lavertezzo-la-sfida-a-due-per-la-poltrona-di-sindaco
Bacciarini e Bettazza
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
14 ore

Minispettacoli, si parte con ‘Chissadove’ di Scintille

Torna all’Oratorio San Giovanni Bosco di Minusio la rassegna di teatro per ragazzi. Domani il debutto con la compagnia locarnese
Grigioni
15 ore

Bregaglia, collisione frontale fra due macchine

L’incidente è avvenuto all’entrata della galleria situata dopo il valico doganale di Castasegna. Ferito uno dei due conducenti
Locarnese
16 ore

Locarno-Burkina Faso, cooperazione oltre le difficoltà

Da quasi vent’anni Beogo opera sostegno di progetti di cooperazione e sviluppo nello Stato africano, vessato dagli attentati di matrice jihadista
Locarnese
1 gior

Dalle macerie della cappelletta i germogli di un mestiere

A Gordola la ricostruzione del manufatto raso al suolo dalle ruspe nel 2018 è diventata esercizio didattico per gli apprendisti muratori del Cfp Ssic
Bellinzonese
1 gior

Gudo e Castione: presto più sicurezza e nuova ciclopista

Pronto il progetto per l’Isolone, dove l’accesso a chiocciola verso il ponte dello Stradonino permetterà di evitare l’insidiosa rampa
Ticino
1 gior

‘Coi test in azienda si dovrebbero rilasciare certificati Covid’

È la proposta dell’Udc depositata sotto forma di mozione urgente. Si vuole ‘evitare di sovraccaricare le strutture esistenti nel periodo delle vacanze’
Ticino
1 gior

Personale sanitario, licenziate perché non si vogliono testare

È il caso di due collaboratrici della Cinica luganese Moncucco. In Ticino i casi simili sarebbero meno di una decina
Bellinzonese
1 gior

Bene la zona d’incontro, meno il taglio di 10 posti auto

Piazza Governo a Bellinzona: la maggioranza commissionale suggerisce di ridiscutere la questione col Cantone. Dalla minoranza no alla riduzione
Luganese
1 gior

Torricella, il caso scuole non finisce qui

Il Municipio ne discuterà nuovamente, mentre spuntano lettere dei genitori a difesa del maestro
Luganese
1 gior

L’Operazione Macello vince il premio Agustoni

Convince la giuria, il documentario realizzato da Anna Bernasconi per Falò sulla demolizione di un edificio del centro sociale
Gallery
Ticino
1 gior

‘Il riformismo fiscale non deve essere rallentato’

All’assemblea della Camera di commercio è stato ribadita la necessità di ridurre l’aliquota sugli utili delle imprese dall’8 al 5%
Grigioni
1 gior

Museo Moesano, chiusura di stagione con castagnata

Appuntamento per sabato 23 ottobre nel cortile di Palazzo Viscardi
Mendrisiotto
1 gior

La corsia per i Tir è ‘inaccettabile’ anche per Coldrerio

Il Municipio si allinea a Balerna, Novazzano e Mendrisio nel fare muro al progetto dell’Ustra. ‘Peggiorerà la qualità di vita dei cittadini’
Luganese
1 gior

Villa Heleneum, ‘la proposta stimolerà esperienze nuove’

Il Municipio risponde agli interrogativi posti da Aurelio Sargenti (Ps-Pc) sul futuro dell’edificio di Castagnola, che ospiterà il museo Bally
Bellinzonese
1 gior

Cinque storie d’emozione, domani la presentazione a Bellinzona

Sarà l’occasione per scoprire il libro raccontato e scritto da 9 bambini delle scuole di Contone e Monte Carasso
Ticino
1 gior

Ecco dove saranno i radar settimana prossima

I controlli mobili toccheranno sette distretti ticinesi
Ticino
1 gior

I 40 anni da sindacalista di Ambrosetti in un libro

Vania Alleva (Unia): ‘I liberisti criticano il nostro patrimonio, ma in realtà vogliono attaccare i Ccl’
Locarnese
 
10.05.2021 - 18:590

Lavertezzo, la sfida a due per la poltrona di sindaco

Ambiente, investimenti e servizi: le visioni dei contendenti Tamara Bettazza e Roberto Bacciarini

Lo scorso 18 aprile il risultato delle elezioni comunali è andato a favore di Tamara Bettazza (del gruppo Per Lavertezzo), che con 337 voti ha superato il sindaco uscente Roberto Bacciarini (Ppd e indipendenti), 271 voti. Uno scarto esiguo che si è tramutato in una sfida per la poltrona di sindaco. Per conoscere meglio i due contendenti e per capire quali sono le loro idee sul futuro del Comune li abbiamo intervistati.

Dopo la scissione dalla frazione di valle, Lavertezzo perde una forte connotazione turistica che la contraddistingueva. Quanto vi pesa questa perdita, anche dal punto di vista culturale e storico?

Bettazza: Lavertezzo Valle e Piano appartengono a due realtà molto diverse. Con la nascita del nuovo Comune di Verzasca il territorio di valle ha trovato la sua giusta collocazione in un contesto di unione, progettualità e condivisione. La storia di Lavertezzo Valle con le sue tradizioni, la cultura e lo splendido territorio, rimarrà un patrimonio del quale tutti noi del piano potremo sempre beneficiare.

Bacciarini: Ho sempre sostenuto che Lavertezzo valle era importante culturalmente e finanziariamente. La connotazione turistica che questo territorio ha nello scenario Locarnese ne dimostra l’importanza. L’appartenenza storica e culturale resta comunque e nessuno ce la potrà togliere, sempre orgogliosi di essere verzaschesi. 


Quali sono le vostre priorità politiche per la "nuova" Lavertezzo? Quali gli investimenti più urgenti?

Bacciarini: Le priorità sono: la sistemazione di via alla chiesa e a seguire, delle altre strade del comune; in collaborazione con il Cantone, la messa in sicurezza del Riale Valègia e la realizzazione delle zone di pericolo del versante collinare con le necessarie opere di premunizione; investimenti per la manutenzione del centro scolastico; Confederazione permettendo, la conclusione della revisione del Piano regolatore; il nuovo Parco giochi alla chiesa.

Bettazza: Le nostre priorità: analizzare a tutto tondo la situazione del Comune dal profilo finanziario e territoriale e valutare i servizi erogati ai cittadini così da apportare, se necessario, i giusti accorgimenti. Gli investimenti più urgenti riguardano invece la manutenzione delle strade e dei sentieri comunali e la realizzazione del nuovo parco giochi.


Lavertezzo si è profilato bene a livello di sostenibilità ambientale, in particolare quale Comune aderente alla Regione Energia Sassariente. Quali sono le prospettive in quest'ambito?

Bettazza: Già da tempo le migliorie e i progetti che possono avere un impatto ambientale vengono trattati e analizzati con sensibilità e attenzione. Il Comune, ad esempio, offre ai cittadini la possibilità di beneficiare di incentivi per gli abbonamenti dei mezzi di trasporto pubblici destinati ai giovani fino a 25 anni o di ricevere un contributo per l’utilizzo della benzina alchilata. Per quanto riguarda la Regione Energia Sassariente, siamo sempre disponibili a sostenere progetti futuri.

Bacciarini: Sono molto orgoglioso di questa Commissione, essendone stato il co-promotore ed essendone attuale membro. Negli anni abbiamo potuto realizzare il piano energetico comunale, lo sportello energia intercomunale, il promovimento degli impianti fotovoltaici, le giornate dell’energia e non da ultimo, la promozione del progetto bike sharing (biciclette condivise). La mia priorità nel corso del corrente anno sarà il nuovo regolamento a favore degli incentivi per il risparmio energetico.


Aggregazioni sì o no? Personalmente optereste per un orientamento verso Cugnasco-Gerra o verso
Gordola? Perchè?

Bacciarini: Chi mi conosce sa che non sono per le aggregazioni a tutti i costi, ma propendo per le collaborazioni intercomunali. Ciò non toglie che il nostro Comune, a breve, dovrà intraprendere questa strada. Non escludo nessuna possibilità, anche perché il piano cantonale delle aggregazioni prevede la realizzazione del “Comune del Piano” (Cugnasco-Gerra-Lavertezzo- Gordola). Da sempre, comunque, una maggior sinergia si è sviluppata con Gordola, località con la quale negli anni recenti abbiamo consolidato la collaborazione per la Polizia intercomunale, la direzione scolastica e per progetti territoriali comuni, come il prossimo allargamento della curva “Ghigioli”.

Bettazza: Essendoci confrontati per ben tre volte con un progetto aggregativo, questo è un argomento che suscita sempre interesse e discussione tra i cittadini. Si tratterà sicuramente di un tema su cui lavorare durante questa legislatura. Da diversi anni intratteniamo buone relazioni sia con Cugnasco Gerra che con Gordola, Comuni con i quali collaboriamo su più fronti.


Bacciarini: qualora uscisse sconfitto dal ballottaggio, lascerebbe il Municipio? Se sì, in base a quali
considerazioni?

Bacciarini: Sì, lascerei immediatamente il Municipio, anche se un responso negativo alle urne sarebbe da me accettato, non come una sconfitta, ma bensì come un desiderio di cambiamento. Per 14 anni sono stato un sindaco di minoranza, situazione non sempre facile, ma ho cercato di fare sempre il meglio per i miei concittadini e il mio Comune. 

Bettazza, con che spirito affronterebbe il sindacato di un Comune lungamente condotto da Bacciarini?


Bettazza: Lo affronterei con la consapevolezza delle responsabilità che questo ruolo richiede e sapendo
di avere al mio fianco persone valide e animate da spirito di collaborazione.


Un vostro appello personale ai cittadini affinché vi votino.

Bettazza: Insieme per Lavertezzo: con passione, impegno e determinazione!

Bacciarini: Metto a disposizione tutta la mia esperienza comunale e intercomunale, la conoscenza del territorio e dei dossier e, con il sostegno degli elettori, saprò realizzare i progetti sopra elencati. Non da ultimo, metterò il mio impegno per traghettare Lavertezzo verso un’aggregazione vantaggiosa per il nostro Comune.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved