Locarnese
Orselina, un turista e mezzo (al giorno) per ogni abitante
Il dato statistico emerge dall'assemblea della Pro locale. Fra gli altri temi, la presunta invisibilità del Comune collinare negli orari delle Fart
Visioni d'altura
(Ti-Press)
23 luglio 2021
|

È sempre (anche) l’occasione per un aggiornamento demografico e turistico, l’assemblea della Pro Orselina, svoltasi di recente alla presenza di 4 municipali su 5. A fine 2020 gli abitanti nel Comune collinare risultavano essere 781, un numero quindi esiguo rispetto ai pernottamenti alberghieri e non, aumentati con i forfait a 1’148 al giorno di media, per un totale di 419mila 145, ovverosia lo 0,6% in più rispetto all’anno precedente.

C’era poi, all’ordine del giorno, il tema di un’annata fortissimamente condizionata dalla pandemia, con tutta una serie di attività annullate o modificate a dipendenza delle misure di protezione attuate, e quando possibile organizzate secondo le modalità della prenotazione online. A settembre, come ha ricordato il presidente Marco Garbani Nerini, v’era comunque stata l’inaugurazione della rinnovata mostra di sculture all’aperto nella cornice del Parco di Orselina. Parco che aveva però dovuto rinunciare alla sua festa autunnale, con il risultato che il tradizionale evento proposto in collaborazione con le Pro collinari era stato “ridotto” alla sola passeggiata collinare. Proprio in ambito sentieristico, è emerso ancora una volta il problema della difficile convivenza fra escursionisti ed appassionati di mountain-bikes. L’auspicio espresso dal presidente è stato quello di un maggior dialogo fra gli attori coinvolti, per trovare una soluzione che faccia contenti tutti.

Soluzione che andrebbe trovata anche a livello di indicazioni riguardanti Orselina negli orari Fart. La Pro ha scritto in proposito all’azienda di trasporto, lamentando inoltre il “bug” che continua a indicare, sui bus, la fermata di Brione quale capolinea, incurante del fatto che i mezzi proseguano poi regolarmente in direzione di Orselina.

Per quanto riguarda questo 2021, Garbani Nerini ha ricordato la posa dei pannelli fotografici realizzati per la mostra itinerante da Francesca Palli. Il tema è quello dei fiori indigeni. E dalla natura all’arte il passo è breve: a questo proposito la mostra di sculture al Parco ha visto la sostituzione di due delle opere temporanee, e nel frattempo Jean-Paul Berta ha fatto dono al Comune di un suo lavoro. 

Garbani Nerini ha infine voluto sottolineare la concessione di un credito da parte del Consiglio comunale che, dopo gli opportuni approfondimenti tecnici, porterà a dotare il Parco di un accesso che consenta di meglio rispondere alle esigenze dettate dalle opere di manutenzione e ovviamente dagli eventi che costituiscono il cartellone proposto ogni anno dalla Pro Orselina.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE