la-sagra-del-borgo-sara-ecosostenibile-parola-di-municipio
Pronti alla svolta 'green' (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Locarnese
53 min

Il caro benzina appesantisce l’aviazione leggera

L’Aero club Locarno fa i conti con l’impennata del prezzo del carburante. Si vola meno e per i pezzi di ricambio occorre pazienza.
Mendrisiotto
53 min

Scuole di Riva San Vitale, ‘si rischia il blocco dei lavori’

A lanciare l’allarme è il municipale Sergio Bedulli: ‘Approvate quasi 30 opere non previste. Superamento dell’importo sulle delibere vicino al 10%’.
Ticino
53 min

Quarta dose per viaggiare? ‘Disponibile a pagamento’

Il secondo richiamo al momento non è né omologato da Swissmedic né raccomandato dall’Ufficio federale. Costa circa 60 franchi.
Luganese
6 ore

‘Un campeggio antimilitarista contro la conferenza a Lugano’

È quanto ha organizzato, da questa sera fino a lunedì, il Csoa Molino a Massagno al parco Ippocastano
Locarnese
8 ore

Polizia, Zanchi: ‘Niente campagna elettorale sugli agenti’

Locarno, il capodicastero sicurezza replica a Cotti: ‘Avevo informato tutti in municipio sui contenuti della conferenza stampa’.
Bellinzonese
9 ore

Gorduno-Galbisio, Santa Messa a San Carpoforo

Il Consiglio parrocchiale informa del cambiamento per la celebrazione di domenica 3 luglio delle 10.30
Mendrisiotto
10 ore

Riva San Vitale, una nuotata in compagnia

Il 10 luglio si terrà l’undicesima traversata popolare del golfo, organizzata in collaborazione con la Società di salvataggio Mendrisiotto
Mendrisiotto
10 ore

Chiasso, no usa e getta, tornano i bicchieri riutilizzabili

Il Municipio annuncia che manifestazioni come Nebiopoli e Festate avranno di nuovo, dopo la sperimentazione 2019, un’impronta più green
Luganese
10 ore

Lugano, nuove tecnologie e produzione industriale

A Lugano la 55esima edizione della Conferenza internazionale CIRP CMS sul tema ‘Leading manufacturing systems transformation’
Mendrisiotto
10 ore

Incontro ravvicinato tra i momò e il governo federale

In gita fuori porta, il Consiglio federale si è ritrovato a tu per tu con politici e popolazione. Incursione dei contrari a terza corsia A2 e area Tir
Ticino
11 ore

Passate le nubi nere della pandemia, Arcobaleno torna a crescere

Nell’anno del 25°, la Comunità tariffale del trasporto pubblico parte sotto i migliori auspici. ‘I prezzi sono convenienti’, ribadiscono più voci
Ticino
11 ore

‘Banca dati polizia: progetto affidato alla Confederazione’

Il governo risponde all’interrogazione di Galusero. Lui: ‘Sono deluso, l’assenza ancora oggi di un database nazionale fa il gioco della criminalità’
Mendrisio
17.03.2020 - 17:27

'La Sagra del Borgo sarà ecosostenibile'. Parola di Municipio

La Città lega a una Ordinanza l'utilizzo dei bicchieri multiuso alla manifestazione settembrina. Si passa dal test alla prassi

Essere ecosostenibili. Oggi la parola d'ordine a Mendrisio è questa. Soprattutto quando si tratta di manifestazioni ed eventi. Del resto, ormai in Città la plastica usa e getta ha i mesi contati: entro il 2021 l'autorità comunale la bandirà dal suolo pubblico. Non sorprende, quindi, la svolta 'verde' che il Municipio locale ha deciso di ancorare in modo formale a una Ordinanza in vista della prossima edizione della Sagra del Borgo. Appuntamento che, di questi tempi, tutti di sicuro - non solo gli organizzatori - confidano di poter confermare per l'ultima settimana di settembre. In fondo sarebbe un po' come tornare a brindare alla vita.

Un calice per sempre

L'impegno a favore dell'ambiente, insomma, è sempre più convinto. Anche se, va detto, già l'anno scorso i promotori della Sagra avevano anticipato la decisione municipale, testando l'introduzione di calici riutilizzabili. E lo hanno fatto con una duplice formula: l'acquisto (per 5 franchi) o il noleggio (per 2) del bicchiere della festa. Adesso, o meglio dal momento in cui l''Ordinanza municipale relativa alla Sagra del Borgo' diverrà definitiva, la prassi sarà istituzionalizzata. I contenuti del documento sono ora in pubblicazione fino al 9 aprile prossimo.

Ci pensano le prime due righe dell'articolo 6 - la vera novità dell'Ordinanza - a mettere in chiaro le regole del gioco. Lì il Municipio non lascia dubbi: "La manifestazione deve essere gestita in modo ecosostenibile. È fatto obbligo ai partecipanti di utilizzare i bicchieri multiuso". Un imperativo rafforzato qualche articolo più in là (nel 36), confermando, appunto, l'ecosostenibilità della Sagra.

Un passo alla volta

Quella di Mendrisio è stata, del resto, una marcia di avvicinamento graduale nella quale il mondo associativo ha giocato un ruolo attivo. Prima di arrivare a codificare, oggi per la manifestazione settembrina per eccellenza, domani a tutto campo, la presa di coscienza 'green' sul territorio comunale, è stata l'iniziativa e la buona volontà dei singoli eventi a testimoniare l'intenzione di cambiare le abitudini di chi fa festa. Così da LuppolaTi al Cavea festival, dall'appuntamento con la narrazione di Arzo alla Sagra del bue a Rancate, passando per San Martino, ci si è dati da fare a introdurre bicchieri e stoviglie riciclabili o riutilizzabili e a bandire la plastica monouso.

Il primo atto nel 2016 con una mozione

A dare la spinta al mondo delle manifestazioni, già nel 2016, era stata una mozione firmata dalla consigliera comunale dei Verdi Claudia Crivelli Barella, determinata a promuovere una gestione ecosostenibile dei rifiuti durante eventi e feste. Di ragioni per perorare la causa, già allora, per la consigliera ce ne erano più di una. Per cominciare, ricordava la mozione stessa, emergeva che da un calcolo "il 70 per cento del volume dei rifiuti prodotti in occasione di manifestazioni ed eventi deriva dal consumo di bevande". Quanto basta per modificare usi e costumi e rendere "prioritaria" una regolamentazione. Una esortazione poi accolta dall'esecutivo, che aveva ritenuto subito "lodevole" la proposta. Tanto da passare oggi dalle intenzioni ai fatti, almeno per la Sagra del Borgo.

Mezz'ora in più di musica

Se sul versante delle disposizioni legate all'ambiente ci si fa più stringenti, su quelli dell'intrattenimento a corollario della festa si annunciano delle concessioni. In questo caso è l'articolo 11 a stabilire che "il suono e il ballo sono autorizzati nelle corti e nei centri di ristorazione fino alle ore 00.30". Ovvero sino a mezzanotte e mezza, dunque per 30 minuti in più rispetto alla versione dell'Ordinanza del 2018. Certo, si ribadisce, il volume deve essere tale da non disturbare il vicinato e la quiete notturna e deve essere adeguato in modo da non disturbare altre attività presenti alla manifestazione". Prorogata, infine, dal 28 febbraio al 31 maggio anche la scadenza per presentare il "concetto di massima dell’organizzazione della Sagra".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved