laRegione
carnevale-culinario-dobbiamo-comunque-essere-pronti
Il carro 2020 dei Pincirö di Balerna (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
7 ore

Brissago, 12 anziani positivi alla Casa San Giorgio

Risultano inoltre contagiati dal coronavirus quattro collaboratori. Le visite sono state sospese e gli ospiti sono in isolamento
Mendrisiotto
8 ore

Chiasso, 'dopo le tessere sconto pensiamo a buoni acquisto'

La proposta, con un'interrogazione al Municipio, è stata formulata da quattro consiglieri comunali del Plr
Bellinzonese
8 ore

Mezzi pubblici: Valle di Blenio più connessa a Biasca

In arrivo due cambiamenti di orario, a dicembre e ad aprile, che garantiranno un servizio migliorato. Ma secondo il direttore delle Autolinee ancora non basta
Luganese
11 ore

Lugano, mense per tutti dopo ben 16 anni

La lunga e travagliata gestazione della mozione raccontata da Cristina Zanini Barzaghi che ricorda la richiesta presentata da tutte le donne del Cc
Bellinzonese
15 ore

Eco-belli, per una Bellinzona più pulita

I dettagli del progetto elaborato da un cittadino e ripreso in una mozione dal consigliere Bang. Obiettivo: contrastare l’abbandono di rifiuti
grafici
Ticino
15 ore

Coronavirus, in Ticino 33 ulteriori ricoveri e un morto

Cresce anche il numero di nuove infezioni: tra ieri e oggi se ne sono registrate 404. Stabile il numero di persone in cure intense
Luganese
20 ore

Una testata come scusa della disobbedienza

Un raduno ‘antagonista’ contro le misure di contenimento del Covid diventa un brutto ricordo per una giovane giornalista
Luganese
20 ore

Pvp di Lugano: fluidificazione riuscita solo in parte

Un anno di sperimentazione delle modifiche al traffico. Col Coronavirus di mezzo
Bellinzonese
20 ore

Nuovo Quartiere Officine, ‘manca una vera progettualità’

Bellinzona: dopo il geografo Torricelli, che sollecita una dibattito sul tema, anche il verde Ronnie David critica i contenuti e teme la speculazione edilizia
Luganese
1 gior

Brucia una cucina, evacuata una palazzina

È successo questa sera a Viganello in via Pedemonte. Si registrano danni ma non feriti
Ticino
1 gior

Covid-19, raduno di protesta finta e testate vere

In piazza Molino Nuovo a Lugano una trentina di persone, di gruppi antagonisti, hanno 'detto la loro' contro le misure del governo
Ticino
1 gior

Tre politici nel comitato dell'Acs

L'assemblea elegge il consigliere nazionale Alex Farinelli, la deputata cantonale Sabrina Gendotti e la consigliera comunale Raide Bassi
Luganese
1 gior

Agno, inquinamento da idrocarburi al vecchio Vedeggio

Alcuni militi della Caserma dei pompieri di Lugano sono intervenuti oggi pomeriggio verso le 15 per arginare la fuoriuscita di carburante
Ticino
1 gior

Coronavirus, annullata l'espoprofessioni prevista a marzo

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport: in sostituzione della XIV edizione sarà proposto un programma alternativo di eventi
Bellinzona
1 gior

Alleanza alle Comunali: l'Mps c'è, i Verdi ci pensano su

Se da una parta la posizione è chiara, gli ecologisti hanno invece bisogno di altro tempo per riflettere
Bellinzonese
1 gior

La biodiversità della golena da scoprire grazie a un percorso

A Bellinzona il progetto temporaneo invita adulti e bambini a prendersi il tempo per osservare l'ambiente naturale del bosco
Grigioni
1 gior

Respinto il progetto sul nuovo sistema per il Gc grigionese

Il Governo deve ora completare il messaggio dopo che la commissione preposta ha bocciato il modello ipotizzato per le elezioni
Mendrisiotto
17.10.2020 - 17:200

Carnevale culinario: ‘dobbiamo comunque essere pronti’

Pincirö, Esterefatti e Spacatimpan ci raccontano come stanno vivendo l'annullamento dell'edizione classica del 2021

Elaborare una strategia comune e farsi trovare pronti. Il mondo del Carnevale momò lo ha espresso in modo chiaro mercoledì scorso, durante l'incontro promosso dal Carnevale Nebiopoli di Chiasso. Il punto di partenza è chiaro: il prossimo anno, come ormai noto, per Carnevale potranno essere organizzati, seguendo le regole applicate nel settore gastronomico, unicamente eventi culinari. Ma tutto dipenderà dalla situazione sanitaria e dalle conseguenti regole che saranno in vigore nei primi mesi del 2021. Dopo la prima presa di contatto, gli organizzatori dei Carnevali del Mendrisiotto si ritroveranno nel corso del mese di novembre per un secondo scambio di opinioni e una valutazione più concreta di quanto potrà essere o meno organizzato. Le idee messe per ora sul tavolo sono sostanzialmente due: organizzare tutti gli appuntamenti momò nelle medesime date, evitando così assembramenti, e avere una comunicazione comune. Nebiopoli, tramite il suo presidente Alessandro Gazzani, si è già detto disponibile a mettere a disposizione la sua macchina organizzativa e i suoi canali. In attesa di capire se, e dove, gusteremo i piatti della tradizione carnascialesca, ci siamo intrattenuti con chi il Carnevale lo vive dall'interno, preparando carri, costumi e musiche.

I Pincirö festeggeranno il 50+1

Sul carro che ha sfilato a Chiasso e Bellinzona (e che avrebbe dovuto sfilare a Tesserete), i Pincirö di Balerna avevano lanciato l'appuntamento per il loro 50esimo. «Per l'edizione del 2021 avevamo dei progetti, come i festeggiamenti per il cinquantesimo – conferma Luca Ponti, presidente dal 2014 del gruppo che oggi conta 45 soci sparsi per il Cantone –. Sarebbe stato un anno speciale... A livello di festeggiamenti penso che salteremo all'edizione 2022 con il motto ‘50+1’, ma le incognite per organizzare e festeggiare sono sempre legate alla situazione sanitaria. Il comitato si sta comunque trovando per valutare eventuali strategie per la società e verso i soci del gruppo». Pincirö è il nome della terza generazione di costruttori di carri di Balerna. Il gruppo originario di chiamava ‘Peronospora’ e ha rallegrato gli animi fino alla vigilia dell guerra, poi ci sono stati quello de ‘La Sgraza’. Nel 1971 un gruppo di scout manifestò il desiderio di esprimere la propria creatività per il Carnevale. Luca Ponti valuta positivamente l'iniziativa lanciata dai vicini del Nebiopoli. «Negli anni abbiamo sempre collaborato con il Carnevale di Chiasso, gestendo una tendina con animazione – continua il presidente dei Pincirö –. Sono sincero, è un peccato che l'edizione 2021 non ci sia, ma prima di tutto è giusto pensare alla salute». Per quanto riguarda eventuali appuntamenti organizzati dal gruppo – che da sempre aiuta altre società di Balerna nell'organizzazione di eventi particolari che richiedono un impegno collettivo –, una decisione verrà presa «in base all'evolversi della pandemia e delle restrizioni per attività di gruppo e pubbliche».

Esterefatti, grazie al mercatino

Un secondo posto a Bellinzona e la vittoria a Chiasso hanno caratterizzato il Carnevale 2020 degli Esterefatti di Chiasso. Il gruppo nato nel 2002, presieduto da Micki Pavan, è stato protagonista durante l'estate del mercatino serale svoltosi lungo la zona pedonale di Chiasso. Un'attività extra Carnevale – che va a unirsi al mercatino di Natale e alla Festa di quartiere di Boffalora – che ha portato una boccata d'ossigeno alle casse. «Siamo un gruppo che si autotassa. Essere un gruppo numeroso, in media sono una cinquantina le persone che sfilano, ci ha portato ad aggiudicarci qualche premio e questo che ci ha aiutato – conferma Pavan –. L'annullamento di Tesserete ci ha bloccato. Non voglio essere venale, ma sarebbero stati soldi che ci avrebbero fatto comodo per sopravvivere, soprattutto per pagare il materiale e l'affitto del capannone acquistato dal Gruppo capannone carri di Carnevale». La nuova era della struttura ha portato a un aumento del canone di locazione per le società che lo occupano. «Non posso che ringraziare il Comune di Chiasso e gli organizzatori del mercatino serale che ci hanno chiesto di partecipare: queste serate ci hanno dato una grande boccata d'ossigeno che ci permetterà di pagare quasi tutto il capannone». Per quanto riguarda la collaborazione a livello distrettuale, Micki Pavan sottolinea che «è giusto cominciare a parlarne: riuscire a organizzare qualcosa rispettando regole e limitazioni sarà un grosso impegno. Ma se a momento debito potremo fare qualcosa, dovremo essere pronti». La collaborazione con Nebiopoli, del resto, «c'è sempre stata e ci sarà sempre – conclude il presidente degli Esterefatti –. Ero uno dei contrari allo spostamento delle date, ma devo fare i complimenti al nuovo comitato per una scelta difficile ma vincente che mi ha fatto ricredere».

Spacatimpan, le prove continuano

Fondata nel 1986 e composta da una cinquantina di membri, per la guggen Spacatimpan, il 2021 avrebbe dovuto essere un anno di festa. «Stavamo già discutendo con il comitato per i festeggiamenti per il 35esimo – commenta il presidente Massimo Dall'Oglio –, ma dopo il Rabadan si è fermato tutto e abbiamo cominciato a parlare di piano A, B e C». Se l'emergenza sanitaria lo consentirà, non è da escludere che le varie guggen vengano comunque coinvolte nell'animazione degli appuntamenti culinari. «Il Carnevale è organizzato da tutti e tutti hanno la loro importanza – sottolinea e conclude Dall'Oglio –. Rispetto a un carro che non viene costruito o un gruppo che non prepara i costumi, noi ci troviamo comunque per provare e suonare. Non faremo il costume, ma se ci sarà qualche evento dobbiamo essere pronti».

© Regiopress, All rights reserved