01.06.2022 - 14:13
Aggiornamento: 19:03

Savosa, celebrati i primi 75 anni del Consiglio comunale

L’anniversario è stato sottolineato durante la seduta ordinaria di lunedì. Approvati all’unanimità i conti consuntivi.

savosa-celebrati-i-primi-75-anni-del-consiglio-comunale
La torta commemorativa

Savosa ha celebrato lunedì i primi 75 anni del Consiglio comunale. A margine della seduta, il sindaco ha portato il saluto ai consiglieri comunali, ringraziandoli per l’impegno a favore della cittadinanza, e ha elencato le priorità del Municipio per questo scorcio di legislatura. Sono poi intervenuti il presidente uscente del Consiglio comunale, e decano, Paolo Tamò, che ha illustrato la cronistoria dall’ultima Assemblea comunale ai festeggiamenti per i 50 e 75 anni del Cc, e ha sottolineato l’importanza dell’organo legislativo, "voce dei cittadini in materia di politica comunale", grazie anche allo strumento della mozione che, ha però ammonito, "deve essere utilizzato non quale semplice idea ma già prevedere un concreto progetto". L’ultimo intervento è stato quello di un emozionato Roberto Quadri, 85 anni, figlio del primo presidente dell’anno di istituzione del Cc (11 luglio 1947), che a sua volta ha ricoperto la carica nel 1967 e 1972. Nel suo intervento ha portato la testimonianza del contesto rurale di fine anni 40. "La via San Gottardo pavimentata con dadi di porfido era trafficata di carri e solo qualche auto; i nuclei di Savosa paese e Rovello erano i più densamente popolati e raggiungibili con strade in terra e ghiaia. Non più di una ventina di abitazioni sparse nel territorio e lungo le strade, alcune esistono ancora". Ha poi rilevato che, grazie al positivo ambiente politico in Consiglio comunale e in Municipio nel periodo 1964-1992 in cui ha militato, è stato possibile realizzare numerose e importanti opere.

Anna Bellosi prima cittadina

Durante la seduta di lunedì, il legislativo ha approvato all’unanimità i conti consuntivi 2021, chiusi con un utile di 200mila franchi a fronte di un disavanzo prospettato di 400mila franchi, grazie a importanti entrate per sopravvenienze d’imposta. La seduta ordinaria è stata aperta con il cambio di presidenza. Anna Bellosi (Verdi) è la nuova prima cittadina e sarà affiancata dai vicepresidenti Umberto Mascherin (Lega-Udc-Ind.) e Georg Paglialunga (Ppd). Nel suo discorso di insediamento, Anna Bellosi ha dichiarato di essersi interessata alla politica nel 2019 per questioni ambientali, partecipando a varie manifestazioni per il clima, e di essersi chiesta in seguito come mettere in pratica le sue azioni. Da qui la decisione di presentarsi alle elezioni comunali.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved