HANFMANN Y. (GER)
NADAL R. (ESP)
04:15
 
PHI Flyers
3
NY Islanders
2
3. tempo
(1-1 : 1-1 : 1-0)
BOS Bruins
1
CAR Hurricanes
5
2. tempo
(1-5 : 0-0)
WAS Capitals
3
WIN Jets
2
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 1-0)
OTT Senators
1
BUF Sabres
2
3. tempo
(0-1 : 1-0 : 0-1)
NAS Predators
1
VAN Canucks
1
2. tempo
(0-0 : 1-1)
DAL Stars
0
MON Canadiens
0
1. tempo
(0-0)
CAL Flames
1
FLO Panthers
0
1. tempo
(1-0)
la-citta-e-quell-insostenibile-rapporto-con-la-cina
Ti-Press/Archivio
Delegazioni di città cinesi intrattengono rapporti con il Municipio di Lugano da almeno 17 anni
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

L’accusa: ‘Erano mossi da intenti egoistici e avidità di denaro’

Caso Fec-Hottinger, chiesti quattro anni di reclusione per Rocco Zullino e due anni e nove mesi per Alfonso Mattei. Venti mesi per Tartaglia
Ticino
6 ore

‘Riforma tutorie, ora bisogna accelerare’

Preture di protezione, la presidente della commissione Giustizia: ‘Come deputati non dobbiamo perdere tempo’. Agna intanto propone dei correttivi
Bellinzonese
6 ore

Lupo in alta Valle, la Società agricola Bleniese scrive al CdS

Gli allevatori lamentano carenze nella comunicazione e sollecitano un incontro per definire una strategia da adottare in caso di presenza del predatore
Luganese
7 ore

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri
Locarnese
8 ore

Lungolago di Muralto, stop alla progettazione ‘totale’

Ritirato il messaggio per moderazione del traffico e riassetto urbano perché due dei tre comparti sono “troppo” legati alle incertezze in stazione
Ticino
8 ore

Scuole di musica e obbligo 2G: ‘Non ci sono margini di manovra’

Il Consiglio di Stato risponde al Conservatorio sulle novità introdotte a fine dicembre: formazioni non equiparate a scuola dell’obbligo o secondario II
Luganese
8 ore

Campione, ricorso al Tar contro il taglio della sanità ticinese

La delibera del Consiglio regionale della Lombardia è in vigore dal 15 dicembre. Un’avvocata chiede l’intervento del Tribunale amministrativo regionale
Mendrisiotto
8 ore

Piazza del Ponte, progetto in sospeso. ‘Che delusione’

La Lista civica torna alla carica con il Municipio di Mendrisio. ‘A che punto è il bando di concorso?’
28.09.2021 - 19:370

La Città e quell’insostenibile rapporto con la Cina

Interrogazione evidenzia l’incongruenza fra la campagna #Luganosostenibile e le pratiche delle autorità con le quali Lugano intrattiene relazioni

“Non ritiene, il Municipio di Lugano, che i continui inviti ufficiali dell’ambasciatore di Cina a Berna siano in contrasto con le critiche della Confederazione svizzera verso la Repubblica Popolare Cinese? Non pensa che ciò costituisca di fatto una legittimazione del genocidio praticato dalla Repubblica Popolare Cinese negli ultimi decenni in danno di minoranze etniche, religiose e politiche in Cina e in Tibet?”. Non avrebbero potuto essere più esplicite le prime domande poste dall’interrogazione interpartitica (primo firmatario il verde Niccolò Castelli) presentata all’esecutivo di Lugano che da anni oramai intrattiene relazioni con le autorità cinesi. Un’interrogazione che, da una parte, richiama la campagna di sensibilizzazione lanciata dal Municipio che appare in contrasto con le pratiche diffuse di lavori forzati a cui vengono costretti milioni di uomini, donne e minorenni di etnia uigura nella provincia dello Xinjiang, di cui parla un documento interno dell’Amministrazione cinese, il cosiddetto “Nankai Report”.

Non solo. Nell’atto parlamentare sono citate molte Organizzazioni internazionali indipendenti, centri di ricerca e principali mass media, che da anni diffondono testimonianze riguardo ai campi di concentramento in Cina e in Tibet. E viene ricordato che la Svizzera ha firmato nel 2019, assieme ad altri 22 Stati, la lettera destinata alla 41esima Sessione del Consiglio Onu dei Diritti dell’Uomo, denunciando i campi di concentramento e il genocidio in corso in Cina e nel Tibet. Pochi giorni fa il Consiglio nazionale ha dichiarato che la Svizzera deve rafforzare le sue attività per i diritti umani in Cina. Una mozione in tal senso è stata adottata da una netta maggioranza. Da qui muovono le altre domande: “Non ritiene il Municipio che gli inviti e lo scambio di complimenti con l’Ambasciatore cinese siano in contrasto con l’obiettivo no. 16, denominato ‘Pace e Giustizia’ (così come previsto anche dall’Agenda 2030 della Confederazione svizzera per uno sviluppo sostenibile), e con gli Obiettivi globali della sostenibilità delle Nazioni Unite riguardo ai quali il Municipio ha appena promosso una campagna denominata #Luganosostenibile?”. I consiglieri comunali ritengono che il Municipio debba sottoporre al Consiglio comunale l’attuale e il futuro assetto dei gemellaggi con paesi stranieri e che gli incontri ufficiali, siano essi con la Cina o con altri Paesi, avvengano in un contesto di conferenze pubbliche e d’incontri con i mass media e con la cittadinanza, dando a quest’ultima la possibilità di informarsi concretamente sulla situazione dei Paesi rappresentati dal proprio ambasciatore in Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved