Keystone
Scienze
04.05.2018 - 12:550

Un po' di Svizzera vola su Marte

Decolla domani col razzo Atlas 5 la missione InSight della Nasa: a bordo un sismografo realizzato coinvolgendo il Poli di Zurigo e un'azienda bernese

La missione InSight della Nasa diretta verso Marte è pronta a partire: il lancio è previsto domani 5 maggio in una finestra di due ore che si aprirà alle 13.05 svizzere. Per la prima volta il lancio avverrà dalla costa occidentale degli Stati Uniti, nella base militare Vandenberg della California. A bordo ci sarà un sismografo, sviluppato e realizzato in collaborazione tra Germania, Svizzera, Usa e Regno Unito sotto la guida della Francia. I componenti elvetici sono stati sviluppati dal Dipartimento di scienze della terra del Politecnico federale di Zurigo in collaborazione con l’azienda partner Syderal Sa di Gals (Berna), specializzata in elettronica.

Arrivo previsto a fine novembre

L’unico intoppo potrebbero crearlo le previsioni meteo, che per domani indicano nebbia e scarsa visibilità: infatti c’è l’80% di probabilità che il razzo Atlas 5 che trasporta la sonda non sia visibile da terra. Tuttavia si tratta di condizioni che capitano spesso a Vandenberg e che normalmente non impediscono i lanci. In ogni caso, se la missione non riuscisse a partire avrebbe tempo fino all’8 giugno per lasciare la Terra e atterrare su Marte nella data prevista, il 26 novembre 2018, nella regione vulcanica chiamata Elysium Planitia. InSight, Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport (Esplorazione interna usando investigazione sismica, geodesia e trasporto di calore), avrà il compito di esplorare le profondità del Pianeta rosso per capire come si sono formati i pianeti rocciosi, incluse la Terra e la sua Luna. I suoi strumenti includono un sismometro per rilevare i terremoti e una sonda per monitorare il flusso di calore proveniente dall’interno del pianeta. "È il primo passo di un viaggio che ci dirà non solo come e perché si è formato Marte", dice Bruce Banerdt, ricercatore del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena a capo della missione, "ma anche come si sono formati i pianeti in generale".

Tags
marte
terra
missione
nasa
insight
svizzera
© Regiopress, All rights reserved