binomio-plr-verdi-liberali-nelle-terre-di-pedemonte
Locarnese
25.02.2021 - 14:230
Aggiornamento : 17:02

Binomio PLR-Verdi Liberali nelle Terre di Pedemonte

La lista ha tutte le carte in regola per ben figurare e per ambire al raddoppio del seggio in Municipio. Si pensa a una nuova visione post-aggregazione

Spesso il PLR ha annoverato tra le sue fila esponenti con una spiccata attenzione alle tematiche ambientali. A livello comunale, risulta sviluppo naturale proporre ai cittadini una lista con i Verdi Liberali. L’alleanza, già suggellata durante l’assemblea 2020 svoltasi in presenza del coordinatore dei Verdi Liberali ticinesi, Massimo Mobiglia e ben accolta dal presidente PLR del distretto di Locarno Luca Renzetti, è stata riconfermata con entusiasmo per le elezioni 2021. Lo scopo della lista congiunta, oltre a quello di sostenere iniziative e progetti di natura ecologica, è quello di mettere in luce e responsabilizzare giovani delle Terre di Pedemonte, vero e proprio investimento per il futuro.

La squadra per il Municipio

Giovani capaci di perseguire con decisione e saldi valori liberali radicali una nuova visione “post-aggregazione” e liberi dai retaggi comunali del recente passato saranno i testimoni di questo cambiamento. In lizza per il Municipio troviamo gli esponenti PLR Giotto Gobbi (uscente), Giuliana Guerra, Paolo Formentini, Daniele Thiébaud, e il giovane rappresentate verde liberale Leon Züger, alla sua prima esperienza in politica. Tutti i candidati hanno le carte in regola per ben figurare, per riconfermare il seggio attualmente occupato da Giotto Gobbi e per ambire al raddoppio.
Per quanto concerne il Legislativo, i candidati in lizza sono 23, determinati, motivati e consapevoli dei bisogni del Comune e che dispongono di tutti i requisiti per affrontare le sfide future. La politica comunale di Terre di Pedemonte è chiamata a un importante lavoro negli anni a venire. Il futuro a breve-medio termine sarà fondamentale per il consolidamento e lo sviluppo post-aggregazione del giovane Comune. Le persone ci sono, le idee e la volontà pure, non resta che attendere l’esito elettorale di domenica 18 aprile.

© Regiopress, All rights reserved