ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’

La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
2 ore

La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale

La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Luganese
2 ore

‘Vogliamo San Martino e San Provino iscritti all’Unesco’

Una petizione chiede che le due manifestazioni rurali siano riconosciute come beni immateriali. Un’iniziativa che parte dal basso, una prima in Svizzera
Locarnese
2 ore

‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’

È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
3 ore

No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media

‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
4 ore

Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti

Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Grigioni
4 ore

Verso un miglior sostegno ai familiari curanti nei Grigioni

Individuati tre punti centrali: sensibilizzazione della popolazione e dei datori di lavoro, così come migliori condizioni per le persone che prestano cure
Bellinzonese
5 ore

Successo per il Raiffeisen Kids Ski Day a Campo Blenio

Circa 130 bambini e bambine si sono lanciati nei percorsi dello sci alpino e dello sci freestyle preparati dallo Sci Club Greina e dall’Adula Snow Team
Bellinzonese
6 ore

Col Rabadan tornano i tradizionali appuntamenti culinari

Venerdì 17 pranzo degli anziani, lunedì 20 fondue e martedì 21 febbraio ‘risott e lüganig’ del Re. Gli eventi si terranno nel capannone in Piazza del Sole
01.12.2022 - 12:16
Aggiornamento: 15:40

Locarno, acqua fredda e luci più basse tra le misure energetiche

Il Municipio ha elencato la sua strategia per risparmiare energia durante l’inverno, con provvedimenti che toccano amministrazione e associazioni

locarno-acqua-fredda-e-luci-piu-basse-tra-le-misure-energetiche

Analogamente a quanto avvenuto in altre Città e Comuni svizzeri, il Municipio di Locarno si è chinato, nelle scorse settimane, sulla valutazione delle possibili misure da applicare per contribuire in modo sostanziale a una riduzione dei consumi energetici, specificatamente in questi mesi invernali.

Come spiegato in un comunicato, dal momento in cui la Città è diventata proprietaria dell’illuminazione pubblica, il Municipio ha messo in atto un risanamento complessivo di tutta la rete, commutando, in tre fasi, la quasi totalità dei punti luce in tecnologia Led. Questo ha permesso una riduzione di quasi il 50% dei consumi. Gli investimenti sono stati cospicui, ma i benefici sul medio e lungo periodo sono estremamente importanti e ben misurabili, sia finanziariamente, sia dal punto di vista ambientale. Sulla base della tecnologia installata, in collaborazione con la Ses e in ossequio alle direttive cantonali espresse sul tema, sono state ora pianificate diverse misure volte al contenimento dei consumi come ad esempio: lo spegnimento dalle 23 alle 5 dell’illuminazione nelle zone discoste e prive di abitazioni, l’applicazione di una regolazione più flessibile con una riduzione progressiva dell’intensità a partire dalle 22, lo spegnimento dell’illuminazione scenografica degli edifici storici.

Sono stati inoltre introdotti dei provvedimenti comportamentali per le collaboratrici e per i collaboratori dell’Amministrazione comunale, che spaziano dal limite dei 21 gradi massimi negli spazi lavorativi e di 18 gradi nelle palestre, fino ai miscelatori dei lavandini impostati esclusivamente sull’acqua fredda e così via. Sono in aggiunta stati pianificati interventi strutturali negli edifici, come ad esempio la posa di valvole termostatiche intelligenti sui radiatori di scuole e uffici amministrativi (parzialmente già in atto dallo scorso anno), l’aumento delle temperature nei locali server, la diminuzione del ricambio d’aria notturno ecc. Anche per ciò che concerne gli spazi assegnati ad associazioni varie per le attività sportive, gli utenti saranno chiamati a osservare misure comportamentali più attente al risparmio energetico, come limitare al massimo l’illuminazione dei campi, prediligendo le attività nella fascia diurna, scaldare gli spazi destinati agli allenamenti solo al momento del loro utilizzo e al massimo a 18 gradi e altro ancora.

Non da ultimo, sarà data grande importanza alla sensibilizzazione destinata a tutti gli utilizzatori di edifici e spazi pubblici per un uso parsimonioso delle risorse energetiche. Un punto sul quale si può ancora fare molto e che porterà risultati a lungo termine. Il Municipio – prosegue la nota – crede che una presa di coscienza da parte di tutti potrà garantire un benessere generale, evitando situazioni critiche, anche se questo comporterà una leggera perdita di comfort. A questo proposito l’Esecutivo cittadino rammenta le campagne informative e di sensibilizzazione sul tema approntate sia dalla Confederazione, sia dal Cantone Ticino. Nel contempo, fa notare come continuerà a infondere i suoi sforzi, proseguendo il cammino intrapreso a partire dal 2012 quando ha ottenuto per la prima volta la certificazione di "Città dell’energia", adottando in seguito una lunga serie di provvedimenti per un uso ragionato e parsimonioso dell’energia e per una corretta salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved