salari-docenti-per-il-cantone-rischio-salasso-da-40-milioni
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

Prezzo d’acquisto delle uve, si torna alle cifre prepandemiche

l’Interprofessione della vite e del vino ticinese ha comunicato l’accordo per i prezzi, che sarà di 4,15 franchi al chilo per il merlot
Ticino
5 ore

WikiMafia non ammessa come parte civile

Processo ‘Cavalli di razza’ sulla ’ndrangheta e le sue ramificazioni (anche) svizzere: il giudice respinge la richiesta dell’associazione
Luganese
6 ore

Lugano, è ancora vivo il ricordo di Marco Borradori

Un centinaio di persone ha partecipato alla cerimonia commemorativa organizzata stasera dal Municipio nel Patio di Palazzo Civico
Ticino
6 ore

Arrivano le multe disciplinari con il QR

La Polizia cantonale ha digitalizzato la procedura
Ticino
8 ore

Prestito vitalizio ipotecario, il Ps rilancia: ecco la mozione

Dopo la sentenza del Tf che accoglie il ricorso dei socialisti Lepori e Ghisletta contro lo sgravio sul valore locativo: ‘Un passo verso gli over 60’
Bellinzonese
8 ore

Una mostra fotografica e Daniele Dell’Agnola al Dazio Grande

Doppio appuntamento a Rodi-Fiesso sabato 20 agosto a partire dalle 15.30
Locarnese
9 ore

Vergeletto, evento benefico alla pista

Sabato dalle 11 si presenta al pubblico l’Associazione Dsa Adhd. Maccheronata e giochi allietano la giornata
Grigioni
10 ore

Il ponte in pietra ‘Casott’ non verrà demolito

La strada artificiale con l’antica struttura ad arco è stata inserita fra gli oggetti di importanza nazionale e verrà ceduta al Comune di Rheinwald
Mendrisiotto
11 ore

Fiera di San Martino, è tempo di iscrizioni

Appuntamento a Mendrisio dal 10 al 13 novembre. Entro il 26 agosto vanno annunciate vendite, mescite, spacci e impianti per il divertimento
Grigioni
11 ore

Niente fuochi d’artificio neppure a Ferragosto a San Bernardino

Le pessime condizioni idriche e il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto rimandano la ricorrenza all’anno prossimo
Mendrisiotto
11 ore

Cucina, musica e sport per le feste della Sav Vacallo

L’appuntamento si terrà all’ex asilo Riva e inizierà mercoledì 17 agosto con la proiezione di ‘Spider-Man’
05.02.2020 - 19:01
di Red/Jac

Salari docenti, per il Cantone rischio salasso da 40 milioni

Il Tram con una sentenza cambia il trattamento degli insegnanti neoassunti. La Vpod: ‘Dai primi calcoli 2mila persone interessate, fino a 20mila franchi l'una’

Circa duemila docenti coinvolti. Fino a 20 mila franchi per insegnante. Il conto potrebbe arrivare a 40 milioni. La sentenza del Tribunale cantonale amministrativo (Tram) sulle classi salariali di chi è neoassunto in cattedra, della quale oggi il Dipartimento cultura, educazione e sport (Decs) ha informato i sindacati, rischia di avere una portata storica. E, finanziariamente, pesantissima per le casse di Cantone e Comuni.

Perché? Presto detto: "Il Tram ha dato ragione a un docente contro la disparità di trattamento rispetto ad altri funzionari, quindi riconoscendogli una maggiore anzianità di servizio", ha spiegato ai microfoni di Radio Ticino Adriano Merlini, presidente del sindacato Vpod-Docenti. Ed è la stessa Vpod, con una nota diramata nel pomeriggio, a spiegare il contesto. “Sembra che il Tribunale cantonale amministrativo abbia smentito ora una sua sentenza del 2006 che aveva giudicato corretta la seguente carriera iniziale di un docente di scuola media neoassunto: 27.0, 28.0, 29.0. Come si vede, non veniva riconosciuto alcun aumento per anzianità”. Finora, sembra. Questo perché “la recente sentenza (datata 6 novembre 2019, ndr.) significa che la carriera iniziale del docente di scuola media doveva invece essere 27.0, 28.1, 29.2. Ossia con l’assegnazione di un aumento annuo al secondo e terzo anno per anzianità di servizio, come avveniva per gli impiegati”. La situazione è intricata, oltreché nuova. Per questo il Consiglio di Stato ha comunicato di aver istituito un gruppo di lavoro in seno all’Amministrazione cantonale con l’obiettivo di analizzare tutte le implicazioni portate da questo verdetto e soprattutto la sua portata.

Manuele Bertoli (Decs): ‘Entro fine febbraio avremo dati più concreti su cui discutere’

«Prima di quantificare gli esborsi bisogna capire quali sono gli effetti precisi della sentenza», spiega il direttore del Decs Manuele Bertoli da noi raggiunto per un commento. «Una volta che li capiremo ci sarà un discorso di quantificazione», aggiunge. Spiegando come l’orizzonte datosi è «di avere le idee chiare entro fine febbraio. Il rapporto arriverà al Consiglio di Stato, lo valuteremo, quando saremo pronti e con dati concreti coinvolgeremo i sindacati». Una quantificazione la Vpod l’ha già fatta: “Le cifre in ballo sono enormi: si potrebbero raggiungere i 40 milioni di franchi di pagamenti retroattivi per il Cantone e i Comuni; inoltre si dovrebbe garantire un maggior salario di 4’000 franchi annui per il futuro ai docenti in questa situazione, ovviamente fino al raggiungimento del massimo salariale”.

Si vedrà. Intanto la Vpod “saluta positivamente il cambiamento determinato dalla nuova sentenza che, seppur tardivamente, elimina una disparità di trattamento tra docenti e impiegati”. Già, tardivamente. Perché il tutto, riprende Merlini, "si sarebbe potuto evitare perché i sindacati avevano già denunciato questa disparità di trattamento all’epoca, avevano pure fatto dei ricorsi. Ma purtroppo il Tram aveva dato risposta contraria". Il presidente del sindacato Vpod-Docenti si riferisce alla sentenza di tredici anni fa, era il 22 novembre 2006, che aveva ritenuto corretto il sistema di retribuzione applicato dal Consiglio di Stato, e quindi il suo essere conforme ai dispositivi di legge. Ora si rischia davvero di scrivere una pagina storica per quanto concerne le classi salariali dei docenti? "Sicuramente – risponde Merlini –. L’impatto rischia di essere davvero molto significativo. Per noi docenti è sicuramente una buona notizia, anche se dovremo aspettare di vedere quali saranno gli effetti concreti”. Nell’attesa, la Vpod “è a disposizione di tutti i docenti toccati per valutare la loro situazione e fare i necessari passi”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved