Apus
Locarnese
13.03.2019 - 23:040

Quaranta nidi artificiali a Losone

Sono stati posati dall'Apus, l'Associazione protezione uccelli selvatici, in diversi giardini e stabili comunali per favorire diverse specie

Sono 40 i nidi artificiali per gli uccelli posati dall'Apus, l'Associazione protezione uccelli selvatici, nel Comune di Losone. L'associazione ha elaborato una proposta mirata a favorire diverse specie presenti sul territorio losonese. Nel giro di un mese l'Associazione ha quindi provveduto alla posa di ben 40 nidi artificiali in diversi giardini e stabili comunali.

I nidi posati hanno permesso di favorire diverse specie quali la Cinciallegra, la Cinciarella, il Codirosso comune, il Codirosso spazzacamino, il Rondone comune e il Balestruccio. Queste specie sono ottimi insetticidi naturali e favorirli aiuterà a far diminuire gli insetti fastidiosi quali mosche, moscerini e zanzare.

Alcune di queste specie sono purtroppo diventate minacciate a causa, in gran parte, della scomparsa degli edifici adatti alla nidificazione e dell’intolleranza umana (distruzione di nidi, chiusura di cavità, ecc.). La vulnerabilità attuale di queste specie è proprio legata al fatto che sono dipendenti dalle costruzioni per poter riprodursi.

I nidi degli uccelli selvatici sono protetti da leggi cantonali e federali e quindi è vietato distruggerli. L’utilizzo di nidi artificiali unitamente a una maggior tutela del loro habitat, può aiutare moltissimo queste specie. Infatti sono costruiti pensando alle loro esigenze e offrono miglior protezione dalle intemperie e dai predatori, portando a un miglioramento del successo riproduttivo. In più sono molto più duraturi dei nidi naturali, quindi posizionare una cassetta nido non significa offrire un rifugio sicuro solo per una stagione riproduttiva, ma donare un posto che protegga la loro riproduzione per molti anni.

Potrebbe interessarti anche
Tags
specie
nidi
nidi artificiali
associazione
uccelli
favorire diverse
diverse specie
favorire diverse specie
uccelli selvatici
protezione
© Regiopress, All rights reserved