bellinzona-si-aumenti-il-salario-del-personale-infermieristico
I promotori della petizione con alcuni dipendenti dell’Osc
21.06.2022 - 16:08
Aggiornamento: 17:58

Bellinzona, si aumenti il salario del personale infermieristico

Consegnata a Palazzo delle Orsoline la petizione, sottoscritta da 420 dipendenti, che chiede l’adeguamento per le categorie professionali dell’Osc

Consegnata oggi in cancelleria cantonale, con 420 firme dei dipendenti, la petizione promossa dai sindacati Ocst e Vpod, che chiede un adeguamento salariale immediato del personale infermieristico dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale (Osc). L’aumento richiesto è voluto quale riconoscimento della formazione specifica e delle competenze acquisite. I firmatari e le firmatarie della petizione hanno preso atto con soddisfazione che una Commissione paritetica, con il compito di valutare diverse funzioni fra cui quella del personale infermieristico, ha concluso i suoi lavori, indicando che è più che giustificato l’aumento di una classe di stipendio per questa categoria professionale. Tuttavia, il Consiglio di Stato ha deciso di attendere le conclusioni delle analisi e delle contrattazioni negli altri ambiti sanitari, in particolare nell’Eoc, prima di procedere a una prima riclassificazione della funzione di infermiere/a e infermiere/a con specialità nell’Osc. I promotori della petizione ribadiscono quindi, con urgenza, al Governo cantonale, la richiesta di rivalutare immediatamente le funzioni in oggetto, tenendo conto del ritardo accumulato in questi decenni e dell’impegno richiesto, in particolare ma non solo, in questo periodo di pandemia che ha visto il personale infermieristico sempre in prima linea e pronto a restarci. I firmatari danno perciò dato mandato ai sindacati Vpod e Ocst per adoperarsi con ogni strumento possibile nei confronti del Governo affinché si facciano valere le richieste di aumenti salariali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aumenti bellinzona osc personale infermieristico petizione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved