angelo-trotta-ai-ticinesi-non-facciamoci-marginalizzare
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
36 min

A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’

Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
46 min

InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’

Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
9 ore

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
12 ore

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
12 ore

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
18 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
20 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
1 gior

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
1 gior

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
1 gior

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
02.08.2020 - 16:51
Aggiornamento: 17:18

Angelo Trotta ai ticinesi: 'Non facciamoci marginalizzare'

Il nuovo direttore di Ticino Turismo per il 1. agosto in Piazza Grande a Locarno: 'In questo mondo che va all'incontrario, il privilegio di essere svizzeri'

C’era molto di personale, nel discorso ufficiale del 1. agosto tenuto in Piazza Grande a Locarno da Angelo Trotta. Ad antichi ricordi festivalieri e musicali - legati ai mitici concerti dei Simple Minds, degli Spandau Ballet e dei Pink Floyd, cui aveva assistito da giovane - il nuovo direttore di Ticino Turismo ha voluto abbinare il sentimento di privilegio, misto a timidezza, nel ritrovarsi protagonista, per il Natale della Patria, nel Comune in cui è nato e cresciuto.

«L’ultima volta che sono salito sul palco a Piazza Grande era nel lontano 1979 - ha detto -. Avevo 14 anni e partecipai come comparsa in un’opera, l’Aida, nel ruolo di portatore: eravamo in due, sulle nostre spalle c’era una portantina con sopra una ballerina...». Quasi 40 anni dopo Trotta tiene il timone dell’agenzia turistica ticinese, primo baluardo cantonale di un settore che, a livello mondiale, pagherà la pandemia con una perdita stimata in 294 miliardi di dollari. Un virus, ha aggiunto, che «ci ha riportato indietro e fatto riscoprire paure quasi ataviche. Ha anche esacerbato debolezze esistenti come forti disuguaglianze sociali e sistemi sanitari impreparati e/o carenti».

In questo senso Trotta ha parlato di un mondo che va all’incontrario e lo ha fatto evocando i punti focali del nostro tempo, dal surriscaldamento globale al crescente divario tra i Paesi ricchi e quelli poveri, dai flussi migratori di rifugiati di guerra ed economici alla la corsa sfrenata alle armi, fino il ritorno di nazionalismi e di uomini forti «e la conseguente caduta dei valori democratici moderni». Un contesto internazionale che valorizza, ovviamente, l’essere svizzeri e il vivere in Svizzera, Paese «che si contraddistingue per la sua cultura, diversità, libertà, coesione, civiltà, senso civico, democrazia, sicurezza, benessere, uguaglianza e socialità». Non per niente, ha ricordato, si situa al primo posto nel mondo nella graduatoria sulla sicurezze e sul rischio legato a Covid-1 elaborato dal Deep Knowledge Group.

Da addetto ai lavori, Trotta ha poi fatto riferimento a un turismo svizzero, e ticinese, che «sta ripartendo dalla natura e dall’ambiente; dall’ecosostenibilità e dagli spazi all’aperto; dall’escursionismo e dall’identità territoriale, pericolosamente in bilico nell’era della globalizzazione». Un turismo, ha concluso, che beneficerà fortissimamente dell’apertura della galleria di base del Ceneri: «Sarà un momento epocale e sarà importante che il Ticino unito mantenga la sua identità e non si faccia marginalizzare (restando al lato di due città estremamente dinamiche quali Milano e Zurigo). Dovremo dimostrare a noi stessi ed ai nostri amici confederati che sappiamo anche reinventarci ed essere vincenti, agili e resilienti».

Salvioni, messaggio d'apertura

Trotta era stato introdotto da Niccolò Salvioni, municipale di Locarno, che ha parlato di «permeabilità umana» e fatto riferimento al patto di pace federale firmato nel 1291. «Rappresenta un embrione di diritto pubblico, privato, penale e d’alleanza militare: una sintesi di buon vivere sociale di diritto delle genti delle valli alpine. Non pone differenza tra abitanti (uomini, comunità) e altri. Questo microcosmo alpino originario di libertà, salubrità, protetto dalle forze politiche - talvolta malvagie - esterne, è sempre rimasto aperto agli uomini e alle donne di buona volontà. Una libertà di muoversi, in sicurezza, nelle nostre valli, di principio priva di limitazioni interne o esterne». Chi vuol intendere, là a destra, intenda.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved