obbligo-formativo-a-18-anni-143-i-giovani-sostenuti-in-9-mesi
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
2 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
4 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
11 ore

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
11 ore

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
11 ore

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
18 ore

Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina

Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
18 ore

Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago

L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
21 ore

Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca

Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
22 ore

Orselina, Silvan Zingg al Parco

Il grande pianista svizzero, re del Boogie Woogie e del Blues, sarà di scena mercoledì
Locarnese
22 ore

Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’

Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
03.06.2022 - 12:41
Aggiornamento: 20:55

Obbligo formativo a 18 anni, 143 i giovani sostenuti in 9 mesi

Il Decs tratta un primo bilancio. 1’500 in tutto i giovani contattati dal servizio GO95, in 16 casi è già stato sottoscritto un contratto di apprendistato

Sono 1’500 i giovani tra i 15 e i 18 anni che, a 9 mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo formativo fino ai 18 anni, sono stati contattati dal servizio GO95 in quanto, in base alle informazioni disponibili nell’applicativo di gestione degli allievi nelle scuole cantonali, non risultavano essere inseriti in una formazione postobbligatoria. Questa attività, comunica il Decs, ha permesso di verificare le situazioni individuali di questi giovani, di disporre di una fotografia del fenomeno e, se necessario, di sostenerli nel progetto formativo, coinvolgendo le famiglie.

L’obbligo formativo, che dall’inizio dell’anno scolastico 2021/2022 riguarda per legge tutti i giovani residenti nel Cantone Ticino, non è equivalente all’obbligo scolastico e non impone necessariamente di frequentare una scuola. Richiede, per contro, ad ogni giovane, di avere un progetto formativo concreto, adeguato alle sue capacità e interessi. L’obiettivo è fare tutto il possibile per consentire a ciascuno di ottenere un diploma postobbligatorio, per assicurare un’integrazione professionale e sociale proficua.

La maggior parte dei giovani raggiunti, 1’067 in tutto, sta già seguendo un progetto formativo: 814 frequentano una scuola privata o una scuola in altri cantoni o all’estero, mentre 253 stanno svolgendo uno stage di orientamento o un corso di lingua, sono stati ricollocati presso l’Istituto della transizione e del sostegno o sono seguiti da altri servizi, segnatamente dall’Ufficio dell’assicurazione invalidità, con l’obiettivo di un reinserimento formativo e/o sociale. Per tutti questi/e giovani che hanno già un progetto formativo il servizio GO95 ha predisposto una verifica regolare della loro situazione.

Sono invece 143 i giovani che in questo momento il servizio GO95 sostiene attivamente nel percorso verso la ripresa o l’inizio di una formazione postobbligatoria. In 16 casi è già stata trovata una soluzione con la sottoscrizione di un contratto di apprendistato per il prossimo anno scolastico, mentre altri 139 giovani sono in attesa di ulteriori verifiche prima di validare il progetto formativo o iniziare un accompagnamento.

Dall’attività di verifica sono infine emersi 161 casi da escludere in quanto non disponevano dei requisiti per essere seguiti dal servizio (per trasferimento all’estero o raggiungimento della maggiore età).

Questi dati, osserva il Decs, forniscono un primo quadro completo della situazione dei giovani soggetti all’obbligo formativo in Ticino. I primi risultati confermano l’importanza del monitoraggio predisposto e dell’accompagnamento individuale per assicurare a tutti un progetto concreto e adeguato alle capacità e interessi.

Il servizio GO95

Il servizio GO95 è coordinato dalla Divisione della formazione professionale (DFP) e inserito nella Sezione della formazione del commercio e dei servizi in collaborazione con l’Ufficio della formazione continua e dell’innovazione. La creazione di questo servizio è una delle misure previste dal piano d’azione "Obiettivo 95%", approvato dal Gran Consiglio nel maggio 2020 e destinato alla prevenzione dell’abbandono scolastico e al reinserimento accompagnato di giovani che hanno abbandonato gli studi prima di aver conseguito un diploma. Il servizio GO95 può riconoscere nel progetto individuale formativo misure diversificate in base agli interessi, alle capacità e alla salute della persona seguita. In generale possono rientrare nel progetto formativo la frequenza di un corso, un periodo dedicato allo studio di una lingua seconda, oppure stage d’orientamento e formativi previsti tramite accordi con scuole, aziende ed enti senza scopo di lucro.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
decs obbligo formativo servizio go95
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved