tra-aumento-delle-ditte-senza-notifica-e-lo-spettro-malaedilizia
Ti-Press
Sempre all’erta
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
21 sec

La capanna Gesero alla Biscia e nuovi orizzonti

Il 2 luglio è stata inaugurata la nuova struttura della sezione Utoe di Bellinzona. Clericetti: ‘una tendenza da sfruttare nella nostra regione’
Locarnese
38 min

Torna la traversata a nuoto del Lago Maggiore

Il 1° agosto, su una distanza di 3,8 chilometri da Dirinella a Brissago, dopo due anni di stop per Covid
Luganese
1 ora

Urc 2022, è il giorno della ‘Dichiarazione di Lugano’

Al via la seconda giornata della conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina. A fine mattina prevista la firma dell’accordo finale
Luganese
1 ora

Senza lavapiatti e camerieri il ristorante è... bollito

Il presidente di GastroLugano rende attenta la categoria anche della presenza di false attestazioni o di diplomi di scuole inesistenti
Mendrisiotto
1 ora

‘Cine-Bar addio’? A Stabio il caffè lascia il posto a uffici

Depositata in Comune una domanda di costruzione. Avventori amareggiati: ‘Si perde un punto di riferimento’
Locarnese
5 ore

Strada della Vallemaggia, una storia costellata d’incidenti

Due morti nel giro di una settimana. Su quell’arteria d’asfalto torna l’incubo della lunga scia di decessi degli scorsi decenni
Ticino
5 ore

Benzina scontata se paghi in euro, ‘un margine per ridurre c’è’

In alcuni distributori sul confine il prezzo è tornato sotto i 2 franchi al litro, ma bisogna pagare in euro e in contanti. ‘Sleale e insostenibile’
Ticino
14 ore

‘Il lupo ha un impatto su tutta la società’

Il grido d’allarme dei Giovani contadini ticinesi: ‘Il nostro futuro è a rischio! L’autorità reagisca’
Ticino
14 ore

Droni e termocamere per salvare i cuccioli di capriolo

Il sistema per proteggere i piccoli dai pericoli dello sfalcio dei prati è stato messo a punto dal Dt in collaborazione con alcuni agricoltori
Mendrisiotto
15 ore

Mortale Rancate, motociclista e conducente dell’auto indagati

Il procuratore pubblico, Simone Barca, ha aperto un’inchiesta per l’ipotesi d’omicidio colposo. Il motociclista risultato negativo al test dell’alcol
Luganese
15 ore

‘È una conferenza per governi e multinazionali occidentali’

Lo denuncia il Comitato contro la guerra in Ucraina. In serata ci sono state due manifestazioni, una inattesa, in Piazza Dante
Ticino
15 ore

Parto in carcere, la commissione parlamentare verifica

Filippini: ‘Sentiremo detenuta e personale’. Laffranchini: ‘Riteniamo di aver agito correttamente facendo tutto il possibile date le circostanze’
Mendrisiotto
16 ore

Nella Città di Mendrisio i parchi si animano

Fino a settembre in alcune delle aree verdi presenti sul territorio comunale la domenica pomeriggio si gioca e ci si diverte
Luganese
16 ore

Campione d’Italia, le roulette possono continuare a girare

I commissari giudiziali del Tribunale di Como approvano il piano integrativo della casa da gioco a un anno dalla richiesta di concordato
Luganese
17 ore

Sagra della costina a Madonna d’Arla con lo sci club

La manifestazione alla sua 49esima edizione nel castagneto del Pian Piret in programma il 14, 15 e 16 luglio
Luganese
17 ore

Lugano, perdita d’acqua in via Maraini: disagi alla circolazione

Sulla strada si circola su una sola corsia e a senso alternato. La polizia invita a usare l’accesso autostradale di Lugano Nord
Mendrisiotto
17 ore

Mendrisio, tiro sportivo promosso da Pro Militia

Il 16 luglio al Centro sportivo di Penate è in programma il tradizionale evento
Luganese
18 ore

Concerto di Fabri Fibra, Lugano chiude il lungolago

Chiuso alla circolazione veicolare il quai mercoledì sera, da Piazza Castello alla rotonda del Lac
20.05.2022 - 16:32
Aggiornamento: 17:01

Tra aumento delle ditte senza notifica e lo spettro malaedilizia

Il bilancio 2021 dell’Associazione interprofessionale di controllo. Ambrosetti: ‘Sempre più permessi di corta durata’. Bagnovini: ‘Importante segnalare’

Con un 2021 dove, sebbene senza duri lockdown, la pandemia si è ancora fatta sentire anche il lavoro distaccato ne ha risentito: «E le cifre delle notifiche hanno registrato una diminuzione», rileva il presidente dell’Associazione interprofessionale di controllo (Aic) Renzo Ambrosetti nella conferenza stampa di bilancio dell’anno passato. 2’029 sono state le ditte notificate, in leggero calo rispetto all’anno precedente. Ma è stato comunque un anno di intenso lavoro per l’organo di controllo specializzato nella sorveglianza delle ditte e dei lavoratori esteri, attivi in Ticino attraverso distaccati o indipendenti. A partire dal netto incremento di ditte trovate senza notifica: 290.

‘Meno attrattivi per gli imprenditori italiani’

Ma andiamo con ordine. A cosa va attribuita questa diminuzione? «Accanto alla situazione economica generale che, ricordiamo, ha fatto registrare una difficoltà di approvvigionamento di alcuni materiali per la costruzione e un aumento dei prezzi, hanno contribuito vari fattori – sottolinea Ambrosetti –. Ad esempio, in Italia l’ente pubblico ha promosso una politica di finanziamenti nell’ambito del rinnovamento del parco immobiliare: si sono create quindi per diversi artigiani opportunità di lavoro in Italia che hanno reso meno attrattivo il venire a lavorare in Ticino». Ci sono «chiari segnali da parte di imprenditori italiani» del fatto che «non è più interessante varcare il confine, anche in considerazione del nostro apparato ‘protettivo’ del mercato del lavoro» afferma il presidente dell’Aic.

Un altro dato da sottolineare, cui si assiste già da quando era in vigore la Legge sulle imprese artigianali, è «un sempre maggior ricorso, da parte di dipendenti e indipendenti italiani, a permessi di corta durata. Queste richieste, valide per un massimo di 90 giorni, sono sempre alte, in particolare nelle agenzie di collocamento temporanee». Basti pensare, snocciola Ambrosetti, che «dopo il periodo di pandemia i dati sono tornati al livello del 2019, con 15’201 notifiche di cui 4’200 presso agenzie di collocamento, dove si può calcolare che il 40 per cento è occupato nei settori Aic e con 2’360 assunzioni presso datori di lavoro indigeni nei settori Aic». Ai tempi della Lia, «il ricorso a questa tipologia di permesso arrivava in particolare dalle aziende che non rispettavano le condizioni legali per poter operare sul territorio cantonale. Adesso – prosegue il presidente dell’Aic – sono le aziende che prima ricorrevano al distacco a passare per il tramite delle agenzie di collocamento. Anche aziende indigene, che non fanno più necessariamente capo a frontalieri con un permesso di lunga durata ma privilegiano il permesso di corta durata».

Un altro tema caldo del 2021 è stato «il vuoto contrattuale nel settore delle falegnamerie: un settore primo nella graduatoria dei lavoratori distaccati». In assenza di un contratto collettivo di lavoro di forza obbligatoria «la competenza dell’Aic riguardo ai controlli decade, anche se grazie a una convenzione con il Cantone quest’ultimo ha comunque demandato all’Aic il controllo». Il problema però è economico: «Per noi ha avuto conseguenze finanziarie, perché l’indennizzo dei controlli è minore».

Il terzo tema, accompagnato da un sospiro di sollievo, è la caduta dell’Accordo quadro con l’Unione europea, «con quest’ultima che chiedeva un indebolimento delle nostre misure di protezione del mercato del lavoro e dei salari: fortunatamente non se ne è fatto niente».

‘Pericolosa concorrenza sleale’

L’Associazione interprofessionale di controllo, con i suoi 7 ispettori e le sue 3 unità amministrative, «contribuisce in modo determinante alla lotta contro la malaedilizia» rimarca il segretario dell’Aic Nicola Bagnovini. Malaedilizia che «rappresenta un fenomeno molto pericoloso per l’intero sistema economico e sociale, e che quindi va combattuta con determinazione assoluta, anche perché rappresenta una pericolosa concorrenza sleale nei confronti di numerose imprese e lavoratori seri». Insomma, «dobbiamo continuare a prestare attenzione al territorio, raccogliendo i segnali d’allarme: anche i più fievoli». Spesso, protagonisti di questo fenomeno «sono delle minuscole aziende che si creano dal nulla e operano con modalità d’impresa che non ci appartengono. Penso a coloro che agiscono nel totale disprezzo delle nostre regole dettate da leggi, ordinanze, contratti collettivi di lavoro, versamento oneri sociali, prevenzione infortuni e salute del lavoro e, non meno importante, etica professionale».

Da qui, dice ancora Bagnovini, «l’importanza di segnalare situazioni sospette che dovessero presentarsi sotto gli occhi dei cittadini». Tipo? «A volte basta osservare come viene gestita l’area di cantiere come nessun cartello d’identificazione della ditta, disordine generalizzato, disprezzo delle norme di sicurezza o fare attenzione agli orari di lavoro». Già, quegli orari di lavoro che «oggetto di segnalazioni spesso hanno portato alla scoperta di situazioni molto gravi, sfociate in sanzioni altrettanto pesanti: mi riferisco a lavoratori esteri pagati in nero, operai assunti a tempo parziale che lavoravano ben oltre il 100% ma con una retribuzione pari a metà del salario minimo o a lavoratori attivi nonostante risultassero infortunati al 100%».

Anche il cittadino può, anzi, deve fare la sua parte. «Spesso chi agisce in modo illegale può essere scoperto grazie anche a prezzi notevolmente più bassi, che possono attrarre sicuramente il committente di un lavoro ma che a volte possono essere un campanello d‘allarme», risponde Bagnovini a domanda de ’laRegione’.

L’importanza delle sinergie

L’ispettore capo dell’Aic Mattia Rizza (subentrato a Bruno Zarro, passato al beneficio della pensione) annota: «Un dato che va sicuramente evidenziato è quello dei casi di mancata notifica che passa dai 92 del 2020, influenzato maggiormente dal lockdown, ai 209 del 2021», si diceva all’inizio. Ebbene, «questi casi di mancata notifica vengono riscontrati grazie al fiuto dei nostri ispettori, e anche grazie all’ottima collaborazione instaurata con l’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
associazione interprofessionale controllo cantieri edilizia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved