orgogliosamente-mendrisio-la-citta-si-mette-sul-mercato
Ti-Press
Il comparto stazione: ‘Un forte potenziale di insediamento’
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
30 min

Dopo qualche ora di tregua tornano le code al San Gottardo

In occasione del fine settimana dell’Ascensione anche le Ffs non escludono difficoltà per i viaggiatori
Bellinzonese
14 ore

Nell’ex Arsenale di Biasca un maxi deposito d’arte

Il Municipio conferma le valutazioni fatte con gli specialisti e chiede al Cc il credito di progettazione per un Centro di competenza pubblico-privato
Grigioni
16 ore

Ferme alcuni giorni le due teleferiche della Calanca

Lavori di manutenzione a inizio luglio per gli impianti Selma-Landarenca e Arvigo-Braggio
Mendrisiotto
16 ore

Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici

La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
Bellinzonese
16 ore

Serata mondana per la classe 1962 di Bellinzona

Il 15 giugno alla capanna dei canoisti si mangia, si beve e si danza
Luganese
16 ore

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
16 ore

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
16 ore

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
17 ore

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
Bellinzonese
18 ore

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Bellinzonese
19 ore

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
19 ore

Carona, si rovescia con la ruspa e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
20 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
21 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
21 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
Ticino
23 ore

Coronavirus, calano contagi e ospedalizzati in Ticino

Segnalati 50 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 37 persone ricoverate. Era da novembre che non si registravano dati così bassi
Ticino
1 gior

Che cosa ci dice il lavoro? Risponde Marazzi

La lectio magistralis dell’economista Supsi è un’occasione per fare il punto con lui su senso e cambiamenti della realtà locale e globale
Mendrisiotto
1 gior

‘Mettiamo un tetto alle auto sulle strade trafficate’

L’Ata dice ‘no’ a PoLuMe e corsia per i Tir e rilancia proponendo di trasferire i pendolari sul trasporto pubblico. Come si è fatto con i camion
Luganese
1 gior

Archibugieri ticinesi agli onori in Italia

Importanti risultati anche per i ticinesi Denys Gianora di Pregassona e Giordano Rossi di Brusino Arsizio
15.12.2021 - 18:45
Aggiornamento : 19:00

‘Orgogliosamente Mendrisio’. La Città si mette sul mercato

Il Municipio è pronto a lanciarsi in una campagna di marketing territoriale. Nel frattempo, da qui al 2027 si annuncia un aumento del moltiplicatore

Nel decalogo degli obiettivi che attendono al varco il Municipio di Mendrisio nei prossimi anni è ‘solo’ al terzo posto. Ma si capisce bene che l’idea di ‘vendere’ l’immagine della Città (e le sue virtù) oggi è in cima ai pensieri dell’esecutivo locale. Ne va del tessuto sociale ed economico e del ruolo di Comune-polo che il capoluogo del Distretto intende tenersi ben stretto (e anzi rivendica agli occhi del resto del cantone). E qui ambizioni e finanze si vanno a intrecciare in modo inevitabile. Non per nulla nel piano programmatico da qui al 2027 si prospetta un ritocco obbligato del moltiplicatore, pur muovendosi con cautela. La tabella, però, parla chiaro e segnala un aumento di due punti – dal 75 al 77 per cento – a partire dal 2023. In caso contrario si dovranno erodere non poco le riserve cittadine. Tanto più che Mendrisio non vuole rinunciare a investire nel proprio avvenire: l’intendimento è quello di veleggiare attorno ai 17 milioni l’anno (a cui sommare 14 milioni per le Aziende industriali); numeri «decisamente importanti», senza esagerare.

Terzo: attrarre residenti e aziende

Il Piano finanziario ed economico messo sul tavolo oggi, mercoledì, dal Municipio è il primo documento strategico con cui la Città si prepara a fare i conti. Il Comune, di fatto, si è già messo a dieta per riuscire a contenere la spesa pubblica – per il 2022 si è previsto un risparmio di 600mila franchi –, con la consapevolezza però di essere solo agli inizi di un esercizio impegnativo. Mendrisio sa di dover remare controcorrente a fronte di un “certo deficit” strutturale – che si è consolidato negli ultimi cinque anni –, di una pandemia che ha “mutato le carte in tavola” e di un margine di autonomia che è andato via via restringendosi.

Nel futuro prossimo ci si ritroverà, insomma, a navigare tra incognite e opportunità. A non essere cambiata è la fiducia nelle proprie potenzialità. «Dalle cifre a Piano finanziario – annota il sindaco Samuele Cavadini – emerge una certa operosità». Una caratteristica su cui ci si ripropone di fare leva. Dicevamo, infatti, della strategia per “attrarre nuovi residenti e nuove aziende”. Ecco che la Città intende sfoderare tutto il suo ‘appeal’. Quella di attrarre attività economiche da un lato e residenti dall’altro – con l’intento di frenare la decrescita – è nei fatti una esigenza, come conferma lo stesso sindaco. Dalla sua Mendrisio ha una riconosciuta posizione geografica strategica, un’ampia gamma di servizi – che si vuole mantenere di ottimo livello –, nonché una fiscalità che ci si prefigge di «preservare» al fine di strizzare l’occhio a nuovi insediamenti. Ancora una volta pensando ad attività commerciali, del terziario e industriale, la parola magica è ‘alto valore aggiunto’ a fronte di un tessuto economico eterogeneo.

Si punta sul marketing territoriale

Viene da chiedersi, a questo punto, quale sia il margine di manovra della Città per essere più attrattiva. «La nostra idea – risponde a ‘laRegione’ il sindaco Cavadini – è quella di attuare una strategia mirata di marketing territoriale. Capire chi siamo per far comprendere anche agli altri le potenzialità di questo territorio, dove è possibile fare impresa e vivere. Spesso – richiama ancora – il Mendrisiotto è descritto con accezioni negative – il rifermento è all’inquinamento e al traffico, ndr –, ma qui si vive bene».

Daniele Caverzasio a capo delle Finanze cittadine dal canto suo è categorico: «Mendrisio non è una città statica ed è già attrattiva, come dimostrano gli investimenti effettuati sin qui a vantaggio del campus universitario, delle scuole, dell’ospedale o della rete anziani e del centro culturale LaFilanda. Quindi offre molto (se consideriamo che si contano centinaia di eventi) e ci siamo resi conto anche che sono nate varie iniziative. Poi, certo – riconosce il municipale –, vi è il moltiplicatore, che occorre cercare di mantenere appetibile. La scelta di portarlo al 77 per cento è una soluzione di compromesso proprio per conservare il ruolo di polo, la qualità di vita e la solidità».

Volendo puntare su una politica della promozione dell’immagine, d’altra parte, gli argomenti non mancano di certo. «Se solo pensiamo – fa presente il municipale Massimo Cerutti – che, unici in Ticino, abbiamo due stazioni – a Mendrisio e a San Martino –, che salgono a tre con Capolago e vantiamo due beni iscritti nelle liste dei patrimoni Unesco, il Monte San Giorgio e le Processioni storiche...». La Città è ricca sotto questo profilo. «E non trascuriamo nemmeno il fatto – aggiunge Françoise Gehring, a capo del Dicastero politiche sociali e di genere – che è una realtà innovativa, ad esempio nella politica giovanile. L’essere il primo Comune pilota svizzero quale città delle bambine e dei bambini ci ha portato i complimenti della Confederazione».

I rapporti con il Cantone: ‘Sfida annosa’

Se c’è un nodo irrisolto per Mendrisio, ma non solo, è invece quello dei rapporti con il Cantone. «Si tratta di una sfida annosa – ammette il sindaco Cavadini –. Ci ritroviamo in effetti con una serie di aggravi e compiti che determinano l’ampliamento della spesa. Tirate le somme la nostra autonomia è limitata a 3-4 franchi ogni 10». Volendo quantificare da diversi anni ormai questi flussi finanziari si attestano a oltre 21 milioni. Dovendolo classificare, fa capire a sua volta Daniele Caverzasio, il progetto Ticino 2020 va sotto le incognite.

Aim, caroacqua in vista

Tra le cifre del Piano finanziario delle Aziende industriali balza all’occhio poi un aumento. Dall’anno prossimo, infatti il prezzo per metro cubo dell’acqua potabile passerà da un franco e 20 – costo rimasto invariato negli ultimi sette anni – a un franco e 30. Un rincaro dettato dalla necessità di contenere il disavanzo di esercizio della sezione acqua potabile e riverbero dell’entrata in servizio dell’Acquedotto regionale (ma questo era già stato annunciato). In buona sostanza questo ritocco verso l’alto comporterà una maggiore spesa stimata in 10 franchi per una famiglia. «In ogni caso – chiosa il Municipio – restiamo al di sotto della media cantonale».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved