ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

A Tesserete si celebra l’antropologo Bruno Manser

L’8 dicembre avrà luogo l’annuale riunione delle associazioni a tutela del territorio, con la partecipazione della Bruno Manser Fonds
Luganese
1 ora

Lugano, uno spettacolo per le persone con disabilità

Sabato 3 dicembre, per la Giornata internazionale delle persone con disabilità, si terrà al Lac un’azione performativa
Luganese
1 ora

Tesserete, posticipato il mercatino natalizio

L’evento si sarebbe dovuto tenere domenica 4 dicembre, ma è stato spostato all’11 dicembre a causa del meteo
Luganese
1 ora

Lugano, il Grand Tour of Switzerland al Parco San Michele

Lugano Region, in collaborazione con Svizzera Turismo, ha installato una postazione fotografica nel celebre punto panoramico
Mendrisiotto
1 ora

Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso

Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
1 ora

‘In Gendarmeria mancano effettivi’

Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
2 ore

Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda

Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
GALLERY
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio incontra i suoi 18enni al cinema

La cerimonia si è tenuta al multisala, dove i festeggiati hanno incontrato il Municipio e assistito alla proiezione del film ‘Domani’
Luganese
3 ore

Parte la decima edizione di MelideICE

Apre il 2 dicembre il villaggio natalizio sulla riva del lago, che resterà in funzione fino all’8 gennaio
Ticino
3 ore

Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’

Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
4 ore

Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar

L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
Luganese
4 ore

‘Casinisti’ attenti, a Lugano arriva il ‘rumorometro’

Il nuovo dispositivo, già testato nei primi due mesi di quest’anno, ha lo scopo di ridurre preventivamente il rumore causato dagli automobilisti
laR
 
25.04.2020 - 06:00
Aggiornamento: 10:21

Scende il prezzo del petrolio, ecco le disparità sulla benzina

Fare il pieno nel Mendrisiotto costa di più rispetto al resto del Cantone. Una differenza che verrà sottoposta alla Commissione della Concorrenza

di Stefano Lippmann
scende-il-prezzo-del-petrolio-ecco-le-disparita-sulla-benzina

“Le auto del Mendrisiotto hanno bisogno di una benzina speciale?” La domanda, evidentemente sarcastica, si inserisce nelle discussioni (da bar) che rivelano le differenze tra Sopra e Sottoceneri. Eppure, nell'ironia del quesito, si nasconde una verità: i momò, dal benzinaio, spendono effettivamente di più. In un mondo particolarmente in subbuglio, quello del petrolio, negli scorsi giorni si è assistito alla vertiginosa discesa del prezzo del barile, addirittura in territorio negativo. Un calo della domanda che si è manifestato anche in Ticino. 'Colpo' che hanno avvertito anche le stazioni di servizio, con diminuzioni del carburante venduto anche dell'80%. A fronte di questo importante cambiamento, alcuni distributori hanno cominciato ad abbassare i prezzi, facendo così ulteriormente venire alla luce le disparità presenti sul territorio. A Mendrisio, ieri, fare benzina (Senza Piombo) dove sborsare tra 1,44 e 1,47 franchi al litro. Il Diesel tra 1,52 e 1,55. Prezzi piuttosto costanti nel corso delle ultime settimane. Stesso discorso, in media, per Chiasso. Spostandosi di una ventina di chilometri, sempre su una via di transito transfrontaliera, i prezzi cambiano sensibilmente. Nel Malcantone – tra Magliaso e Caslano – il litro di benzina costava 1 franco e 27 centesimi nella migliore delle ipotesi, il diesel 1,39. Tra Mendrisio e Magliaso, dunque, 17 centesimi di differenza per ogni litro di Senza Piombo. Calcolando un ipotetico serbatoio di 50 litri, dunque, la differenza potrebbe anche essere di 8 franchi e 50 centesimi. Sulla stessa linea del Malcantone anche Giubiasco (1,28 franchi la benzina, 1,39 il diesel), mentre nel Locarnese (Losone e Ascona), fare il pieno alla propria auto significava spendere 1 franco e 32 per la benzina, 1,42 per il gasolio. A Savosa, il carburante era in vendita a 1 franco e 40, rispettivamente 1,48. E per finire Dongio, in Valle di Blenio, dove ieri la benzina era in vendita a 1,33; il diesel a 1,43. Soprattutto nel Sopraceneri, però, va annotato il fatto che i distributori applichino, a seconda delle promozioni, ulteriori centesimi di sconto. Per alcuni rivenditori, una spiegazione plausibile è quella del carburante acquistato mesi fa (a prezzi superiori) e prima di vedere un calo delle tariffe bisognerà aspettare ancora un po' di tempo.

'Confrontarsi nuovamente con il tema'

Giustificazioni che, però, stridono con quanto rilevato dal Consigliere nazionale Marco Romano (Ppd) nell'ottobre dello scorso anno. Romano, già allora, aveva chiamato in causa Mister Prezzi e denunciato l'anomalia a cui sono confrontati i cittadini del Mendrisiotto rispetto al resto del Cantone. E ora, interpellato da laRegione, rilancia: “Non è accettabile che i cittadini del Mendrisiotto paghino di più di quelli del Luganese”. Per questo motivo, spiega, sta allestendo un dossier che poi inoltrerà alla Commissione della Concorrenza (ComCo) affinché venga aperta un'indagine. “È giusto – sostiene – che ci si confronti nuovamente con il tema”. Nei primi anni del Duemila, infatti, era già stato redatto un rapporto il quale era arrivato alla conclusione che “si trattava di dinamiche di prezzo normali”. A distanza di quasi vent'anni, però, alcune incongruenze rimangono. Anche perché, riflette ancora il Consigliere nazionale, “nello spazio di pochi chilometri la stessa catena applica prezzi diversi. Eppure – ravvisa –, i costi di gestione non dovrebbero variare molto. Il riferimento, ad esempio, è agli affitti degli spazi che non dovrebbero variare sensibilmente e, allo stesso tempo, i fornitori di carburante sono i medesimi. Inoltre, “essendoci un Contratto collettivo di lavoro in essere, non dovrebbero esserci problemi nemmeno per quel che concerne potenziali diversità salariali in base alle zone di lavoro”. Da qui la domanda: “qual è la discriminante per applicare un prezzo diverso?”. Quesito che il Consigliere nazionale porrà alla Commissione della Concorrenza. 

Leggi anche:

Crollo petrolio, in Svizzera il prezzo della benzina non scende

Distributori di benzina, 'non si rabbocca più il serbatoio'

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved