VIDEO
Ticino al Voto

Chiesa: 'Dalla mia finestra non vedo Paradeplatz'

Intervista a tu per tu in "soffitta" con il candidato Udc agli Stati a pochi giorni dal ballottaggio

Marco Chiesa, come Udc e Lega state facendo passare il messaggio che la destra è unita. Ma Attilio Bignasca, uno dei 'colonnelli' della Lega, ebbe a dire che lei è "il cagnolino della signora Martullo Blocher", dando a intendere che lei guarderebbe più alla piazza finanziaria di Zurigo che al Ticino. Cos'ha da dire al popolo leghista a questo proposito?

«Con la Lega siamo stati sempre molto allineati, da sempre condividiamo le battaglie care ai ticinesi. A livello federale il gruppo parlamentare Udc ospita i due rappresentanti – oggi purtroppo solamente uno – della Lega. Poi è chiaro, ci sono delle sensibilità personali. Comunque ho e avevo persone all’interno della Lega con cui vado e andavo molto d’accordo, per esempio Giuliano Bignasca, con il quale ho condiviso anche l’esperienza della politica comunale a Lugano: lui municipale, io consigliere comunale. Recentemente, inoltre, con la Lega abbiamo fatto una conferenza stampa a sostegno della mia elezione agli Stati in occasione della quale erano rappresentati, da parte del movimento, tutti e tre i livelli istituzionali: Comune, Cantone, Confederazione. Quanto al fatto che io guardi di più a Paradeplatz posso semplicemente dire che dalla mia finestra di Grono, dove lavoro da quindici anni come direttore della Casa per anziani, vedo solamente la strada della Calanca».

Dunque quanto alla battuta di Attilio Bignasca acqua passata? «Assolutamente sì».

© Regiopress, All rights reserved