ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
16 ore

Minusio, Lyceum club da Pedro Pedrazzini

Visita all’atelier dello scultore locarnese giovedì prossimo. A seguire, la merenda
Gallery
Locarnese
16 ore

La Rega decolla nei consensi e nella simpatia

Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
18 ore

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
21 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
1 gior

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
1 gior

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
1 gior

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
25.09.2021 - 15:29
Aggiornamento: 26.09.2021 - 16:14

Campione d’Italia, il Comune vende cinque gioielli di famiglia

Il valore dei beni è stato quantificato complessivamente in 21 milioni di euro. Il sindaco Canesi: ‘Useremo il ricavato per pagare i debiti’

campione-d-italia-il-comune-vende-cinque-gioielli-di-famiglia
Ti Press

di Marco Marelli

Il comune di Campione d‘Italia mette all‘asta cinque gioielli di famiglia "per pagare i debiti’. Roberto Canesi, sindaco dell’enclave, non usa giri di parole. Il via libera all’alienazione dei cinque gioielli è giunto nel corso dell’ultima riunione del Consiglio comunale. “Gli uffici comunali stanno preparando i bandi per la vendita all’asta di Villa Franchini, di Villa Mimosa, della sede della polizia comunale (arrivata ad avere 22 agenti, mentre attualmente sono 2, ndr), di un’area del porto e di un’area edificabile” dice Canesi. "Complessivamente il valore dei cinque beni l’abbiamo quantificato in 21 milioni di euro. Per arrivare a fissare questi valori abbiamo dovuto rifare le perizie, in quanto quelle precedenti erano sbagliate’’.

Villa Franchini è una proprietà comunale di un lascito di Franco Franchini, ex sindaco dell’enclave e amico fraterno di Oscar Scalfaro, già capo dello Stato italiano, che nel testamento aveva posto una precisa condizione: quanto ricavato da un’eventuale vendita doveva essere destinato a favore della comunità campionese. ‘’E noi con la vendita di Villa Franchini, se ovviamente andrà a buon fine l’alienazione, faremo ripartire la scuola materna, la cui chiusura a seguito del dissesto finanziario del comune ha creato e sta creando grossi problemi alle nostre giovani famiglie’’ puntualizza Canesi. Franchini aveva lasciato in eredità anche una villa a Bordighiera, venduta lo scorso anno per oltre 600mila euro.

Villa Mimosa è invece una dimora affacciata sul Ceresio che si sarebbe voluto trasformare in una casa da gioco a disposizione della clientela cinese. Il sindaco dell’enclave conferma che ci sono già state manifestazioni di interesse per i cinque gioielli di famiglia che a breve andranno all’asta. Primo fra tutti Ernesto Preatoni, l’immobiliarista milanese residente a Lugano che, si dice, potrebbe investire anche nel Casinò. ’’Non è comunque l’unico", fa sapere Canesi. "Ma non è il caso di correre troppo in avanti. Auspico che chi intende investire a Campione d’Italia voglia sviluppare turismo e commercio, anche perchè non possiamo continuare a puntare solo sul casinò’’.

E a proposito della casa da gioco il sindaco dell’enclave afferma che "nei prossimi giorni sarà fissata l’assemblea della società di gestione della casa da gioco per la nomina del nuovo consiglio d’amministrazione che inizialmente prevede tre componenti (uno dei quali è scontato che sarà Marco Ambrosini, ndr). Diventeranno cinque nel momento in cui aprirà il Casinò’’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved