31.05.2021 - 07:26
Aggiornamento: 10:59

Ex Macello, per il Ps ‘clima politico surreale’

Interviene anche la Sinistra di Stabio: “Intervento antidemocratico e sproporzionato. Il governo prenda posizione”

ex-macello-per-il-ps-clima-politico-surreale
Ti-Press
Sensibilità a confronto

Il Ps Lugano e il Ps Ticino “condannano lo sgombero dell’ex Macello di Lugano, sede degli autogestiti, come pure l'azione affrettata di sgombero della polizia in atto presso l'ex Istituto Vanoni”. Lo si legge in una nota inviata alle redazioni prima delle 7.30.

“Dopo una manifestazione a sostegno dei ‘molinari’ tenutasi pomeriggio, che pur non essendo autorizzata si è svolta senza incidenti, nel tardo pomeriggio alcune decine di partecipanti hanno occupato lo stabile dell’ex Istituto Vanoni, stabile vuoto da alcuni anni – ricorda il Ps –. Pur non avendo verosimilmente alcuna richiesta giuridicamente valida in tal senso da parte del proprietario dell'ex Vanoni, la polizia ha immediatamente circondato l’edificio, per impedire l’uscita dei manifestanti e ha poi deciso di sgomberare l'edificio privato”.

Per il Ps “siamo in un clima politico surreale, che misconosce le realtà culturali alternative e calpesta il principio della proporzionalità delle azioni in questo ambito, al contrario di quanto avviene nelle città svizzere. Un agire foriero di scontri e violenza. Il Ps auspica che a Lugano si riapra una fase di dialogo con le realtà autogestite grazie all'intervento di una mediazione del governo cantonale”.

S'indigna anche il Gus di Stabio

Il Gruppo Unità di Sinistra (Gus) di Stabio ritiene l’intervento ordinato dal Municipio di Lugano al Molino “antidemocratico e sproporzionato” e dice di indignarsi “di questa decisione drastica e incomprensibile, quando in altre città della Svizzera i centri autogestiti sono entità riconosciute. Ci dissociamo con questo modo di agire autoritario e unilaterale ed esprimiamo solidarietà per i frequentatori dell’ex Macello. Dovremmo vivere in una società inclusiva; ancora una volta però si ostacola la diversità, diversità che è ricchezza”.

Sgomberare, prosegue il Gus, “non è sinonimo di demolire! Dal Consiglio di Stato ci attendiamo una presa di posizione riguardo alla decisione di demolire uno stabile in centro città in piena notte”.

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved