alla-diga-sambuco-un-piccolo-centro-d-accoglienza
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
16 min

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
1 ora

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
1 ora

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
1 ora

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
1 ora

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
1 ora

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
2 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
3 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
09.06.2022 - 17:26

Alla diga Sambuco un piccolo centro d’accoglienza

Domenica parte la stagione del nuovo grottino con infopoint destinato a turisti e frequentatori della montagna. Un progetto di valorizzazione territoriale

Un piccolo grottino vicino al lago. Non sulle rive del Verbano o del Ceresio, bensì in alta Lavizzara. Più precisamente sopra Fusio, alla diga del Sambuco, il gigante maestoso che dà vita a un grande invaso artificiale dai colori bellissimi e dalla vista mozzafiato, dove il vecchio prefabbricato in legno che per oltre quindici anni ha funto da chiosco e punto di informazione per i turisti di passaggio ha lasciato il posto a un ben più elegante – e ben inserito nel contesto naturale circostante (grazie alla scelta di legname e pietra per la sua costruzione) – piccolo punto di ristoro. Sta per partire la stagione estiva ed ecco che, domenica 12 giugno, i proprietari e gerenti Lara e Fabio Dazio si apprestano ad accogliere i clienti. Per l’occasione l’inaugurazione verrà sottolineata da un momento di festa, con l’aperitivo offerto dalle 11.30 e la maccheronata, sulle note del musicista Maurizio, servita dalle 12.30 in poi.
Dell’opportunità di creare un centro d’accoglienza turistica ben attrezzato (con snack bar, take away e infopoint) al Sambuco si parla, ormai, da anni. La zona è infatti particolarmente frequentata tutte le stagioni. Oltre a coloro che la scelgono come meta per una scampagnata domenicale, vi sono infatti gli escursionisti (è uno snodo cruciale per tanti sentieri alpini), i pescatori, gli arrampicatori (richiamati dalla nuova via-palestra creata proprio sullo sbarramento idrico) e i ciclisti che cercano salite mozzafiato. Ed è proprio pensando a questo gran numero di potenziali utenti che Comune, Ofima (proprietaria dello sbarramento idroelettrico), Patriziato, Cantone e l’allora Ente Turistico di Vallemaggia hanno iniziato, in passato, a sondare il terreno commissionando uno Studio per la valorizzazione turistica della Valle del Sambuco. Un progetto inserito nel Masterplan Alta Vallemaggia, che ha avuto una gestazione assai lunga ma che ora, finalmente, si è concretizzato. «La nostra intenzione è quella di garantire l’apertura del locale sette giorni su sette, da Pasqua a ottobre. Meteo permettendo magari oltre queste scadenze – spiega Fabio Dazio –. Quassù anche quando la strada carrabile è chiusa per la stagione invernale, c’è sempre un viavai di gente. Quindi non escludiamo di tenere aperto anche solo in determinati periodi della stagione fredda. Oltre all’offerta culinaria (prodotti nostrani) e all’infopoint, vorremmo continuare con la promozione delle bici elettriche, con il punto noleggio e la colonnina di ricarica in arrivo». Una quindicina i posti al coperto, altrettanti all’esterno (dove sono presenti pure i servizi igienici), per questo chiaro e coraggioso esempio di sviluppo dei servizi del territorio. Occorre infatti investire per la sua valorizzazione, e la palestra d’arrampicata e il grottino ne sono un chiaro esempio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
centro diga sambuco infopoint valorizzazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved