ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili

Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Locarno
6 ore

Incrocio del Debarcadero,via libera alla sistemazione

Passa in Consiglio comunale anche la progettazione definitiva degli spazi pubblici del centro urbano
Luganese
6 ore

Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo

Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
8 ore

‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’

Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
8 ore

Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione

In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
9 ore

‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’

Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Bellinzonese
9 ore

Airolo ha omaggiato i suoi 18enni

Il ricevimento ufficiale organizzato dal Municipio si è tenuto sabato 26 all’Infocentro A2 Gottardo Sud
Bellinzonese
10 ore

‘Raccontami una storia in ucraino’ a Bellinzona

L’attività promossa dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab si terrà mercoledì 30 novembre dalle 10 alle 11 nella sua sede
24.01.2022 - 20:32

Lugano, ‘i giovani vengono ascoltati’

Il Municipio assicura il loro coinvolgimento, mantiene attivi i canali di comunicazione e annuncia la possibile riattivazione del Parlamento

lugano-i-giovani-vengono-ascoltati
Palazzo Civico di Lugano (Ti-Press)

“Mantenere un monitoraggio costante delle necessità dei giovani, anche se non è sempre facile soprattutto perché queste sono in costante mutazione. Gli ultimi due anni stanno rappresentando una grande sfida anche per gli operatori che, in prima linea, si trovano confrontati e interagiscono con le ragazze e i ragazzi. Le restrizioni legate alla pandemia di Covid-19 e la costante incertezza sul futuro sono fonte di discussione e rappresentano per animatori e operatori di prossimità una tematica che si ripropone ciclicamente“. Questo è l’obiettivo del settore delle politiche giovanili citato dal Municipio nella risposta alla prima domanda formulata da Mattea David nell’interrogazione intitolata "Dialogo con i giovani: ora è importante (ri)attivarlo”. L’autorità ha fatto sapere di aver recentemente coinvolto tutti i giovani della città che, tramite un sondaggio (che rientra nella certificazione Unicef "Città amica dei bambini”), hanno potuto esprimere la propria opinione sui temi che li riguardano da vicino. La questione giovanile non viene sottovalutata, assicura il Municipio che ha di recente assunto un terzo operatore di prossimità e intende estendere l’apertura dei centri giovanili su tutto l’arco dell’anno. L’esecutivo ricorda che per mantenere i canali di comunicazione sono attivi spazi di incontro garantiti dagli operatori e dagli animatori ma il servizio di prossimità accoglie anche le richieste di coloro che non si recano nei centri. Lo stesso salotto mobile TheVan funge spesso da catalizzatore di idee e permette a tutti di esprimersi. Sempre il Municipio, informa che questo mese la responsabile delle politiche giovanili incontrerà un gruppo di giovani interessato a riattivare il Parlamento della Città di Lugano e all‘incontro parteciperà pure una rappresentante della Federazione svizzera dei parlamenti giovanili. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla conoscenza dei meccanismi democratici. L’esecutivo sostiene inoltre il Consiglio cantonale dei giovani tramite un invito personalizzato del materiale informativo alle ragazze e ai ragazzi di Lugano tra i 15 e i 19 (il 20% dei potenziali partecipanti in Ticino). Non mancano tuttavia difficoltà di partecipazioni. Il Municipio spiega come negli ultimi anni sia stato difficile da parte dei membri uscenti del Parlamento comunale, coinvolgere altri giovani per il rinnovo dell’Assemblea. Dal lavoro sul terreno, emerge inoltre che l’iniziativa dal ’basso’, ossia spontanea, ha più probabilità di successo rispetto alle proposte istituzionali. La collaborazione tra le commissioni di quartiere e quella dei giovani, sarebbe interessante, mette in evidenza l’esecutivo. Anche in questo caso, però, la partecipazione dovrebbe partire dal ‘basso’ per garantire collaborazioni innovative e una certa continuità. Il Municipio richiama l’esperienza della riqualifica di via Industria a Pregassona, un progetto di cui hanno beneficiato anche i giovani.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved