laRegione
Nuovo abbonamento
Locarnese
09.05.2019 - 14:230

Scelti i primi artisti del Centro internazionale di scultura di Peccia

Al concorso per la struttura pronta a luglio hanno partecipato 132 candidati provenienti da 34 Paesi di tutto il mondo.

Si è riunita mercoledì a Peccia la giuria chiamata a scegliere gli artisti vincitori della borsa di studio, che darà l’opportunità di lavorare al Centro internazionale di scultura. La giuria - accompagnata dal direttore artistico Guido Magnaguagno, e dal direttore ad interim Alex Naef - si compone di 7 membri: Marie Therese Bätschmann, storica dell'arte; Aglaia Haritz, artista; Arie Hartog, direttore del Gerhard Marcks Haus, Brema; Lilian Hasler, presidente Visarte Liechtenstein; Simona Martinoli, curatrice Fondazione Arp, Locarno; Ivo Soldini, artista/scultore; Christian Ruschitzka, artista/scultore e prof. universitario a Vienna.

All’inizio della seduta è stata espressa unanime soddisfazione per l’andamento dei lavori di costruzione del centro, che sarà pronto all’inizio di luglio, e per l’elevatissimo numero di candidati: ben 132 provenienti da 34 Paesi di tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Russia, dall’India all’Iran, dalla Corea del Sud alla Tailandia, comprese naturalmente l’Europa e la Svizzera.

L’esame dei dossier da parte dei membri della giuria è iniziato in aprile e si è perfezionato durante la seduta di mercoledì, nella quale ogni giurato ha presentato la propria scelta, poi confrontata e discussa nel corso della riunione fino all’esito finale. Al termine dei lavori sono stati scelti i seguenti cinque artisti: Marina Bochert, 30 anni, vive a Düsseldorf, Germania; la slovena Zora Jankovic, 40 anni, vive a Berlino; l’indiano Anto Jenson, 51 anni, vive a Uttar Pradesh; il giapponese Shinroku Shimokawa, 39 anni, vive a Stoccarda; la tedesca Marie Strauss, 38 anni, vive a Berlino. La borsa di studio comprende un soggiorno (nella Casa degli artisti, nel nucleo del villaggio della Lavizzara) e la possibilità di operare per sei mesi, da maggio ad ottobre 2020, negli appositi atelier del Centro Internazionale per la Scultura di Peccia, che sarà inaugurato ufficialmente all’inizio di maggio del prossimo anno. La giuria al termine si è complimentata, oltre che per il numero, per la qualità delle candidature e la provenienza da tutti i continenti, segno questo che il Centro comincia ad essere conosciuto a livello mondiale. 

 

© Regiopress, All rights reserved