campione-d-italia-il-comune-vende-cinque-gioielli-di-famiglia
Ti Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
16 min

Grande successo per la Triennale di Maroggia: prolungata

Spostata la data di chiusura ufficiale dal 5 novembre al 30 gennaio 2022 per la kermesse ‘Tra Strada e Street Art’
Locarnese
24 min

‘Il processo Zylla’, presentazione spostata al Dfa Supsi

Domani sera dalle 18.15 il libro dell’ex magistrato Luciano Giudici verrà illustrato nell’Aula magna del Dipartimento formazione e apprendimento a Locarno
Locarnese
34 min

Ad Ascona l’inaugurazione del Bicentenario Antonio Ciseri

Domani alle 18 al Museo Castello San Materno parte la mostra realizzata in collaborazione con l’associazione dedicata al grande artista
Ticino
35 min

Intervista a monsignor Chiappini: trasmissione contestata

L’Autorità indipendente in materia radiotelevisiva esaminerà un ricorso contro la puntata di ‘Millevoci’ sulla vicenda giudiziaria del religioso
Luganese
39 min

Si apre a Lugano la campagna per i contributi 2022

Per persone fisiche o giuridiche, ed enti che svolgono un’attività sociale, educativa, ambientale, sportiva, culturale, ricreativa e turistica
Luganese
53 min

Finanze, Lugano vede sempre più rosso

Preventivo 2022: deficit d’esercizio di 24,2 milioni di franchi. Foletti: ‘Resto fiducioso ma faticheremmo a sopportare altri due anni di pandemia’
Locarnese
55 min

Loco e Intragna, i musei domenica chiudono

Stagione espositiva al termine per le due realtà etnografiche regionali
Mendrisiotto
56 min

I volti del nuovo Ufficio presidenziale del Plr di Mendrisio

Rinnovato il comitato del prossimo quadriennio: ‘Ci impegneremo sempre per la nostra cittadina, più bella, più coraggiosa e più trasparente’
Luganese
25.09.2021 - 15:290
Aggiornamento : 26.09.2021 - 16:14

Campione d’Italia, il Comune vende cinque gioielli di famiglia

Il valore dei beni è stato quantificato complessivamente in 21 milioni di euro. Il sindaco Canesi: ‘Useremo il ricavato per pagare i debiti’

di Marco Marelli

Il comune di Campione d‘Italia mette all‘asta cinque gioielli di famiglia "per pagare i debiti’. Roberto Canesi, sindaco dell’enclave, non usa giri di parole. Il via libera all’alienazione dei cinque gioielli è giunto nel corso dell’ultima riunione del Consiglio comunale. “Gli uffici comunali stanno preparando i bandi per la vendita all’asta di Villa Franchini, di Villa Mimosa, della sede della polizia comunale (arrivata ad avere 22 agenti, mentre attualmente sono 2, ndr), di un’area del porto e di un’area edificabile” dice Canesi. "Complessivamente il valore dei cinque beni l’abbiamo quantificato in 21 milioni di euro. Per arrivare a fissare questi valori abbiamo dovuto rifare le perizie, in quanto quelle precedenti erano sbagliate’’.

Villa Franchini è una proprietà comunale di un lascito di Franco Franchini, ex sindaco dell’enclave e amico fraterno di Oscar Scalfaro, già capo dello Stato italiano, che nel testamento aveva posto una precisa condizione: quanto ricavato da un’eventuale vendita doveva essere destinato a favore della comunità campionese. ‘’E noi con la vendita di Villa Franchini, se ovviamente andrà a buon fine l’alienazione, faremo ripartire la scuola materna, la cui chiusura a seguito del dissesto finanziario del comune ha creato e sta creando grossi problemi alle nostre giovani famiglie’’ puntualizza Canesi. Franchini aveva lasciato in eredità anche una villa a Bordighiera, venduta lo scorso anno per oltre 600mila euro.

Villa Mimosa è invece una dimora affacciata sul Ceresio che si sarebbe voluto trasformare in una casa da gioco a disposizione della clientela cinese. Il sindaco dell’enclave conferma che ci sono già state manifestazioni di interesse per i cinque gioielli di famiglia che a breve andranno all’asta. Primo fra tutti Ernesto Preatoni, l’immobiliarista milanese residente a Lugano che, si dice, potrebbe investire anche nel Casinò. ’’Non è comunque l’unico", fa sapere Canesi. "Ma non è il caso di correre troppo in avanti. Auspico che chi intende investire a Campione d’Italia voglia sviluppare turismo e commercio, anche perchè non possiamo continuare a puntare solo sul casinò’’.

E a proposito della casa da gioco il sindaco dell’enclave afferma che "nei prossimi giorni sarà fissata l’assemblea della società di gestione della casa da gioco per la nomina del nuovo consiglio d’amministrazione che inizialmente prevede tre componenti (uno dei quali è scontato che sarà Marco Ambrosini, ndr). Diventeranno cinque nel momento in cui aprirà il Casinò’’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved