ascona-nuovo-piano-di-mobilita-per-allievi-e-anziani
'Meglio a piedi' il progetto cantonale di mobilità scolastica (foto archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Aumenta la popolazione scolastica in Bassa Vallemaggia

Ai Ronchini una sezione in più delle elementari; arriva una nuova docente e viene istituita la figura del vicedirettore.
Ticino
4 ore

‘Nessuno sta sotto i ponti. Malessere giovanile, non economico’

Presentati gli aggiornamenti del Morisoli Welfare Index. Pamini: ‘Lo Stato sociale è da riformare integralmente ripensando l’uso delle attuali risorse’
Luganese
4 ore

Gestione acquedotto Collina d’Oro, è riuscito il referendum

Si andrà a votare sulla proposta del Municipio d’istituire il passaggio della gestione dell’impianto alle Ail. Il sindaco: ‘non ritiriamo il messaggio’
Mendrisiotto
4 ore

Pannelli fotovoltaici per tutti a Mendrisio

In una mozione interpartitica un gruppo di consiglieri comunali propone di lanciare una raccolta fondi per estendere gli aiuti anche agli inquilini
Ticino
13 ore

‘Norme moderne e solide per la Cantonale e le polcom’

Il capo del Dipartimento istituzioni Gobbi sulla revisione totale della Legge polizia.Il comandante Cocchi: si è iniziato a lavorare dieci anni fa
Ticino
14 ore

Scuole post obbligatorie, riconosciuta la parità formale

Le licenze di scuola media non avranno più la ‘menzione Sms’, che creava un’asimmetria per l’accesso alle scuole professionali e a quelle medio superiori
Luganese
14 ore

Bioggio: fermato un cantiere, indizi di reperti archeologici

Proprietario di una casa in costruzione ‘bloccato’ per dar luogo alle indagini dell’Ufficio cantonale dei beni culturali
05.07.2020 - 16:56
Aggiornamento: 17:19

Ascona, nuovo piano di mobilità per allievi e anziani

Municipio, Assemblea genitori e Scuole hanno aderito al Piano di mobilità scolastica. Il gruppo di lavoro redigerà il progetto che 'farà bene a tutti'

Promozione della mobilità lenta a vantaggio individuale e collettivo: sono le parole d'ordine che hanno spinto il Municipio di Ascona, l'Istituto scolastico e l'Assemblea genitori (Agisa) ad aderire al Piano di mobilità scolastica (Pms) cantonale. La decisione è stata comunicata qualche giorno fa, come si legge in un comunicato stampa. Il Municipio, oltre a occuparsi della mobilità di allievi e genitori, intende verificare la qualità e la percorribilità dei percorsi pedonali per gli anziani, questo grazie alla collaborazione con la locale Associazione terza età. Un progetto che fa bene a tutti: ai bambini, agli anziani e all'aria.

Il progetto cantonale consente "di gestire e risolvere in forma efficace i problemi generati dalla mobilità scolastica di ogni Comune". Il Pms di Ascona si estende quindi su tutto il territorio comunale e comprende la Scuola dell'infanzia e quella elementare. Al fine di pianificare al meglio il Piano di mobilità è stato attivato un Gruppo di lavoro che è composto da rappresentanti dell'esecutivo, della direzione dell'istituto scolastico, dell'Ufficio tecnico, della Polizia comunale, dell'Agisa e dell'Associazione terza età. Questo gruppo ha la responsabilità di redigere il progetto e sarà coordinato dallo Studio d'ingegneria Francesco Allievi Sa (di Ascona).

Il proposito mira ad aumentare la sicurezza sulle strade, promuovendo "uno stile di vita sano a livello psicofisico e la socializzazione dei bambini, migliorando la qualità dell'aria e dello spazio locale: la qualità di vita dell’intera collettività ne trarrà vantaggio", si legge ancora. Il Piano per la mobilità di scolari e anziani ha quali propositi: incrementare il numero di allievi che va a scuola a piedi; ridurre quindi il transito di veicoli attorno agli istituti scolastici; aumentare la sicurezza stradale in modo significativo a vantaggio di utenti gli utenti pedestri; individuare una rete di percorsi adatti a tutte le età, sviluppando sinergie con quella locale dei sentieri, così anche con le principali attrazioni pubbliche, turistiche, escursionistiche; integrare le scelte di moderazione del traffico con i progetti già in corso e infine migliorare la qualità dell'aria e dell'ambiente circostante, riducendo le emissioni di anidride carbonica, polveri fini e rumore.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved