ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
9 min

Basso Mendrisiotto, ‘siano scelte consapevoli e responsabili’

Alla vigilia dell’incontro che riunirà i sindaci al tavolo, abbiamo parlato con il capo sezione Enti Locali Marzio Della Santa
Locarnese
37 min

La Divisione urbanistica e infrastrutture sale a Cardada

Una gita fuori ufficio per i dipendenti del settore della Città, un po’ per diletto un po’ per toccare con mano progetti e sfide del territorio
Mendrisiotto
5 ore

Lavori forestali, nelle selve degli appalti

Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
5 ore

Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’

Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
11 ore

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
11 ore

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
13 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
13 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
14 ore

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
14 ore

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
13.08.2022 - 20:20
Aggiornamento: 15.08.2022 - 17:11

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C

il-luglio-2022-e-stato-il-secondo-piu-caldo-di-sempre-in-ticino

Il luglio del 2022, da poco trascorso, per il Ticino è risultato il secondo più caldo mai registrato da quando, nel 1864, sono iniziate le misurazioni: l’anomalia è di +2,6°C rispetto alla norma 1991-2020, con un picco a Stabio dove lo scarto dalla norma ha raggiunto addirittura +3,3 °C. Prima di questo, il luglio più caldo mai registrato nel nostro Cantone è stato quello del 2015, che ha fatto segnare un’anomalia superiore a +3°C. Lo rivela il Notiziario statistico Ustat.

A contribuire in modo significativo all’anomalia positiva della temperatura è stata la lunga ondata di caldo manifestatasi a partire dal giorno 14 e protrattasi per ben due settimane, con le temperature medie giornaliere che hanno spesso superato di 4-6 °C la norma 1991-2020. Solo 4 i giorni (1, 4, 28 e 29) in cui in alcune stazioni di misura la temperatura media è risultata inferiore alla norma. A essere particolarmente rilevanti in questa seconda ondata estiva di calore non sono stati tanto i picchi di temperatura raggiunti, quanto la durata e intensità eccezionali, che rendono l’ondata di calore una delle più lunghe e più intense mai misurate a sud delle Alpi, comparabile soltanto a quelle di luglio 2015 e agosto 2003.

Per la stazione di misura di Lugano, è risultata addirittura la più lunga mai registrata, con una media della temperatura che fra il 14 e il 27 luglio ha raggiunto i 27,0 °C, un valore mai stato misurato prima sull’arco di due settimane. Durante l’ondata di caldo è stato registrato un solo nuovo primato di temperatura (36,5 °C, il 22 luglio) presso la stazione di Stabio, dove però le misure sono cominciate solo 41 anni fa. A Lugano e Locarno-Monti, dove le misure sono iniziate rispettivamente nel 1864 e nel 1935, alcune delle temperature minime misurate rientrano fra le dieci più elevate mai raggiunte: il giorno 25 entrambe le stazioni non sono scese sotto i 23,7 °C, settimo valore più alto per Lugano, nono per Locarno Monti. Sempre durante l’ondata di caldo, si sono verificate 14 giornate tropicali (ovvero con temperatura massima uguale o superiore a 30 °C) consecutive, sia a Locarno-Monti sia a Lugano, dove si tratta del numero più elevato. Per Locarno-Monti si tratta del secondo, pari a quello registrato durante le ondate di caldo del 2003 e del 2015; il primato per questa stazione è di 18 giorni, registrato nel 2018.

Mediato su tutto il cantone, il totale delle precipitazioni del mese non ha superato il 57% della norma 1991-2020. I mesi di luglio presentano un’alternanza fra anni in cui le precipitazioni sono inferiori e anni in cui sono superiori alla norma. Nel 2021, luglio era risultato molto piovoso, con quasi il doppio della precipitazione normale. Il Mendrisiotto è la regione che ha visto i quantitativi di pioggia più scarsi, con appena 13,8 mm caduti, che corrispondono all’11% della norma 1991-2022: è quindi proseguita la forte siccità iniziata nei mesi precedenti (in maggio le precipitazioni non avevano superato il 55% della norma, mentre in giugno non avevano superato il 42%). A Stabio, le precipitazioni sono state pari al 33% della norma 1991-2020. Dall’inizio delle misure nel 1864, a Lugano un periodo gennaio-luglio caldo e asciutto come quello del 2022 non si era mai verificato. Con una temperatura di 1,5 °C superiore alla norma e con il 50% delle precipitazioni normalmente attese, la combinazione di temperature elevate e precipitazioni scarse è risultata da primato. A Lugano (322,5 ore di sole) e a Locarno-Monti (323,3), è stato registrato il mese di luglio più soleggiato dall’inizio delle misure nel 1961. I valori menzionati corrispondono al 120-125% della norma 1991-2020; lungo le Alpi è stato raggiunto il 135% circa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved