ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 ora

Nuovo giallo a Bellinzona sulle orme della Banda dei Cedri

Sabato 3 dicembre nella sala del Consiglio comunale Gionata Bernasconi e Lietta Santinelli presenteranno il loro romanzo per ragazzi
Ticino
4 ore

Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’

Il presidente del Plr sull‘ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ’Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Locarnese
4 ore

Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino

Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
4 ore

Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo

Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
Ticino
12 ore

‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’

Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
12 ore

Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile

Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
13 ore

Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo

I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
13 ore

Certificati Covid in azienda: ‘Una misura che non serve più’

Lo sostiene la commissione sanità e sicurezza sociale, che invita il Gran Consiglio a respingere una mozione dell’Udc Pamini (dell’ottobre 2021) sul tema
Ticino
13 ore

Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino

Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
13 ore

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Luganese
14 ore

Lugano, riciclaggio di denaro: 39enne a processo

L’uomo, domiciliato nel Sopraceneri, avrebbe fatto parte di un ‘giro di truffa carosello’ per l’ammontare di circa 16,4 milioni di franchi
14.05.2020 - 15:34

Le Ffs hanno investito circa 5 milioni all'anno in Ticino

In risposta a un'interpellanza di Bruno Storni (Ps), il Consilgio federale ha reso noto le cifre investite negli ultimi 10 anni in tutta la Svizzera

le-ffs-hanno-investito-circa-5-milioni-all-anno-in-ticino
Gli investimenti in impianti di manutenzione e officine sono finanziati con fondi delle Ffs (Ti-Press)

Negli ultimi 10 anni le FFS hanno investito in media circa 55 milioni di franchi, di cui 5 milioni in Ticino, in impianti di manutenzione e officine tra cui quello di Bellinzona. È quanto rende noto oggi il Consiglio federale in risposta a un'interpellanza del consigliere nazionale Bruno Storni (PS/TI) riguardo al fabbisogno delle Ferrovie federali in materia di manutenzione e materiale rotabile.

Il ticinese nel suo atto parlamentare sottolinea come una delle cause "dell'ormai cronico degrado, in termini di qualità e puntualità, del servizio trasporto passeggeri delle FFS" è l'insufficienza e la perdita di qualità del materiale rotabile in esercizio. Storni non manca di alludere al difetto alle porte dei vagoni costato la vita a un dipendente dell'azienda.

Inoltre, secondo il consigliere nazionale, la mancanza di locomotive è una delle cause dei ritardi e dei limiti di produttività del servizio cargo svizzero ma anche internazionale. All'origine vi sarebbero errori nella pianificazione e nell'esercizio degli stabilimenti di manutenzione FFS.

Nell'interpellanza il parlamentare chiede lumi al governo riguardo alla manutenzione del materiale rotabile, in particolare agli investimenti, all'evoluzione del personale e all'approvvigionamento di materiale.

Nella risposta pubblicata oggi, il governo precisa che negli ultimi 10 anni le Ffs hanno investito in media circa 55 milioni di franchi all'anno - 5 milioni in Ticino - in impianti di manutenzione e officine nelle sedi di Bellinzona, Bienne, Olten, Oberwinterthur e Zurigo

Per quanto riguarda la manutenzione, le FFS ricorrono a una strategia nazionale: vi sono quindi fluttuazioni nelle singole sedi dipendenti da fattori quali il materiale rotabile, l'intervallo di revisione o l'intervento di manutenzione. Negli ultimi cinque anni l'effettivo di personale tecnico/addetti alla manutenzione è globalmente aumentato del 3% circa nel traffico viaggiatori, mentre è diminuito del 20% circa in quello merci.

Il governo precisa che gli investimenti in impianti di manutenzione e officine sono finanziati con fondi delle FFS, mentre la Confederazione provvede direttamente, mediante la convenzione sulle prestazioni, al collegamento di tali impianti, nuovi o ampliati, alla rete ferroviaria esistente e a eventuali adattamenti di quest'ultima.

Il nuovo impianto a Castione

Per il nuovo impianto di manutenzione di Castione, a dicembre 2017 le FFS, il Cantone Ticino e il Comune di Bellinzona hanno firmato una dichiarazione d'intenti. Nel 2018/2019 il Municipio di Bellinzona e il Gran Consiglio ticinese hanno approvato un contributo finanziario di rispettivamente 20 e 100 milioni di franchi, da destinare in particolare all'acquisizione parziale del terreno sul quale si trova l'attuale officina e al mantenimento dei posti di lavoro nell'industria. Finora, precisa il Consiglio federale, non è ancora stato effettuato alcun pagamento.

Le FFS prevedono che in ognuno dei sette anni precedenti l'entrata in servizio dell'impianto di Castione sarà necessario un investimento totale di 140 milioni di franchi negli stabilimenti di manutenzione. Secondo l'attuale pianificazione, questi mezzi saranno destinati, oltre che all'officina in Ticino, in particolare agli impianti già esistenti a Zurigo e Yverdon.

Per quanto riguarda le riserve di materiale rotabile, attualmente le FFS dispongono di un 10% in caso di flotta in regolare esercizio e stabilmente in servizio.

Il governo aggiunge che le FFS hanno avviato dieci anni fa una trasformazione per tener conto della maggiore complessità del materiale rotabile. Inoltre, le flotte di ultima generazione consentono anche la diagnostica a distanza, con un monitoraggio dalle cosiddette Control Rooms.

Infine il Consiglio federale precisa che dalle informazioni in suo possesso FFS Cargo risulta essere dotato di un numero sufficiente di locomotive per il traffico merci.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved