02.09.2021 - 15:10
Aggiornamento: 16:25

Open air al Lagh, buona (anzi ottima) la settima

Gran pubblico e ritrovato entusiasmo a Locarno per i concerti organizzati in zona Canottieri dall'associazione Nico

open-air-al-lagh-buona-anzi-ottima-la-settima
L'entusiasmo non è mancato!

Buon pubblico, occupazione dell'area “graduale e fluida”, macchina organizzatrice a pieno regime e regole anti-Covid osservate. È un bilancio positivo, quello stilato dagli organizzatori della settima edizione dell'Open air al Lagh, tenutosi sabato in zona Canottieri a Locarno. Nico, Michi, Mez e Lele, dell'associazione no profit Nico, sottolineano che “come negli altri anni, non vi sono stati disordini di nessun tipo. È stato davvero incredibile vedere tra la gente tutte le fasce d’età e le varie generazioni alla stessa festa, con il denominatore comune del divertiamoci insieme in sicurezza”. 

Una volta iniziati i concerti veri e propri il pubblico ha da subito risposto con entusiasmo e partecipazione attiva ai vari generi musicali proposti da ben 6 band regionali, che hanno saputo regalare a tutti i presenti una serata eccezionale di ottima musica. “Non era facile organizzare un evento come il nostro nella situazione sanitaria che ci ha accompagnato fino a qualche mese fa, ma ci abbiamo sempre creduto e alla fine i numeri e i numerosi complimenti ricevuti ci ripagano di tutti gli sforzi fatti in un anno di lavoro e di incertezze”, concludono gli organizzatori, ringraziando staff, sponsor, autorità comunale e naturalmente i gruppi esibitisi. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved