata quindi esposta ad un calore intenso». Calore che ha favorito l'emissione di gas e particelle dal suo nucleo, la cui grandezza è stimata in circa cinque chilometri, e che ha portato alla formazione delle due code che la accompagnano: quella di gas ionizzati e quella di polvere. 

Ossevazione da Gorda 

Per osservare la cometa, e poter usufruire dei consigli degli esperti, domani, sabato 18 luglio, l'associazione Astrocalina ha organizzato una serata all'Alpe di Gorda. Con inizio previsto verso le 21, durante la serata, oltre alla Neowise, si protrarranno pure ammirare Giove, Saturno e Marte, più altri oggetti celesti visibili durante la stagione estiva. Informazioni su www.astrocalina.ch o www.astroticino.ch

Guarda tutte le 6 immagini
© Regiopress, All rights reserved