Berna
Losanna
19:45
 
Bienne
Ginevra
19:45
 
Davos
Friborgo
19:45
 
Lakers
Zurigo
19:45
 
Lugano
Langnau
19:45
 
Zugo
Ambrì
19:45
 
Berna
LNA
0 - 0
19:45
Losanna
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
Bienne
LNA
0 - 0
19:45
Ginevra
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
Davos
LNA
0 - 0
19:45
Friborgo
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
Lakers
LNA
0 - 0
19:45
Zurigo
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
Lugano
LNA
0 - 0
19:45
Langnau
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Ambrì
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:13
(wired.it)
Scienze
29.11.2018 - 20:270

Il morbillo fa 110mila morti

Boom di casi lo scorso anno, con un incremento del 30% rispetto al 2016. Stando all'Oms, dal 2000 oltre 21 milioni le vite salvate con le vaccinazioni

Nel mondo il morbillo ha fatto 110mila morti nel 2017, e il numero dei casi è aumentato del 30% rispetto all'anno precedente. Lo afferma un rapporto pubblicato oggi dall'Oms, secondo cui dal 2000 oltre 21 milioni di vite sono state salvate dalle vaccinazioni. Il numero dei casi, si legge, è aumentato in tutte le regioni dell'Oms tranne nel Pacifico Occidentale, con gli aumenti maggiori in America, Europa e Mediterraneo Orientale. A causare il boom di casi, spiega il rapporto, è la scarsa copertura vaccinale. La media mondiale per la prima dose del vaccino è ferma all'85%, mentre per la seconda, necessaria a garantire l'immunizzazione, è al 67%. "Il ritorno del morbillo è un problema grave - afferma Soumya Swaminathan, vicedirettore dell'Oms - con focolai in tutte le regioni, anche in Paesi che avevano raggiunto o stavano per raggiungere l'eliminazione. Senza sforzi per aumentare la copertura, e per identificare le popolazioni con livelli inaccettabili di bambini non vaccinati, rischiamo di perdere decenni di progressi".

© Regiopress, All rights reserved