16.08.2022 - 16:04

83enne scomparso nel Verbano, le ricerche riprendono mercoledì

La navigazione, gli sport acquatici e la pesca saranno vietate dalle 7.30 alle 20 per un chilometro quadrato di fronte alla zona Vignascia nel Gambarogno

83enne-scomparso-nel-verbano-le-ricerche-riprendono-mercoledi

Ripartiranno mercoledi 17 agosto, dopo la fase di pianificazione, le ricerche del corpo dell’83 confederato scomparso nel Lago Maggiore, dopo una nuotata negli scorsi giorni. Lo comunica la Polizia cantonale. Le ricerche si concentreranno al largo di Vira Gambarogno (zona Vignascia) con la collaborazione del Gruppo ricerca elettronica subacquea (GRES) della Polizia cantonale di Ginevra e il ricorso a un’apparecchiatura specialistica, tra cui un sonar per il rilevamento del fondale e un robot per il recupero in questi specifici frangenti.

A riguardo, per ragioni di sicurezza e per non ostacolare l’attività di ricerca (che si svolgerà a circa 500 metri da riva, in un’area in cui il fondale risulta profondo oltre un centinaio di metri), le autorità comunicano che la navigazione, l’ancoraggio dei natanti, le attività sportive (come lo sci d’acqua), le attività di pesca e di posa delle reti non saranno consentiti dalle 7.30 alle 20, per un’estensione di un chilometro quadrato di fronte alla zona Vignascia, Saranno per contro ammessi la partenza e l’arrivo dei natanti ormeggiati nel comprensorio di Vira Gambarogno con l’invito a limitare la velocità e di conseguenza il moto ondoso

Leggi anche:

Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved