ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Il futuro dell’aeroporto? Lo deciderà il legislativo di Lugano

Anche voci contrarie allo scalo nella serata pubblica organizzata a Bioggio, con il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Ticino
4 ore

‘Nessun soccorso rossoverde per salvare il posto a Claudio Zali’

È il messaggio lanciato da Fabrizio Sirica. ‘È il padre cantonale del progetto PoLuMe. Rappresenta una finta ecologia che vogliamo combattere’.
Mendrisiotto
5 ore

Direttiva Plr a porte chiuse a Mendrisio

I vertici si sono ritrovati al Coronado, ma nessuno parla. I commenti sono rinviati ai prossimi giorni
Mendrisiotto
7 ore

Giornata contro il cancro infantile, ci si trova a LaFilanda

Il gruppo genitori ‘Insieme con Coraggio’ organizza un pomeriggio di festa per il 15 febbraio
Mendrisiotto
7 ore

Cena benefica a favore del Togo

L’appuntamento di sabato 4 febbraio sarà inoltre un’occasione per parlare dell’inaugurazione di un blocco operatorio nell’ospedale di Ayomé
Luganese
7 ore

Monteceneri: inquinamento privato, risanamento pubblico

Malgrado la bonifica tra il 2002 e il 2003, nelle acque sotterranee del sito, in cui operava una ditta decenni fa, sono finite tracce di cromo esavalente
Luganese
7 ore

Funicolare Monte Brè, quale sostegno dalla Città?

In Commissione le opinioni divergono, la durata del contributo potrebbe venir dimezzata ma non tutti sono d’accordo
Gallery
Mendrisiotto
8 ore

Laveggio, i giorni passano e i problemi restano

Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
campione d'italia
8 ore

Il Presidente della Provincia di Como in visita sul Ceresio

Massimo Mastromarino ha elogiato l’intervento del battello che si occupa di ripulire i fondali
11.02.2022 - 10:13
Aggiornamento: 18:23

Gambarogno, entro oggi fine dello spegnimento dell’incendio

Il comunicato odierno conferma le previsioni date già mercoledì scorso. Tutti i Corpi impegnati anche nei prossimi giorni col dispositivo di sorveglianza

gambarogno-entro-oggi-fine-dello-spegnimento-dell-incendio
Ti-Press
Si lavora per scongiurare la riaccensione...

Monte di Gambarogno, le azioni di spegnimento messe in campo negli ultimi giorni sono state efficaci, a confermarlo anche i rilievi notturni. Il bollettino mattutino diramato dai pompieri della Città di Bellinzona è ottimista e riafferma le previsioni fatte negli scorsi giorni di portare a termine le operazioni di spegnimento e bonifica (sotto la responsabilità del comandante Samuele Barenco) entro la fine della giornata, “sebbene – si precisa nel comunicato – la presenza di punti caldi e focolai covanti nel sottosuolo non potrà essere completamente esclusa”. Nel pomeriggio, si procederà dunque alla smobilitazione del dispositivo dell’alpe di Neggia dopo ben 13 giorni di lavoro, ma le previsioni meteorologiche hanno annunciato “una nuova fase di vento da nord, con raffiche sino ai 90 chilometri orari”, perciò “si stanno analizzando le possibili conseguenze e pianificando le misure organizzative necessarie”, si legge nel comunicato odierno.

Da stasera: terza fase dell’intervento

La terza fase entrerà nel vivo questa sera e prevede “una presenza nelle ore diurne di un gruppo di pompieri di montagna, incaricati di pattugliare e sorvegliare l’area dell’incendio”. La squadra sarà equipaggiata “per intervenire puntualmente su eventuali punti caldi o focolai che dovessero palesarsi”. Qualora la situazione lo richiedesse, inoltre è stato “predisposto un gruppo di rinforzo pronto all’impiego”. Quindi, “nelle ore notturne una guardia fuoco dei pompieri del Gambarogno sorveglierà l’area in modo da poter allarmare tempestivamente in caso di bisogno”.

Nel fine settimana: dispositivo di sorveglianza

Nel fine settimana, la parola d’ordine è sorveglianza: verrà infatti attivato un dispositivo atto all’osservazione e al controllo, garantito dai pompieri di Bellinzona. “Nei giorni successivi – invece – ci si appoggerà anche sul supporto di tutti i Corpi pompieri e Sezioni di montagna del Ticino”.

Ancora sul fronte meteorologico, lunedì prossimo è prevista una perturbazione che potrebbe portare fino a 10 centimetri di neve sull’area dell’incendio: “Sebbene non possa essere considerata una precipitazione sufficiente per dichiarare definitivamente risolta la situazione, sicuramente contribuirà ulteriormente a scongiurare nuove riaccensioni”, si sottolinea.


Ti-Press
Al comando dell’intervento

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved