19.10.2022 - 16:56
Aggiornamento: 17:40

Muralto, quando già il verbale è oggetto di ricorso

Seduta di legislativo da subito un tantino movimentata, lunedì scorso. Il documento sarà oggetto di un’istanza al Consiglio di Stato

muralto-quando-gia-il-verbale-e-oggetto-di-ricorso

Acque sempre un tantino agitate in Consiglio comunale a Muralto. Temi da affrontare alla mano, quella di lunedì scorso doveva essere una serata all’apparenza ‘senza storia’, con due crediti all’ordine del giorno. Così, una volta ancora, non è stato, perché già in entrata si è assistito a un giro d’interventi sull’approvazione del verbale, ritenuto da Bibiano Monotti e Gian Luigi Varini (entrambi di Muralto Democratica) inesatto e incompleto. Scambi di pareri e, alla fine, la proposta di rinvio. Matija Terzic, presidente del legislativo, l’ha messa ai voti, la maggioranza dei presenti ha comunque ritenuto opportuno archiviarlo. Monotti ha già annunciato che farà ricorso al Consiglio di Stato.

Le discussioni sono proseguite poi attorno al risanamento fonico della pavimentazione stradale in via Collegiata (credito 1,4 milioni). Il capodicastero Renato Canziani ha illustrato i contenuti del progetto, mentre Fabio Magri (Muralto Democratica) ha auspicato la trasformazione di questa arteria in strada primaria per chi lascia la città di Locarno. Ha pure suggerito di completare la pista ciclabile su via Simen e la Stazione, inserita nel Programma di agglomerato del Locarnese. Nella sua replica, il municipale ha spiegato che una simile trasformazione richiederà tempo, mentre che per il tracciato delle bici occorrerà attendere che siano dapprima evasi i ricorsi presentati a Minusio, Comune che condivide il tracciato di via Simen con Muralto. In coda ai lavori il sindaco Stefano Gilardi si è soffermato su una mozione relativa al ‘caso Alvad’, a firma Muralto Democratica. Gilardi, pure presidente dell’Associazione di cure e aiuto domiciliare del Locarnese e Vallemaggia, ha ribadito che una gran parte dei dipendenti ha preso le distanze da coloro che denunciavano disagi e favoritismi in seno alla stessa. La questione sarà portata anche all’assemblea dell’Alvad, il prossimo 14 dicembre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved