lugano-i-giovani-vengono-ascoltati
Palazzo Civico di Lugano (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

Edilizia, gli aumenti delle materie prime offuscano l’orizzonte

Gli impresari costruttori in assemblea a Mendrisio hanno toccato anche il tema delle infiltrazioni mafiose in Svizzera
Luganese
4 ore

Morcote, al via la stagione estiva per la famiglia

Il primo appuntamento è per domenica 22 a Parco Scherrer, quando andrà in scena lo spettacolo gratuito ‘Aspettando CartaSìa’
Mendrisiotto
4 ore

Sagra della castagna 2022, aperte le iscrizioni

Gli artigiani interessati si devono annunciare entro l’11 giugno. La manifestazione si terrà a Morbio Superiore
Luganese
4 ore

Rovio, verranno sostituiti i tre ippocastani abbattuti

Ha suscitato qualche polemica il taglio degli alberi in piazza. La decisione era stata presa dall’esecutivo in carica fino all’aggregazione
Ticino
4 ore

Imposte di circolazione, i dubbi di Plr e Ps restano

Le due iniziative popolari del Ppd continuano a non convincere del tutto. Speziali: ‘È finanziariamente sostenibile?’. Passalia: ‘Basta, si vada al voto’
Luganese
4 ore

Costi, qualità di vita, moltiplicatore: perché si lascia Lugano

Sebbene il trend demografico si sia invertito, uno studio evidenzia che il saldo migratorio nei confronti dei comuni ticinesi è ancora negativo
Mendrisiotto
4 ore

Si allarga il gremio dell’Ente regionale per lo sport

L’assemblea accoglie Vacallo. In vista anche l’ingresso di Balerna e Brusino Arsizio. Vistati regolamento e statuti
Mendrisiotto
4 ore

Al Serpiano si possono provare le hand bike

L’associazione Ti-Rex Sport ne ha acquistate quattro, che sarà possibile noleggiare per provare il percorso inaugurato lo scorso anno
24.01.2022 - 20:32

Lugano, ‘i giovani vengono ascoltati’

Il Municipio assicura il loro coinvolgimento, mantiene attivi i canali di comunicazione e annuncia la possibile riattivazione del Parlamento

“Mantenere un monitoraggio costante delle necessità dei giovani, anche se non è sempre facile soprattutto perché queste sono in costante mutazione. Gli ultimi due anni stanno rappresentando una grande sfida anche per gli operatori che, in prima linea, si trovano confrontati e interagiscono con le ragazze e i ragazzi. Le restrizioni legate alla pandemia di Covid-19 e la costante incertezza sul futuro sono fonte di discussione e rappresentano per animatori e operatori di prossimità una tematica che si ripropone ciclicamente“. Questo è l’obiettivo del settore delle politiche giovanili citato dal Municipio nella risposta alla prima domanda formulata da Mattea David nell’interrogazione intitolata "Dialogo con i giovani: ora è importante (ri)attivarlo”. L’autorità ha fatto sapere di aver recentemente coinvolto tutti i giovani della città che, tramite un sondaggio (che rientra nella certificazione Unicef "Città amica dei bambini”), hanno potuto esprimere la propria opinione sui temi che li riguardano da vicino. La questione giovanile non viene sottovalutata, assicura il Municipio che ha di recente assunto un terzo operatore di prossimità e intende estendere l’apertura dei centri giovanili su tutto l’arco dell’anno. L’esecutivo ricorda che per mantenere i canali di comunicazione sono attivi spazi di incontro garantiti dagli operatori e dagli animatori ma il servizio di prossimità accoglie anche le richieste di coloro che non si recano nei centri. Lo stesso salotto mobile TheVan funge spesso da catalizzatore di idee e permette a tutti di esprimersi. Sempre il Municipio, informa che questo mese la responsabile delle politiche giovanili incontrerà un gruppo di giovani interessato a riattivare il Parlamento della Città di Lugano e all‘incontro parteciperà pure una rappresentante della Federazione svizzera dei parlamenti giovanili. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla conoscenza dei meccanismi democratici. L’esecutivo sostiene inoltre il Consiglio cantonale dei giovani tramite un invito personalizzato del materiale informativo alle ragazze e ai ragazzi di Lugano tra i 15 e i 19 (il 20% dei potenziali partecipanti in Ticino). Non mancano tuttavia difficoltà di partecipazioni. Il Municipio spiega come negli ultimi anni sia stato difficile da parte dei membri uscenti del Parlamento comunale, coinvolgere altri giovani per il rinnovo dell’Assemblea. Dal lavoro sul terreno, emerge inoltre che l’iniziativa dal ’basso’, ossia spontanea, ha più probabilità di successo rispetto alle proposte istituzionali. La collaborazione tra le commissioni di quartiere e quella dei giovani, sarebbe interessante, mette in evidenza l’esecutivo. Anche in questo caso, però, la partecipazione dovrebbe partire dal ‘basso’ per garantire collaborazioni innovative e una certa continuità. Il Municipio richiama l’esperienza della riqualifica di via Industria a Pregassona, un progetto di cui hanno beneficiato anche i giovani.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
comunicazione giovani lugano municipio parlamento
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved