in-ticino-vicini-alle-50-000-somministrazioni-adesione-al-65
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 min

In Ticino -13 ricoverati (-2 in cure intense) e un decesso

Calano anche i casi giornalieri. Altri 17 contagi registrati in case anziani, con 22 strutture attualmente con residenti positivi al virus
Locarnese
1 ora

Centovalli, il passaggio di consegne slitta

Armando Maggetti, municipale a interim, proseguirà con il proprio mandato fino alla prossima primavera, prima di cedere il testimone a Cristina Tanghetti
Luganese
2 ore

Carabbia, e i lavori nel nucleo e la ‘riqualifica mancata’

Una cinquantina di proprietari criticano il Municipio di Lugano, per gli interventi squalificanti e non vuole pagare gli ‘esosi’ contributi di miglioria
Luganese
4 ore

Lugano, contestato intervento edilizio in via Nassa

C’è un ricorso pendente al Tribunale amministrativo ma i finestroni son già stati posati al numero civico 54 del salotto cittadino
Mendrisiotto
5 ore

Aggregazione, il Distretto prende due strade parallele

Basso e Alto Mendrisiotto si accingono a procedere con studi separati. A seguire Vacallo sono altri quattro Comuni. Novazzano resta indeciso
Ticino
11 ore

Per le cantonali si cerca in tutta l’area progressista

Il Partito socialista ha costituito la Commissione incaricata di trovare i candidati per la doppia tornata elettorale del 2023
Ticino
13 ore

‘Proscioglimento o al massimo pene pecuniarie sospese’

Sono le richieste dei legali di Eduardo Tartaglia e Alfonso Mattei nel processo per il caso Fec-Hottinger in corso al Tpf di Bellinzona
Bellinzonese
14 ore

‘L’aggregazione porta forza progettuale e maggiori competenze’

In vista del voto in Bassa Leventina, intervista a Roland David e Alberto Pellanda coinvolti in prima persona nelle fusioni di Faido e Riviera
Ticino
15 ore

Test superamento livelli: costo, valutazione, logistica...

Sperimentazione in terza media: ecco la proposta di emendamento (sei pagine) del Consiglio di Stato in vista del dibattito parlamentare sul Preventivo
Luganese
15 ore

Incendio allo Speedy Pizza di Massagno, due intossicati

Dopo l’esplosione di due batterie vi è stato un principio d’incendio, domato dai pompieri di Lugano. La polizia scientifica indaga sulle cause
Gallery
Locarnese
15 ore

Il ‘padel-graben’ che divide Sopra e Sottoceneri

La nuova disciplina, affine al tennis, conosce un crescente successo in Ticino. Ma nella nostra regione l’interesse per simili infrastrutture è scarso
Locarnese
16 ore

Ascona, nuovo parco giochi in via Delta

Presentata la domanda di costruzione. Nel frattempo vengono risanate anche le altre dieci aree attrezzate per i bimbi
Ticino
16 ore

Caso India, Biscossa (Ps): ‘Macché burro e ferrovia’

La prima firmataria della petizione che chiedeva lumi al governo respinge le accuse di Gobbi sui dati utilizzati: ‘Manca una risposta soddisfacente’
Locarnese
17 ore

Brione sopra Minusio, calano gli abitanti

Nel corso del 2021 le partenze hanno superato gli arrivi
Luganese
17 ore

Liceo diocesano di Breganzona, aperte le iscrizioni

Serate di presentazione pubblica, tra i percorsi possibili anche quelli per musicisti e sportivi
Luganese
17 ore

Apre il 26 gennaio il Casinò di Campione d’Italia

La sala da gioco riapre i battenti con la formula ‘Tutto in un Touch’
Locarnese
17 ore

Ronco s/Ascona, posteggi gratuiti

Fino al 28 febbraio non si dovranno pagare gli stalli pubblici comunali muniti di parchimetro
Ticino
17 ore

Visita di cortesia del console d’Italia a Lugano

Gabriele Meucci, appena entrato in carica, ha incontrato per la prima volta le autorità cantonali
Locarnese
17 ore

Losone, lavori Ses e interruzione corrente

Il 28 gennaio l’erogazione sarà brevemente sospesa, nel corso del pomeriggio, tra Caraa Servetta e via San Materno
Locarnese
17 ore

Annullato il Carnevale di Ribellonia a Solduno

Il comitato sta valutando di organizzare al suo posto un evento estivo
Locarnese
17 ore

Riapre la Bottega del Mondo a Cavergno

Dopo la pausa natalizia, riprende l’attività benefica della sede alto-valmaggese
Locarnese
18 ore

Fart, treni soppressi la notte tra Muralto e Camedo

A causa di lavori notturni lungo la linea ferroviaria alcune corse serali verranno effettuate con autobus
Ticino
18 ore

‘Chi frequenta i corsi base raramente selezionato dalle aziende’

La Società impiegati di commercio è favorevole al superamento dei livelli alla scuola media
Locarnese
18 ore

Locarno, pannelli fotovoltaici sulla palestra protetta

Il progetto alle scuole dei Saleggi costerà 255mila franchi. C’è già l’approvazione di principio dell’Ufficio beni culturali
Luganese
18 ore

Fermato a 114 all’ora sul 50, 14 mesi sospesi

Un 25enne del Luganese è stato giudicato stamattina davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano
Luganese
18 ore

Lotus Gaming trionfa alla Tcs e-sport Challenge

Ecco la classifica della prima edizione organizzata a Bioggio dal Touring club
Locarnese
18 ore

Locarno, annullato il pranzo di GenerazionePiù

La situazione pandemica critica ha spinto i responsabili a cancellare il momento conviviale di sabato prossimo, come pure quello del 1° febbraio
Luganese
19 ore

A Savosa cala il numero di abitanti

E per la Scuola dell’infanzia il Comune ottiene la targa Minergie
Grigioni
19 ore

Rossa cerca dei volontari molto particolari

Appello del Municipio per la vuotatura settimanale dei contenitori per gli escrementi dei cani
Bellinzonese
19 ore

La visione di Dio secondo Pirovano al Liceo di Bellinzona

Videoconferenza pubblica col filologo e critico dantesco italiano
12.03.2021 - 11:050
Aggiornamento : 16:20

In Ticino vicini alle 50'000 somministrazioni, adesione al 65%

In arrivo importanti forniture di vaccini. Martine Bouvier Gallacchi: ' I vaccini sono sicuri, eventuali effetti collaterali sono lievi e limitati a 2-3 giorni'

a cura de laRegione

Le autorità cantonali hanno organizzato oggi un momento informativo per un aggiornamento sulla campagna di vaccinazione.

Relatori: Giovan Maria Zanini, Farmacista cantonale, Ryan Pedevilla, Capo della Sezione del militare e della protezione della popolazione e Martine Bouvier Gallacchi, Capo del Servizio di promozione e di valutazione sanitaria dell'Ufficio del medico cantonale.

Adesione totale al 65%, 83% per gli over 80

La media delle vaccinazioni è di 1200 al giorno, nelle prossime ore si raggiungerà la cifra di 50'000 dosi di vaccino somministrate, circa 15 ogni 100'000 abitanti. Attualmente si sta vaccinando in parallelo la fascia over 80 per la seconda dose e la fascia over 75 per la prima dose. Circa le case anziani, negli ultimi 30 giorni non c'è stato nessun caso positivo e si può guardare con ottimismo, dichiara il farmacista cantonale precisando che anche chi ha "saltato" il suo turno rispetto la propria fascia di età può sempre chiedere di essere vaccinato. Giovan Maria Zanini: «Ci sono persone che non è stato possibile vaccinare durante i passaggi fatti finora, perchè magari avevano una malattia acuta che dava controindicazioni come anche persone che hanno cambiato idea: la differenza è che oggi over 80 e over 75 hanno la precedenza, quando si inizierà con altre categorie non sarà più così». Chi degli over 80 ha scelto di andare nei centri cantonali, ha già ricevuto la seconda dose, per chi ha scelto la vaccinazione di prossimità tale percentuale è del 60%, il 30% ha ricevuto la prima dose o la sta ricevendo in questi dosi, ma c'è purtroppo un 10% di persone che si erano annunciate e che finora non hanno ricevuto l'appuntamento e «sta pagando il prezzo dei ritardi delle forniture». Per gli over 80 il tasso di adesione alla vaccinazione è dell'83%, per gli over 75 per il centro di Giubiasco si sono annunciate circa 6'000 persone e quasi la metà di loro ha ricevuto la prima dose. A partire da lunedi ci si poteva annunciare nei comuni: i dati a ieri sera dicono che nei comuni si sono annunciati 5'624 cittadini che sono in attesa di ricevere un appuntamento. Sommando le cifre, il tasso attuale di adesione al vaccino è del 65%, «considerando che si è comunque partiti da una settimana è un risultato positivo» ha dichiarato Zanini.

Buone e cattive notizie

Perchè chi accede ai centri vaccinali viene vaccinato più in fretta piuttosto che nei comuni, e perchè si vaccinano persone di 75 anni e più che si sono annunciate da poco e non gli over 80 che aspettano l'appuntamento nei comuni da prima? La spiegazione è semplice, dichiara Zanini: «Usiamo due vaccini diversi, il vaccino di Pfizer nei centri cantonali arriva molto regolarmente nelle ultime settimane, non è il caso di Moderna che è usato per le vaccinazioni di prossimità. Il vaccino di Pfizer non può essere usato nei comuni per via delle modalità di conservazione, non è gestibile a livello di comuni e quindi non è possibile compensare la mancanza del vaccino Moderna usando quello di Pfizer. Questo è il motivo per cui le vaccinazioni nei centri cantonali procedono più velocemente. È sempre possibile togliersi dalla lista dei comuni e aderire a quella dei centri cantonali»

Circa le forniture, annuncia, Zanini, ci sono «buone e cattive notizie. La cattiva è che Moderna ha posticipato le forniture di due settimane, per cui la fornitura attesa per questa settimana arriverà la prossima settimana e quella successiva la domenica di Pasqua: la prima arriverà in Ticino alla sera del giorno di San Giuseppe, si sta organizzando il trasporto per avere il vaccino la domenica in modo che i comuni possano averlo il lunedi e iniziare a vaccinare dal martedi. Questo ritardo per i comuni è importante perchè non ci si potrà vaccinare a partire dal 15 come detto in precedenza ma a partire dal 23. Le buone notizie: entro il 31 marzo dovrebbe essere ricevuto tutto quello che era previsto per il primo trimestre, dunque si potrà recuperare il ritardo accumulato in precedenza. La seconda buona notizia è che nel mese di aprile riceveremo circa 20'000 dosi di vaccino Pfizer in più del previsto, che potranno essere utilizzate velocemente con la conseguenza che si potranno liberare un certo quantitativo supplementare o corrispondente di vaccino Moderna da dare sul territorio per finire la vaccinazione di prossimità. La terza buona notizia è che Moderna ha annunciato importanti forniture nel mese di aprile per cui siamo vicini a fare il cambio di passo che la gente si aspetta. Le conseguenze sono che in aprile avremo 160'000 dosi in totale a disposizione e da questo consegue la possibilità concreta di dare alle persone più a rischio almeno una dose entro la fine di aprile»

I prossimi passi

Il prossimo passo importante sarà l'apertura delle vaccinazioni ai malati cronici ad alto rischio, possibile nei centri cantonali, in una parte degli studi medici: anche i pazienti dovranno prepararsi. Il centro di Rivera, dichiara Ryan Pedevilla, «tornerà ora a essere centro di formazione dei militi della Protezione Civile e come centrale di contact tracing, sempre a Rivera c'è una parte gestionale circa la disponibilità e fornitura di vaccini. Ascona e Tesserete hanno chiuso come centri cantonali e saranno riutilizzati come centri di vaccinazioni di prossimità restando poi in stand by per gestire eventuali esuberi di vaccino». I centri cantonali saranno aperti dal 30 marzo dal martedi alla domenica. Attualmente nel centro di Giubiasco fino al 21 marzo non ci sono posti liberi.

Allo stato attuale riguardo le vaccinazioni di prossimità, si sono annunciati 12'311 over 80 e 5'624 over 75. Sono stati consegnati 9'930 vaccini, restano attualmente in attesa 8'005 persone di cui 2'381 over 80.

Come funziona il sistema di annuncio: tutte le persone che pensano di rientrare nella categoria di persone a rischio devono prendere contatto con il loro medico per capire se è effettivamente possono rientrare nella fascia di vaccinazioni. Se il medico non può vaccinare dovranno farsi rilasciare un certificato medico per farsi vaccinare nei centri cantonali, altrimenti dovranno annunciarsi e saranno chiamati in base alla disponibilità del medico e dei vaccini. Il certificato medico andrà scaricato e stampato dal sito del cantone e presentato al medico che lo firmerà: il certificato dovrà essere conservato, non inviato da nessuna parte, in modo che quando ci si presenta al centro di vaccinazione potrà essere presentato insieme al documento di identità. Senza questo certificato non si potrà essere vaccinati.

Chi sono le persone con malattie cronache ad alto rischio

Martine Bouvier Gallacchi: «le complicazioni più frequenti del Covid-19 sono polmoniti che possono condurre a insufficienza respiratoria, conseguenze anche sui reni o sul cuore con l'infarto del miocardio. Tutte le sovrainfezioni possono colpire le persone che non hanno un sistema immunitario ben funzionante. In base agli studi effettuati è possibile stabilire quali sono le patologie che fanno sì che una persona sia considerata ad alto rischio. 

Il primo criterio adottato per le vaccinazioni è stato quello dell'età: adesso si entra in una seconda fase in cui vengono prese in considerazioni le condizioni di salute a qualsiasi età, e diventa più complicato perchè si entra in un ambito medico in cui ci sono persone con malattie croniche che possono essere a basso rischio o rischio più elevato, ovvero persone che hanno una probabilità più alta di essere ricoverati o avere un decorso grave se infettati, ad esempio chi soffre di patologie gravi come malattie cardiovascolari, respiratorie o renali. Per persone ad alto rischio si intendono persone colpite nella loro vita quotidiana a causa della patologia, ad esempio chi non può camminare a dovere, o chi ha bisogno di un respiratore. Ci sono poi le situazioni in cui viene indebolita la risposta immunologica:ci sono persone che possono sembrare in buona salute ma hanno questo tipo di disturbo. Rientrano in questa categoria ad esempio i malati oncologici o chi segue in generale una terapia con effetti immunosoppressivi. Ci sono poi alti fattori di rischio come l'obesità con un indice di massa corporea elevata, oltre 35 kg per metro quadrato».

In generale, come riassume il Dss, rientrano nel concetto di “persone con malattie croniche ad alto rischio” tutte le persone con:

  • malattie cardiache gravi che limitano in maniera importante le attività quotidiane
  • pressione arteriosa alta resistente alla terapia o con complicazioni
  • malattie polmonari che riducono la capacità respiratoria in modo permanente
  • cirrosi epatica
  • malattie renali gravi
  • diabete con complicazioni
  • obesità con indice di massa corporea ≥ 35 Kg/m2
  • deficit significativi del sistema immunitario  

Reazioni al vaccino ritardate molto banali

Sulla sicurezza dei vaccini, Martine Bouvier Gallacchi ricorda che nella storia della vaccinazione è una delle prime volte in cui ci sono risultati precisi sui casi di effetti collaterali: questo vuol dire che i vaccini sono sotto alta sorveglianza data l'alta qualità di raccolta dati al riguardo. I dati sono confortanti: le notifiche confermano un profilo di effetti collaterali noto, la cosa importante è che ora si cerca di capire se si rilevano segnali particolari su una massa importante di persone vaccinate. «Al momento in Svizzera siamo molto tranquilli» ha dichiarato Bouvier Gallacchi.

«Le reazioni locali ritardate, ovvero arrossamenti e gonfiore una settimana dopo, non erano state finora così evidenti: erano già state descritte col vaccino Moderna e riscontrate in meno dell'1% delle persone vaccinate. Si tratta di reazioni temporanee legate al fatto che il nostro sistema immunitario non è mai stato in contatto con il coronavirus e con la proteina spike che è alla base della vaccinazione, e quindi la reazione è maggiore: tuttavia non è dannoso per la salute e scompare molto rapidamente, quindi si consiglia altamente di fare la seconda vaccinazione dato che non è detto che si verifichi lo stesso effetto, nel caso si consiglia di farlo sul braccio opposto, o mettere del ghiaccio o una crema antidolorifica. È impressionante ma molto banale»

Si può quindi essere rassicuranti: «Si, ci sono effetti collaterali, occorre saperlo per prepararsi, ma i sintomi in generale sono banali, leggeri o moderati e soprattutto brevi nel tempo, limitati a 2, massimo 3 giorni. Se si hanno sintomi più gravi, come una febbre molto alta, è bene chiedere consulto al medico»

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved