il-coronavirus-stende-gli-eventi-perdite-a-cinque-zeri
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Bellinzonese
1 ora

Una raccolta fondi per scendere più in profondità

L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
1 ora

In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore

A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
2 ore

Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’

Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
3 ore

Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero

L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
Ticino
3 ore

Inflazione, il Ps: salari e aiuti più alti. Gli altri: sgravi

I socialisti presentano le loro proposte, a livello federale e cantonale, per contrastare il carovita. Durisch: oggi i colpiti sono soprattutto i fragili
Luganese
3 ore

Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’

La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
3 ore

A2 Melide-Gentilino: concluso il grosso del risanamento fonico

Avviati nel 2019, agli sgoccioli i lavori sull’autostrada, L’Ustra: rispettata la tempistica e i costi preventivati
Locarnese
4 ore

Muralto Democratica fa le pulci ai conti (dopo la bocciatura)

Dieci domande al Municipio su temi che vanno dalle spese per il personale alla manutenzione riali, al rischio di non incassare le imposte arretrate
Locarnese
4 ore

‘Vento di vita vera’, la Bavona va sul grande schermo

Sabato sera in piazza a Moghegno la prima del film di Kurt Koller, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valle Bavona
Luganese
4 ore

Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne

Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
29.02.2020 - 05:50
Aggiornamento: 08:39
di Federica Ciommiento e Melanie Graber

Il coronavirus stende gli eventi: perdite a cinque zeri

EventMore ed Emme critiche con il Consiglio di Stato: ‘Non è stato valutato a sufficienza il rischio economico per le aziende’

«Abbiamo già cancellato una ventina di eventi, per un totale di mezzo milione di franchi», fa sapere il direttore di Event­More Antonio Silvestro. «Data la situazione, l’industria delle manifestazioni – osserva – può entrare in crisi, soprattutto perché non si ha idea della durata di queste misure». In seguito alla decisione del Consiglio di Stato di limitare la presenza di eventi a mille persone, molte organizzazioni sono rimaste con l’amaro in bocca. «Come azienda di eventi non è sicuramente un momento facile, come del resto per tutte le imprese in questo periodo», aggiunge Silvestro.

Lo stesso scenario si sta verificando per la Emme, che si occupa di tecnologia per eventi: «Il 90 per cento dei lavori delle prossime settimane è stato annullato», dichiara il direttore Michele Alvarez. «Finora abbiamo stimato delle perdite di circa 300mila franchi. Per noi è un grosso colpo, dato che contiamo 42 dipendenti – evidenzia –. Stiamo allestendo la richiesta di indennità per lavoro ridotto da sottoporre al Cantone». Una misura, spiega il Dipartimento finanze ed economia (Dfe) sul proprio sito, che comprende anche i casi in cui le perdite di lavoro sono dovute a provvedimenti ordinati dalle autorità.

Critiche al governo

Per quanto riguarda la gestione della situazione da parte del Consiglio di Stato, Alvarez è critico: «Non credo che sia stato considerato sufficientemente il fattore di perdite economiche per le aziende». Sulla stessa linea il direttore di EventMore: «Il nostro Cantone dovrebbe dare più informazioni in merito alla situazione per far capire quali siano i veri rischi. L’impressione è quella di essere abbandonati». In relazione ai dipendenti precisa: «Gli imprenditori ticinesi sono delle persone serie e di buon senso. E quindi i collaboratori che non si sentono fisicamente bene sono invitati a non recarsi sul posto di lavoro».

Per Gc Events invece la situazione rimane stabile: «Le nostre attività sono state ferme per il periodo di Carnevale, dunque per il momento non ne siamo stati direttamente toccati. La nostra offerta di spettacoli solitamente non conta più di mille posti. Sarebbe più problematico nel periodo estivo, durante il quale organizziamo eventi più grandi», dice il titolare Gabriele Censi. «Noi lavoriamo molto con artisti italiani, ma siamo d’accordo con i vari management di monitorare la situazione giorno per giorno. Come tutti, siamo in balia degli eventi ma rimaniamo positivi. Ho potuto osservare – prosegue Censi – che le persone capiscono che vi è un problema di salute pubblica, ma allo stesso tempo desiderano divertirsi e continuare la vita in maniera normale. Questo con le giuste precauzioni». Gc Events sta temporeggiando per annunciare i nuovi spettacoli: «Probabilmente non è il periodo migliore per proporre gli eventi, dato che è stato fatto molto allarmismo».

Anche i rivenditori di biglietti online sono colpiti. Ticketcorner ha dedicato una pagina sul proprio sito web al coronavirus con la lista degli incontri sportivi, dei concerti e degli spettacoli rinviati, annullati o che verranno svolti a porte chiuse. “Se l’evento non può essere organizzato per il momento, i biglietti rimarranno validi per un’eventuale data di rinvio”, si legge sul sito online: “L’organizzatore decide la cancellazione definitiva e il rimborso”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved