Locarnese
13.03.2019 - 14:440

Un teatro di qualità, che sa divertire

Presentata la 29esima edizione della Maratona della Svizzera italiana. In scena, dal 22 al 24 marzo, 8 compagnie ticinesi e del Moesano

Un’iniziativa culturale che è diventata, con il passare degli anni, un appuntamento di rilievo cantonale per i tanti appassionati del teatro amatoriale. La Maratona dedicata a questa forma di intrattenimento amata dal pubblico si ripresenta per la ventinovesima volta, al Teatro di Locarno. Le date sono quelle del 22-24 marzo. Un mese prima della scadenza canonica, scelta voluta per evitare concomitanze con altre proposte di intrattenimento nella regione. Frutto di passione, impegno, sacrifici da parte dei suoi promotori, la manifestazione vedrà alternarsi sul palco cittadino ben 8 compagnie provenienti da tutto il cantone e dal Moesano. La Maratona Teatrale è nata con un’impronta ben precisa: dare spazio di confronto alla bravura e all’impegno non professionale degli attori. Il fatto che non si tratti di gente che fa della recita un mestiere non significa assolutamente che chi calca la scena faccia meno lavoro e meno fatica. Anche la passione in chiave amatoriale per il teatro richiede studio, lunghe prove e il coraggio di affrontare il pubblico, esattamente come per i professionisti. L’edizione XXIX offre un cartellone ricco e variegato. L’apertura del sipario sarà preceduta da una breve cerimonia in programma venerdì 22 marzo, alle 18, nella sala del Consiglio comunale di Locarno. Al cospetto delle autorità municipali vi saranno un saluto di benvenuto e un rinfresco, aperto a tutti. Alle 20, il primo appuntamento, con il Duo Teatrale Fourés-Rougier di Bellinzona e gli “Scorci di coppia”. Alle 21.30 il testimone passerà ai losonesi del teatro delle Contrade, con “Babilonia”, una commedia brillante. Sabato, la rassegna riprenderà alle 14.15 con l’unica compagnia dialettale presente: “L’è mai trop tardi” che mette in scena “La cumunità dal gatt”. Malgrado le proposte teatrali del genere riempiano le sale, per gli organizzatori non è stato possibile reperire altre formazioni “nostrane”. Una “new entry” salirà sul palco alle 16: si tratta della compagnia Oltrettutto Teatro, guidata da Laura Rullo, direttrice artistica del Teatro del Gatto di Ascona. I bravi attori sono al debutto sulla scena con una pièce aspra e ironica. Alle 17.45 toccherà ai “Siparios” di Roveredo, che proporranno una tragicommedia molto allettante. La giornata si concluderà alle 21 con i “Pulcinella” del Gambarogno e la brillante commedia “Rumori fuori scena”. Domenica, alle 15, tutta da gustare la proposta de “I Blackout” di Lugano “Ho una figlia bellissima”. Si tratta di attori in buona parte con disabilità visiva, che si muovono nello spazio con naturalezza e padronanza. Chiudono il cartellone i Girondini di Lugano, affidati al noto regista Fausto Testoni. Titolo della pièce: “L’allegoria del tempo”. Concludiamo segnalando che sul sito www.maratona-teatrale-si.ch sono “riassunti”, in un album fotografico, i 29 anni della Maratona.

Potrebbe interessarti anche
Tags
teatro
scena
maratona
marzo
attori
© Regiopress, All rights reserved