esercenti-del-mendrisiotto-pronti-a-riaprire
Si ricomincia, con nuove regole (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
7 ore

A Muggio ci si prepara per le Feste di San Lorenzo

Dal 12 al 14 agosto ci si ritroverà di nuovo per uno degli appuntamenti tradizionali del villaggio
Luganese
8 ore

Lugano, meno barche, più verde

Mozione interpartitica che propone a Città e cittadini il ridisegno del parchetto Lanchetta in via Castagnola, una ’zona molto pregiata del comune’
Bellinzonese
9 ore

Festa in piazza a Sobrio

Appuntamento per sabato 2 luglio. Durante l’evento si esibirà la nota fisarmonicista e cantante Sabrina Salvestrin
Bellinzonese
9 ore

Caffè letterario open air a Bellinzona

Appuntamento per mercoledì 29 giugno alle 20 al Camping Bellinzona
Grigioni
10 ore

Gara podistica e camminata popolare a Rossa

Appuntamento per domenica tre luglio sul meraviglioso fondovalle della Val Calanca
Bellinzonese
10 ore

Inaugurato Il Larice a Leontica

Il punto d’incontro ha come obiettivo quello di mantenere e possibilmente sviluppare il contesto socio-economico e culturale del paese
Gallery
Mendrisiotto
10 ore

Vacallo, il torneo Streetball gialloverde è stato un successo

Sport, festa e solidarietà alla manifestazione di giugno della Sav. Il ricavato è andato a favore del movimento giovanile
Luganese
10 ore

Rombano le Harley e le strade sono tutte (o quasi) loro

Da giovedì 30 giugno a domenica 3 luglio Lugano sarà letteralmente invasa dalle mitiche due-ruote. Evento che comporterà qualche cambiamento viario.
Luganese
10 ore

Incontro con Fabiano Alborghetti e il suo ‘Corpuscoli di Krause’

Nell’ambito del progetto Chilometro zero alla Biblioteca cantonale di Lugano incontro venerdì 1° luglio
Mendrisiotto
10 ore

Tiro obbligatorio alla Rovagina a Morbio Superiore

Appuntamento il 6 luglio prossimo per i tiratori con la pistola a 25 metri e il fucile a 300 metri
Luganese
10 ore

Presidio di protesta per la Conferenza sull’Ucraina

Per una ricostruzione democratica, indipendente, pluralista e sociale! È lo slogan scelto dal Movimento per il socialismo.
laR
 
07.05.2020 - 19:30

Esercenti del Mendrisiotto pronti a riaprire

Nel Distretto c'è voglia di ricominciare, ma sarà una 'nuova ristorazione'. Quadranti: 'Dovremo far sentire le persone al sicuro'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Ai momò, si sa, tenere le distanze costa fatica. La convivenza con il Covid-19, però, impone anche un'altra convivialità: niente abbracci o strette di mano. Prendere (letteralmente) le misure da banconi dei bar e tavoli dei ristoranti non raffredderà, comunque, l'ospitalità. Gli esercenti del Distretto ce la stanno mettendo proprio tutta per farsi trovare pronti in vista della ri-apertura di lunedì. Negli ultimi giorni è stato tutto un andirivieni di contatti e riunioni (rigorosamente via skype) per mettere a punto il piano d'azione, faro l'associazione mantello cantonale. I segnali che Flavio Quadranti, presidente di GastroMendrisiotto, sta ricevendo sono tutto sommato positivi. Adesso si aspetta l'ufficializzazione (di domani) dell'ordinanza federale.

'La maggior parte riaprirà i battenti'

"La maggior parte degli associati riapre - annuncia a 'laRegione' il presidente -. Qualcuno si prenderà un po' più di tempo per i preparativi, ma poi riprenderà l'attività. Certo è una riapertura a lavoro ridotto". Del resto, la quotidianità stessa non è più la stessa. "In effetti - conferma -, si ricomincia con una 'nuova' ristorazione: si sono dovuti rivedere piani di lavoro e spese". Anche le priorità sono cambiate. "In cima ai pensieri - riconosce Quadranti - c'è la salute del personale e della clientela. Tutte le direttive emanate sono state rispettate. Anche perché non vogliamo incappare in una sanzione. Questo è chiaro". Si è pensato persino di utilizzare contenitori per sale e pepe o olio e aceto monouso. 

Adattare i locali alle misure di protezione - sanificazione e distanze sociali -, è indubbio, ha dei costi. Quanto inciderà sulla cifra d'affari? "Quantificarlo adesso non è facile. Una cosa è certa: accanto agli affitti sarà una voce di spesa significativa e, soprattutto, in più. Poi dipenderà dalle dimensioni del ritrovo, dalla perdita di posti a sedere e dal volume dell'attività".  La consapevolezza che i ritrovi dovranno riconquistare i loro avventori c'è tutta. "Non a caso al secondo posto della nostra agenda - ci fa notare Quadranti - vi è la volontà chiara di far sentire la clientela al sicuro. Dovremo riuscire a convincere le persone a superare i timori e a uscire di casa per un caffè e a ritrovare il gusto di andare al ristorante, anche in vista della prossima stagione estiva. Come andrà? Lo vedremo settimana dopo settimana".

Dai Comuni idee e suolo pubblico

Gli esercenti, in ogni caso, sentono di non essere soli. Sono diversi i Comuni che hanno cercato di dare una mano congelando, ad esempio, gli affitti dei locali commerciali (come Chiasso e Mendrisio nella regione o Lugano) o esentando dalla tassa sul suolo pubblico; perché potersi allargare con i tavolini all'esterno aiuterà a far quadrare i bilanci. "Anche nel Mendrisiotto qualche Comune disposto ad aumentare di qualche decina di metri quadri l'occupazione del suolo pubblico c'è. Non solo, tanto Chiasso che Mendrisio hanno creato dei gruppi di lavoro che si stanno adoperando per trovare idee e progetti utili a questa ri-partenza".

L'asporto? Un servizio da non abbandonare

Creativi i ristoratori hanno già dimostrato di esserlo. Facendo di necessità virtù, hanno reagito al 'lockdown' organizzando un servizio di asporto. "È parte del nuovo modo di fare ristorazione. Io stesso, sono cuoco - ci dice Quadranti -, mi sono cimentato in questa attività per me prima non usuale. E devo dire che il riscontro, non finanziario ma da parte degli utenti, c'è stato: il servizio è stato apprezzato. Personalmente penso di continuare con questa attività e ho sentito che anche altri colleghi faranno lo stesso".

Se dovesse dire cosa le è mancato di più durante la crisi sanitaria acuta? "Senz'altro il contatto con la gente".

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved