ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
2 min

Val Calanca: centinaia di persone sempre isolate dal mondo

Nuove informazioni sono attese per oggi, lunedì. Nessuno fortunatamente è rimasto ferito nello scoscendimento che si è verificato domenica mattina.
Ticino
1 ora

Filippini: ‘La polizia unica non è mai stato un tema per noi’

Il coordinatore del gruppo designato dal governo: ‘Il focus sui compiti, per una loro chiara ripartizione fra Cantonale e polcom. Rapporto per fine anno’
Locarnese
3 ore

Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere

Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
3 ore

Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale

Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Luganese
3 ore

Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’

La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Mendrisiotto
9 ore

Brusino Arsizio si prepara all’avvento

Arte, musica, fiaccolata dei bambini e falò augurale caratterizzeranno l’avvicinarsi al Natale
Ticino
10 ore

E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge

Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
11 ore

Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti

Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
04.08.2020 - 14:37

Monti Rima, una storia che racconta di noi

In una pubblicazione corale promossa dal Patriziato di Broglio, vicende storiche e cambiamenti nei territori della media Lavizzara

monti-rima-una-storia-che-racconta-di-noi
Rima negli anni Quaranta

Il Patriziato di Broglio, coadiuvato dall’Associazione Monti di Rima, ha dato vita a questa iniziativa per permettere alle numerose persone che frequentano i maggenghi del versante destro della media Lavizzara di conoscere ancora meglio questo territorio ricco di storia e di testimonianze dell’operosità dei nostri antenati confrontati con la necessità di sfruttare in modo capillare le risorse naturali offerte da boschi, prati, campi e alpi.

Si era pensato di celebrare questa ricorrenza con due iniziative correlate: la pubblicazione di un libro e un momento culturale-ricreativo previsto a Rima per sabato 8 agosto. Purtroppo l’evoluzione, in senso restrittivo, delle misure di contenimento Covid-19 intervenuta a inizio luglio, ha spinto gli enti organizzatori, seppur a malincuore, a rinunciare alla serata.

Da pochi giorni è invece disponibile il libro intitolato “Sü e sgiü da Rima”, che vuole degnamente ricordare la ricorrenza.

In 120 pagine, corredate da un’ottantina di foto e da altro materiale documentario, gli autori (Armando Donati, Bruno Donati, Mario Donati, Thomas Schiesser e Daniele Zoppi) hanno fornito uno sguardo composito e diversificato sulla realtà dei Monti Rima evidenziandone le evoluzioni intervenute da quando vi si accedeva solo tramite i sentieri e la vita lassù scorreva come nell’Ottocento, ai mutamenti repentini intervenuti con l’accessibilità tramite autoveicoli. Dal nuovo sfruttamento agricolo meccanizzato, alla vendita e trasformazione di parecchie case, stalle e torbe: cambiamenti strutturali che hanno determinato anche una modifica dei rapporti sociali tra i frequentatori di Rima: un tempo si saliva lassù quasi esclusivamente per lavorare, ora soprattutto per godere momenti di svago in mezzo alla natura e a un paesaggio antropico molto gradito. Nella pubblicazione vi sarà pure un accenno all’espansione della rete stradale fino all’alpe Brunescio e allo sfruttamento dei boschi sovrastanti il Monte.

Il libro, la cui impostazione grafica è stata assicurata da Tessa Donati, è dotato di una sovra-copertina che riporta una foto aerea dei Monti di Rima come erano nel 1970.

Il fascicolo, fresco di stampa, permette a chi ha vissuto questo periodo di rivivere alcuni eventi significativi e rivedere angoli di Rima, persone e lavori ormai scomparsi e ai giovani di scoprire tale passato e le trasformazioni intervenute.

È possibile avere l’opera al prezzo di 10 franchi più spese di invio (prezzo di vendita 15 franchi a partire da metà agosto 2020) scrivendo all’indirizzo di posta elettronica patriziatobroglio@bluewin.ch o telefonando allo 079 412 32 17 (Armando Donati). Dal 17 agosto 2020 si potrà acquistare il libro (a prezzo pieno) presso la Cancelleria comunale di Lavizzara a Prato durante gli orari di apertura.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved