ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
6 min

La sinistra si spacca sulle armi svizzere all’Ucraina

Il permesso alla riesportazione, sostenuto dal Ps svizzero, non piace a quello ticinese. Carobbio: ‘Intensificare la diplomazia’
Ticino
6 min

Aumentano i controlli radar? ‘Flasha’ l’interpellanza del Centro

Marco Passalia e Fiorenzo Dadò passano dalle parole ai fatti e chiedono al governo se ‘non si stia esagerando’ e se ‘l’intenzione sia far cassetta’
GALLERY
Mendrisiotto
6 ore

Il Ministro di Nebiopoli ha di nuovo le chiavi della città

Davanti a una piazza movimentata dalla musica della guggen, sono iniziati i festeggiamenti di Chiasso, a quasi tre anni dall’ultima vera edizione
Luganese
7 ore

Scontro tra un’auto e un centauro a Vezia

Ferite non gravi per il motociclista scaraventato a terra dall’impatto. Il traffico in via San Gottardo è rimasto perturbato per circa un’ora
Mendrisiotto
7 ore

‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’

Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Bellinzonese
7 ore

Incidente d’auto a Gnosca: esce di strada e cozza contro un muro

Da una prima valutazione medica l’uomo avrebbe riportato ferite tali da metterne in pericolo la vita. La tratta rimarrà bloccata almeno fino alle 22
Ticino
9 ore

‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’

La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
9 ore

La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale

La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Luganese
10 ore

‘Vogliamo San Martino e San Provino iscritti all’Unesco’

Una petizione chiede che le due manifestazioni rurali siano riconosciute come beni immateriali. Un’iniziativa che parte dal basso, una prima in Svizzera
Locarnese
10 ore

‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’

È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
11 ore

No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media

‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
12 ore

Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti

Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Grigioni
12 ore

Verso un miglior sostegno ai familiari curanti nei Grigioni

Individuati tre punti centrali: sensibilizzazione della popolazione e dei datori di lavoro, così come migliori condizioni per le persone che prestano cure
Bellinzonese
13 ore

Successo per il Raiffeisen Kids Ski Day a Campo Blenio

Circa 130 bambini e bambine si sono lanciati nei percorsi dello sci alpino e dello sci freestyle preparati dallo Sci Club Greina e dall’Adula Snow Team
Bellinzonese
13 ore

Col Rabadan tornano i tradizionali appuntamenti culinari

Venerdì 17 pranzo degli anziani, lunedì 20 fondue e martedì 21 febbraio ‘risott e lüganig’ del Re. Gli eventi si terranno nel capannone in Piazza del Sole
Losone
24.02.2022 - 18:22
Aggiornamento: 18:42

Losone, non pubblicarmi solo per un like

Nel parco giochi Rivercegno, il Comune ha affisso degli adesivi per informare su pericoli e rischi della pubblicazione online di foto e video di bambini

losone-non-pubblicarmi-solo-per-un-like

Il primo sorriso; il primo sbadiglio; il primo dentino, poi due, tre; i primi passi in casa, in strada, nel bosco, al parco. E ancora il primo giorno di asilo, di scuola e l’elenco potrebbe essere infinito. Momenti che, dacché la fotografia (analogica prima, digitale poi) è diventata di massa, sono stati immortalati da genitori orgogliosi di fermare il tempo su conquiste e momenti decisivi, teneri e buffi che raccontano il quotidiano dei loro figli, la loro crescita. Fino a che questi scatti intimi sono custoditi in album cartacei, o dimenticati in qualche scatola, la storia dei bambini resta nell’intimità familiare. Tuttavia, la diffusione dei social media ha dato al tema una nuova dimensione, consentendo al pubblico di internet, ampio e sconosciuto, di entrarvi. L’esposizione mediatica di immagini private dei propri figli, seppur fatta a fin di bene, può avere conseguenze molto pericolose.

L’occasione di trattare il fenomeno dello ‘sharenting’ – "portmanteau" (o aplologia) fra ‘oversharing’ (che sta per eccesso di condivisione) e ‘parenting’ (genitorialità) – ce l’ha data l’iniziativa del Comune di Losone che ha aderito alla campagna ‘Privacy Playground’, promossa dalla fondazione Protezione dell’infanzia Svizzera, che sensibilizza i genitori sui rischi della condivisione in rete di foto e video di bambine e bambini, ricordi che rischiano di finire sotto occhi e in mani poco raccomandabili.

«C’è una differenza sostanziale fra la pubblicazione online di foto dei propri figli o con i propri figli e gli album fotografici del passato. Negli anni addietro, si immortalavano momenti che avevano una loro unicità, anche perché non si scattavano foto con la frequenza di oggi», introduce Ilario Lodi responsabile per la Svizzera italiana di Pro Juventute. La divulgazione delle immagini dei propri figli per mezzo dei media sociali «non ha lo scopo di serbare un ricordo», da qui il significato nuovo e molto diverso che acquistano le fotografie familiari. Bisogna quindi considerare che a diventare centrale «è il gesto fotografico col cellulare, non tanto il suo contenuto», specifica. Soprattutto non va trascurata, aggiunge l’interlocutore, la questione della violazione della sfera privata e il fatto che così facendo «si consegna al mondo intero l’immagine del proprio figlio, al di là del desiderio di costruire una propria storia», e fare memoria familiare. Al bisogno di mettere in mostra e – di riflesso "prendere qualche like" –, «siamo stati preparati inconsapevolmente da un mondo che sprona al voyeurismo; che invita costantemente a mostrare e guardare, senza porsi la domanda del perché, seppur venga fatto in buona fede», osserva Lodi.

Violazione della sfera privata

Quando si pubblicano in rete foto e video di minorenni bisogna essere coscienti che ci sono persone che li raccolgono e li utilizzano in contesti sessuali, magari rielaborandoli, provocando anche gravi atti di cyberbullismo quando le bambine e i bambini crescono. Se le immagini sono pure accompagnate, anche involontariamente, da dati sensibili, come il luogo di domicilio, i soprusi rischiano di trasferirsi, nei casi peggiori, all’ambiente reale.

Oltre alle pesanti conseguenze che possono correre i più piccoli, lo sharenting viola la loro sfera privata, tutelata dall’articolo 16 della Convenzione sui diritti dell’infanzia, e il diritto alla loro immagine. "È importante che i genitori siano consapevoli della loro responsabilità e considerino sempre con attenzione le foto che pubblicano", si legge sulla pagina web di Pro Juventute.

La campagna nel parco giochi

«È un tema molto importante che non va sottovalutato, per cui il Municipio ha deciso di aderire alla campagna di sensibilizzazione, che ben rientra nel solco della politica attuata dal Comune, attento e sensibile ai temi della famiglia e dell’infanzia», spiega Fausto Fornera, vicesindaco e Capodicastero sport e tempo libero di Losone. Aggiunge quindi: «Privacy Playground mira a far prendere coscienza del fenomeno e come Comune ci siamo attivati per fare la nostra parte».

Il progetto pilota è stato lanciato nel parco giochi in via Rivercegno, dove sono stati affissi dei grandi adesivi a forma di draghi e mostri, ognuno con un codice QR mimetizzato nel disegno. Quando un genitore scatterà una foto della propria bambina o bambino con il telefono, inquadrando uno degli adesivi, apparirà un messaggio che indirizzerà alla pagina di approfondimento di "Privacy Playground".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved