laRegione
ascona-che-si-fa-con-la-tassa-di-collegamento
Locarnese
15.10.2020 - 15:220
Aggiornamento : 16:35

Ascona, ‘che si fa con la tassa di collegamento?’

Interpellanza Ppd in Borgo sulla restituzione della quota-parte prelevata con gli abbonamenti all'autosilo comunale

“il Municipio intende procedere alla restituzione della quota-parte relativa alla tassa di collegamento prelevata con gli abbonamenti dell'autosilo comunale? A quanto ammontano gli importi accantonati, anno per anno? Il Municipio intende procedere alla restituzione integrale degli importi accantonati per il pagamento della tassa di collegamento? Con quali modalità e con quali tempistiche?”. E infine: “Considerata la crisi economica dovuta all'emergenza Covid-19, il Municipio non ritiene opportuno accelerare al più presto la restituzione di tali importi accantonati?”.

Sono le domande poste con un'interpellanza al Municipio di Ascona da Michela Pedroli a nome del gruppo Ppd+Gg. La premessa è che “il 1° aprile 2020 il Consiglio di Stato ha rilasciato un comunicato stampa con il quale ha annunciato imperativamente di "escludere sin d'ora la possibilità di un prelievo retroattivo della tassa. Da allora, diversi sono stati gli atti parlamentari depositati in Gran Consiglio che postulano l'abrogazione della tassa di collegamento, rispettivamente un posticipo della sua entrata di vigore”. Ritenuto che dal 1°gennaio 2017 Ascona ha disposto un aumento delle tariffe
dell'autosilo comunale, “le domande in merito al destino degli importi prelevati durante questi quattro anni sorgono spontanee”. 

© Regiopress, All rights reserved