brissago-la-porta-d-entrata-alle-frazioni-si-fa-bella
(Archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Luganese
6 ore

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
8 ore

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
9 ore

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
15 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
16 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
23 ore

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
23 ore

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
11.09.2020 - 15:08

Brissago, la porta d'entrata alle frazioni si fa bella

Richiesta di credito di 260mila franchi per riordinare e abbellire gli spazi urbani attorno allo stabile della Posta

Un nuovo volto per gli spazi urbani adiacenti la Posta di Brissago. Un sedime, quello di via Leoncavallo 44, che necessita di un lifting a detta del Municipio, pronto a chiedere un credito di 260mila franchi al legislativo per ripensare quest’area. Lo stabile della Posta, lo ricordiamo, era stato acquistato nel giugno del 2013 dal Comune, con un investimento di 2,5 milioni di franchi. L’intera proprietà si estende su circa 1200 metri quadrati e, oltre ai due corpi edificati ospita pure le fermate dei bus di linea e dei taxi, oltre che alcuni posteggi per auto e moto a disposizione di chiunque.
Dopo l’acquisto dell’immobile, l’autorità comunale ha provveduto alla ristrutturazione degli appartamenti, in modo da renderli più confortevoli per gli inquilini. L’Azienda acqua potabile ha pure trovato dimora al piano terra del palazzo.

Accrescere la sicurezza dei pedoni

Per quanto attiene invece l’esterno, dopo l’abbellimento della vicina Piazza d’Armi, il Municipio è dunque deciso a fare un po’ di ordine su questo sedime, sorta di porta d’ingresso al paese e alle sue frazioni per chi utilizza i mezzi pubblici. Ridisegnare questa piazzetta comporterà un ripensamento della disposizione dei posteggi (che beneficeranno di una maggior lunghezza così da evitare che le auto in sosta sporgano e disturbino i passanti) e della fermata dei bus adeguandola, tra l’altro, anche alla Legge sui disabili; una nuova pavimentazione, visto che il fondo attuale versa in uno stato precario; accrescere la sicurezza dei numerosi pedoni che vi sostano e che attraversano la strada. Il sedime verrà decorato con aiuole verdi e la posa di un selciato sul marciapiede, con dadi in porfido. A completare il tutto, vi saranno i nuovi servizi igienici, inseriti nel locale in disuso accanto all’ingresso dell’ufficio postale. L’investimento per quest’opera inserita nel Piano Finanziario, non avrà ripercussioni negative sulla gestione corrente. L’intera area apparirà, una volta ultimati i lavori, più accogliente e vivibile. A onor del vero, annota il Municipio del messaggio, già nel 2016 lo stesso aveva dato avvio a uno studio preliminare riguardante il sedime in questione. Questo progetto era poi stato accantonato in virtù degli importanti investimenti sostenuti dall’ente pubblico negli ultimi anni.

Prosegue, così, tappa dopo tappa, il vasto piano di riqualifica del paese. Interventi precisi e mirati che hanno interessato, negli ultimi anni, anche il pittoresco lungolago e necessari per svecchiare il volto di una delle località turistiche più rinomate della regione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved