in-ticino-oltre-duemila-contratti-di-apprendistato-nel-2021
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
19 min

‘Sua figlia ha avuto un incidente’, ma è una truffa

Una sedicente poliziotta al telefono ha chiesto, invano, a una 78enne del Bellinzonese 50mila franchi per evitare a sua figlia la prigione
Locarnese
55 min

Russo, lavori agricoli nella campagna Grande

Prosegue il lavoro nell’ambito del progetto di riqualifica di questi terreni in alta Onsernone
Gallery
Luganese
2 ore

Centra lo spartitraffico e si rovescia su un fianco: è grave

Serie ferite per l’uomo rimasto vittima di un incidente nella notte in via San Gottardo a Lugano, poco prima del tunnel di Besso
Bellinzonese
2 ore

Esce di strada con l’auto che poi prende fuoco: grave una 20enne

L’incidente è avvenuto attorno alle 23.30 sulla strada cantonale all’altezza di Gorduno: strada chiusa per i rilievi del caso fino alle 4.30
Ticino
2 ore

Una notte di tuoni, acqua (tanta acqua) e grandine

Un fronte di maltempo particolarmente attivo ha spazzato nella notte il Ticino. Provocando diversi disagi, come nelle Centovalli
Gallery
Grigioni
3 ore

Grave incidente in galleria a Pian San Giacomo

Tre le auto coinvolte nel botto all’interno del tunnel Cianca Presella. Quattro i feriti, di cui uno in modo grave
Mendrisiotto
4 ore

Breggia, sulla scuola dell’infanzia è referendum

Sinistra e Verdi pronti a costituire un Comitato e a coinvolgere la popolazione. ‘L’investimento è oneroso. È tempo di fissare delle priorità’
Mendrisiotto
13 ore

Valle di Muggio: spazio pubblico, benessere degli anziani

Summer School, studenti e architetti all’opera: un passo in più a favore dell’interazione degli abitanti di Campora, Casima, Muggio, Cabbio e Bruzella.
Mendrisiotto
16 ore

Arzo ritrova la ‘Fontana dei pesci’. Senza le carpe di Rossi

La Città si appresta a posare di nuovo in paese la vasca in marmo. Ma della scultura dell’artista si sono perse le tracce
Bellinzonese
16 ore

Giorgio Lotti nuovo presidente del Lions Club Bellinzona e Moesa

Sostituirà l’uscente Sergio Pedrazzini. Negli ultimi due anni la fondazione ha potuto svolgere un’intensa attività benefica, nonostante la pandemia
Ticino
16 ore

‘Ricerca scientifica, il governo tenga conto dei nostri auspici’

La commissione Formazione sottoscrive il rapporto Ermotti-Lepori che ritiene evasa la richiesta di Polli per maggiori investimenti: ‘Ma per il futuro...’
Bellinzonese
16 ore

‘Un problema’ ferma la funicolare del Ritom

L’impianto resterà chiuso fino al 5 luglio. Per i viaggiatori ancora presenti nella regione sarà a disposizione un servizio di bus navetta
Luganese
16 ore

Cadempino, gli aumenti di stipendio tornano in Municipio

Il Consiglio comunale rinvia all’esecutivo la proposta di modifica dell’articolo del Regolamento organico dei dipendenti. Approvato il consuntivo.
Locarnese
17 ore

Bosco Gurin, quei tesori spesso nascosti

Da sabato il via alla stagione estiva, con una ricca offerta di svaghi per il tempo libero. Intanto trasmessi a Berna i documenti per il metrò alpino
Ticino
17 ore

Il Ps: ‘Più assegni per aiutare le famiglie con minori’

L’obiettivo dell’iniziativa parlamentare socialista è togliere chi fa più fatica dalla povertà marcata, ed evitare che finisca in assistenza
Luganese
17 ore

Ucraina, Terre des hommes: salviamo la generazione futura

Alla vigilia della Conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina a Lugano, l’appello e le testimonianze dell’organizzazione per la protezione dell’infanzia
12.11.2021 - 10:45
Aggiornamento: 18:25

In Ticino oltre duemila contratti di apprendistato nel 2021

La cifra è la più alta dal 2021, superiore di 130 unità rispetto al 2020

Numeri da record per i nuovi contratti di apprendistato sottoscritti in Ticino nel 2021: i 2’523 di quest’anno sono il numero più alto dal 2015, con un aumento di 130 unità rispetto al 2020 (+5%) e 74 rispetto al 2019 (+3%). Per il consigliere di Stato Manuele Bertoli, direttore del DECS, “è un risultato importante raggiunto grazie all’impegno congiunto della Divisione della formazione professionale con le organizzazioni del mondo del lavoro e le aziende formatrici”. Risultato che è inoltre in linea con gli obiettivi del piano d’azione “Più duale” per rafforzare la formazione professionale, completato nel 2020 con il progetto “Più duale PLUS” messo in atto per contrastare gli effetti negativi della situazione straordinaria determinata dal Covid-19.

La scuola media, in base ai dati forniti, risulta essere una tappa importante, ma spesso non definitiva: il 30% dei nuovi contratti, in tutto 746, è stato sottoscritto da giovani che hanno concluso la scuola media a giugno. La maggior parte dei nuovi apprendisti arriva invece dopo un riorientamento di percorso durante la formazione post obbligatoria, situazione che si è verificata anche negli anni scorsi. Grazie anche all’introduzione dell’obbligo formativo fino a 18 anni in vigore dal 1° settembre di quest’anno, il Decs “assicura a tutti i giovani e le giovani un sostegno attivo nella definizione di un progetto, per trovare il proprio indirizzo, valorizzare le proprie passioni, ma anche per consigliarli nella scelta dei percorsi scolastici post obbligatori. Perché nessuno deve essere lasciato indietro, per il suo bene e per il bene di tutti”, sottolinea il comunicato odierno.

Rita Beltrami, capo dell’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale (Uosp), ha presentato il rilevamento delle scelte dei 3’243 giovani che hanno terminato a giugno la quarta media. Grazie al fatto che la scuola ha potuto svolgersi in presenza per tutto l’anno scolastico per allieve e allievi di scuola media, il lavoro di sostegno al percorso di scelta è proseguito con il dovuto supporto degli orientatori e del mondo della scuola.
Per allieve e allievi non sono mancati gli eventi informativi che permettono ai giovani di esplorare e approfondire le varie offerte formative, tra cui anche Espoprofessioni che a marzo, grazie agli incontri con gli apprendisti sulla chat di Espoconnect e le offerte in presenza presso centri professionali e aziende, ha permesso ai giovani di esplorare molte vie formative. “Un buon lavoro di esplorazione delle offerte formative è la prerogativa essenziale per una scelta responsabile”, rimarcano dal Decs.

Forte suddivisione di genere nella formazione professionale

Le tendenze evidenziate dalle scelte sono quelle note, con le ragazze che mostrano una certa propensione per il medio superiore, e con una forte suddivisione di genere nella formazione professionale. Le ragazze scelgono in modo preponderante il settore sanitario e medico-tecnico, mentre i ragazzi preferiscono la formazione industriale, agraria, artigianale. Solo il settore della formazione commerciale e dei servizi vede una ripartizione più equa. Il lavoro futuro e la sfida “è quella di aiutare i giovani a prepararsi ancora meglio al percorso di orientamento che sono tenuti a fare, migliorando la conoscenza di sé grazie anche al confronto con esperienze informative e formative”, si ribadisce nel comunicato.

In Ticino due terzi dei giovani nel post obbligatorio stanno seguendo una formazione professionale di base, in modalità duale scuola-azienda o in una scuola a tempo pieno. Quest’anno sul totale dei 3’868 entranti nella formazione professionale (+186 rispetto al 2020), 1’345 hanno scelto una scuola professionale a tempo pieno (+56 rispetto al 2020) e 2’523 (+130 rispetto al 2020) un tirocinio nella forma duale scuola-azienda. Oscar Gonzalez, aggiunto al direttore della Divisione della formazione professionale, ha illustrato come in alcuni settori e professioni il numero di nuovi contratti di apprendistato abbia addirittura superato il dato del 2019 (ad esempio nell’industria ed edilizia), mentre in altri settori è stata constatata una leggera flessione, in particolare nel commercio. Al termine della campagna di collocamento sono inoltre rimasti vacanti una ventina di posti di apprendistato in azienda, in particolare nel settore artigianale impiantistico o tecnico.

Avviata la campagna 2022/2023

Nel frattempo, è già stata avviata la nuova campagna per i posti di apprendistato per l’anno scolastico 2022/2023. Sul sito www.orientamento.ch e con la BIZ App, l’applicazione per dispositivi mobili lanciata a inizio 2021, sono già pubblicati oltre 300 nuovi posti da parte di aziende formatrici del nostro cantone. Le possibilità per informarsi su settori e professioni sono assicurate nelle scuole medie dagli orientatori e dalle orientatrici dell’Uosp. Alla Città dei mestieri della Svizzera italiana, oltre alle consulenze informative gratuite e senza appuntamento, è stata allestita una ricca agenda d’incontri in presenza e a distanza (www.cittadeimestieri.ch/lagenda), organizzati in collaborazione con le realtà del mondo del lavoro.

Il Decs ricorda infine che per le aziende che desiderano informarsi sulle opportunità e le condizioni per formare apprendisti è attivo il numero verde 0800 606 607 (da lunedì a giovedì dalle 12 alle 18, venerdì dalle 10 alle 16, sabato dalle 9 alle 12), gestito dai consulenti dell’area Vivere l’apprendistato della Città dei mestieri della Svizzera italiana.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
apprendistato decs formazione professionale ticino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved