ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
11 ore

Minusio, Lyceum club da Pedro Pedrazzini

Visita all’atelier dello scultore locarnese giovedì prossimo. A seguire, la merenda
Gallery
Locarnese
12 ore

La Rega decolla nei consensi e nella simpatia

Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
13 ore

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
16 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
20 ore

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
23 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
23 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Luganese
1 gior

‘Per il Decs è permesso fare propaganda politica nelle scuole?’

In un’interrogazione Robbiani e Guscio (Lega) contestano una lettera recapitata alle famiglie nella quale si invita a manifestare al taglio alle pensioni
Luganese
1 gior

Castagnola, credito di 3,5 milioni per via Cortivo

Il progetto intende sostituire le canalizzazioni comunali come pure realizzare un posteggio per cicli e motocicli
Ticino
1 gior

Un ottobre da... radar

Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
1 gior

Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente

Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
1 gior

Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023

Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Luganese
1 gior

A Lugano e Mendrisio la Biennale svizzera del territorio

Si terrà dal 6 all’8 ottobre. Il pubblico verrà confrontato con il tema ‘(non)finito’, legato alla continua necessità di materie prime
Luganese
1 gior

Radioastronomia, all’Usi la conferenza ‘Swiss Ska Days’

L’incontro avrà luogo il 3 e il 4 ottobre. Lo Ska è un progetto internazionale che ha l’obiettivo di costruire il più grande radiotelescopio al mondo
08.03.2022 - 12:17
Aggiornamento: 14:10

Verzasca, ‘il Masterplan è uno strumento che convince’

La consultazione popolare per il rinnovo del piano di sviluppo ha visto una partecipazione sentita. Parola chiave per il futuro: sostenibilità

verzasca-il-masterplan-e-uno-strumento-che-convince
Ti-Press
Socialità, demografia, economia, turismo, viabilità, cultura… lo sviluppo ha molteplici dimensioni che vanno calibrate

«In tutta onestà, speravamo in una bella partecipazione. Ma il numero dei partecipanti finali ci ha sorpreso in bene. Il responso è stato davvero ottimo», osserva con soddisfazione Alessandro Speziali, coordinatore del ‘Masterplan Verzasca 2030’, quando gli chiediamo un paio di considerazioni circa l’esito della consultazione popolare per il rinnovo del piano di sviluppo della valle (avviato nel 2018). Il sondaggio spedito a tutti i fuochi è stato lanciato lo scorso 10 febbraio dall’Associazione dei Comuni della Valle Verzasca e del Piano (Acvv), con il coordinamento della Fondazione Verzasca.

La consultazione si è conclusa il 20 febbraio scorso e, come sottolineato dal coordinatore, ha avuto una bella e sentita risposta, a dimostrazione dell’unità della valle e anche di condivisione dei progetti di sviluppo che la riguardano. Rispetto all’adesione della popolazione, Speziali aggiunge che una lettura molto positiva va anche data alle osservazioni scritte, che denotano interesse e attenzione per la costruzione condivisa del futuro della valle. «Il contributo è molto interessante e fondamentalmente ci dice due cose: il territorio è presente ed esprime interesse, e lo sviluppo della Verzasca attraverso il Masterplan è uno strumento che convince».

Clima partecipativo

Il piano di sviluppo non è «calato dall’alto, ma parte dal territorio e si adatta al territorio, permettendo alla progettualità di mettere radici»: tenendo fede a questo principio è stato lanciato il sondaggio di rinnovo, cui hanno partecipato «cittadini, aziende, consiglieri comunali e municipali… tutti (in totale 215, fra Piano e Valle; ndr) hanno potuto dire la propria», tiene a sottolineare, aggiungendo che «questo tipo di approccio aperto permetterà di calibrare al meglio le priorità, dando anche idee nuove per il futuro». Inoltre, negli anni – rimarca il coordinatore – sono state intessute fondamentali e «ottime collaborazioni con Comuni, patriziati, associazioni, aziende e privati. Anche con l’Organizzazione turistica e l’Ente regionale per lo sviluppo, nonché l’Ufficio per lo sviluppo economico. Il progresso si costruisce tutti insieme, ciò permette di trasporre i progetti dalla carta ai cantieri veri e propri».

Parola chiave: sostenibilità

Facendo scorrere i risultati consultabili al sito www.verzasca.ch/masterplan, emerge come fra i partecipanti sia essenziale la valorizzazione a tuttotondo della valle e la sua salvaguardia. La parola chiave è quindi «sostenibilità, che ha molte dimensioni». L’attenzione a questo tema è molto alta, conferma il coordinatore del Masterplan. La popolazione, in sostanza, auspica uno sviluppo sostenibile in tutte le sue forme – economica, demografica, turistica, culturale, viaria – rispettoso di una terra autentica: «L’obiettivo è quindi interpretare bene i concetti di crescita e sviluppo», chiosa Speziali. Una formula alchemica che ha quale ingrediente principale la valle con il suo bagaglio fatto di una natura mozzafiato, una storia e una cultura umane che su di essa si sono plasmate. «E che avranno ancora molto da raccontare».

Terra di economia e turismo circolari

La strategia di sviluppo si muove su tre assi condivisi: aumentare l’attrattiva residenziale (per arginare l’annoso fenomeno dello spopolamento), promuovere un turismo sostenibile e salvaguardare il territorio con il suo patrimonio naturalistico, storico e culturale, promuovendo per esempio iniziative che tutelino e valorizzino quello materiale (architettura tipica) e immateriale (tradizioni).

Primo asse ‘Vivere e lavorare in valle’, che chiama in causa, fra gli altri, opportunità di lavoro, servizi di prossimità alla popolazione, mobilità. Fra le priorità espresse dalla popolazione (52,1%) l’apertura di un nuovo e ampio negozio a Brione Verzasca (verosimilmente nel 2024); al secondo posto il 48,8 per cento della popolazione che ha preso parte al sondaggio chiede una «campagna strutturata di rilancio demografico».

Secondo asse di lavoro è il ‘Turismo sostenibile’ che, oltre essere un importante bacino di posti di lavoro, pone una questione non da poco: ovvero la gestione del traffico in valle che, soprattutto nelle stagioni calde e nei periodi festivi, congestiona la strada. "La questione della gestione del traffico di giornata è sempre molto sentita, e in questo senso si conferma molto opportuna la scelta fatta lo scorso anno di costituire un gruppo di lavoro permanente per la gestione della viabilità, coinvolgendo tutte le autorità del territorio", si legge nel comunicato stampa. Fra i progetti ritenuti prioritari per questo asse troviamo "il centro polisportivo a Sonogno, campeggio alpino a Brione, l’albergo diffuso a Corippo che verrà inaugurato tra poche settimane".

Il valore della natura e delle peculiarità territoriali (terzo asse ‘Territorio’) per la popolazione è molto forte: emerge infatti "l’apprezzamento per un innovativo progetto di territorio sostenibile, che potrebbe nascere in collaborazione con la Scuola alberghiera di Losanna" con cui sono già stati stabiliti dei contatti, ha aggiunto Speziali. Lo scopo è una Verzasca "terra di economia e turismo circolare: ovvero che privilegia una crescita sostenibile, vicina ai produttori e ai commerci locali, che sfrutta il trasporto pubblico, che propone attività ben integrate nella natura".

"Ora i progetti saranno valutati, approfonditi e condivisi con i Comuni, che ricoprono un ruolo strategico e centrale nello sviluppo del masterplan, chiarendo per ogni iniziativa i promotori, partner e finanziamenti. Una governance che in questi anni si è rivelata vincente e che intende impegnarsi anche nei prossimi".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved