BENCIC B. (SUI)
1
MLADENOVIC K. (FRA)
0
2 set
(6-4 : 0-0)
carte-giornaliere-a-mendrisio-in-controtendenza
Lungo i binari (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
7 ore

Assemblea generale alla Domus Poetica

L’incontro è previsto giovedì 27 gennaio nella sede di Bellinzona
Ticino
7 ore

Livelli alle medie, Vpod pronta a iniziativa per eliminarli

Il sindacato dei docenti chiede al Gran Consiglio di rifiutare lo stralcio della spesa inserita nel Preventivo 2022
Bellinzonese
8 ore

Frontale a Cadenazzo, strada bloccata

Traffico fortemente congestionato sul Piano di Magadino a causa di un incidente
Ticino
9 ore

Offerta Trenord-Tilo ridotta almeno per un’altra settimana

Le assenze di macchinisti e capitreno a causa della pandemia si fanno ancora sentire. Soppresse anche tutte le linee notturne
Mendrisiotto
9 ore

Opere d’arte per i campus di Mendrisio e Viganello

Il concorso ha premiato Davide Cascio e Adriana Beretta. Le opere saranno inaugurate nel corso del prossimo autunno
Mendrisiotto
9 ore

Riva, annullata la Sagra del Beato Manfredo

L’evento era in programma il 30 gennaio. Lo ha deciso il Municipio considerato l’evolversi della situazione pandemica
Bellinzonese
9 ore

‘Trasporti pubblici gratuiti per giovani e anziani’

A proporlo con una mozione è il consigliere comunale Ppd di Bellinzona Pietro Ghisletta
Mendrisiotto
10 ore

Castel San Pietro ha 43 abitanti in più

Il saldo migratorio di +47 ha compensato il saldo naturale di -4. Ad aumentare maggiormente sono stati i ticinesi
Mendrisiotto
11 ore

Solidarit’eau, il sostegno di Stabio va all’Uganda

Comune e Aziende municipalizzate hanno deciso di devolvere il contributo all’Associazione SwissLimbs
Bellinzonese
11 ore

Il grande nord in un documentario

Appuntamento sabato 22 gennaio alle 20.30 al Cinema Leventina di Airolo
19.03.2021 - 12:300

Carte giornaliere a Mendrisio in... controtendenza

Interrogazione al Municipio del capoluogo dopo la decisione delle Ffs di sopprimere entro il 2023 le FlexiCard

Incentivare il trasporto pubblico fornendo biglietti ferroviari a prezzi accessibili rimane un sentiero che il Municipio di Mendrisio desidera seguire? A chiederselo attraverso un'interrogazione sono i consiglieri comunali di Insieme a Sinistra e I Verdi, Giacomo Stanga e Andrea Stephani. "Lo spazio che sui media romandi prima e su quelli della Svizzera italiana poi è stato dedicato in questi ultimi giorni a una decisione di Alliance SwissPass dello scorso ottobre ha fatto tornare di attualità il tema delle carte giornaliere per i comuni (FlexiCard): nei piani delle FFS, infatti, dopo numerosi aumenti e ripensamenti dell’offerta, vi è ora la sua definitiva soppressione entro il 2023" ricordano i due membri del legislativo del capoluogo momò. 

Interrogazioni analoghe a questa stanno, infatti, sollecitando molti comuni ticinesi: "Mendrisio – evidenziano Stanga e Stephani – è una città particolarmente attenta al tema del trasposto pubblico e degli incentivi a forme di mobilità più ecologiche e moderne, e ha già in altre occasioni preso posizione verso le autorità cantonali, federali o direttamente nei confronti delle Ffs quando decisioni poco lungimiranti andavano a detrimento dei suoi cittadini e delle sue cittadine; inoltre, rispondendo a un’interpellanza del febbraio 2019, il Municipio concordava che «il promovimento del trasporto pubblico rimane certamente una priorità» e giustificava un aumento di prezzo delle FlexiCard proprio con l’idea di poter mantenere un servizio di indubbio interesse sul lungo periodo". 

Nella medesima risposta, inoltre, non mancano di annotare i due consiglieri "il Municipio informava che su 3'650 carte acquistate annualmente, vengono vendute in media circa 3'300 tessere all’anno, ulteriore segno, qualora ce ne fosse bisogno, che il servizio è tutt’altro che poco utilizzato come Alliance SwissPass dichiara, perlomeno alle nostre latitudini. A Mendrisio risiedono numerosi studenti, e in generale le giovani generazioni si spostano molto regolarmente verso i poli universitari svizzeri per lavoro o formazione. I continui aumenti dei prezzi, la recente soppressione dell’Abbonamento Generale scontato per gli studenti, la posizione poco fortunata della stazione di Mendrisio in cui ormai non tutti i treni a lunga percorrenza fanno tappa: gli ostacoli che soprattutto chi percorre le tratte da pendolare si trova ad affrontare sono sempre più proibitivi, e la prima vittima rischia di essere l’impatto ecologico degli spostamenti (paradossalmente, dal punto di vista di tempi e spesa, per spostarsi verso il Lemano ma non solo la soluzione migliore sta diventando l’aereo da Milano). La carta giornaliera, da noi più che altrove, è un mezzo semplice e poco dispendioso a disposizione dell’ente pubblico per ricompensare chi si comporta virtuosamente nelle scelte di mobilità. E oggi è a rischio".  

Da qui alcune domande: quante carte giornaliere sono state vendute negli anni 2019 e 2020? La media delle tessere vendute è ancora intorno alle 3'000 all’anno? Sulla base delle vendite (e considerata l’immaginabile flessione dei mesi del lockdown), il Municipio ritiene il servizio delle carte giornaliere comunali un servizio ormai desueto? Quali mezzi ha a disposizione il Municipio, magari in accordo con altri poli regionali, per cercare di evitare la soppressione dell’offerta delle carte giornaliere per i comuni? Ha  intenzione di utilizzarli? Nel caso le Ffs continuassero sulla strada tracciata, il Municipio potrebbe pensare di sostituire il servizio FlexiCard con un analogo incentivo comunale? Coi soldi risparmiati dall’acquisto di giornaliere si potrebbe, ad esempio, pensare di aumentare gli incentivi per l’acquisto di abbonamenti dei trasporti pubblici? 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved