Slovacchia
Spagna
18:00
 
Svezia
Polonia
18:00
 
GRANOLLERS M./ZEBALLOS H.
1
DJOKOVIC N./HERRERA C.
0
2 set
(6-4 : 1-2)
GOLUBIC V. (SUI)
2
BENCIC B. (SUI)
0
fine
(6-4 : 6-4)
un-nuovo-animatore-per-il-centro-giovani-del-moesano
Ti-press
L'annimazione in palestra potrebbe arrivare anche nel Moesano
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 min

Ex Macello, risposte parziali e discussioni negate

L'autogestione e la demolizione sul tavolo del Gran Consiglio. Tanti gli interventi ma poco emerge dalle interpellanze e dall'ampio dibattito
Locarnese
12 min

Losone, sentenza ex Caserma: ‘È una vittoria di Pirro’

Il Municipio reagisce amareggiato alla decisione del Tram di "sfrattare" dal comparto diversi protagonisti di punta del settore culturale
Bellinzonese
30 min

Bellinzona, ecco i primi film all'aperto di Estate in Città

Il 24 giugno a Preonzo sarà proiettato 'Sing', mentre il 28 giugno 'The Blues Brothers' a Giubiasco
Locarnese
59 min

Tiri in campagna e obbligatorio allo stand di Brissago

Sabato si spara al bersaglio al poligono di Piodina con la Società tiratori delle Isole
Bellinzonese
1 ora

Biasca, incrocio chiuso al traffico per lavori

Dal 5 al 16 luglio è previsto un intervento all’acquedotto e alla pavimentazione stradale: l'incrocio fra via S. Franscini e via Quinta sarà sbarrato.
Luganese
1 ora

Bus della Tpl, 2020 da dimenticare: disavanzo di 1,5 milioni

La pandemia ha scalfito l'esercizio, che ha visto una flessione dei passeggeri, inferiori ai 10 milioni. Angelo Jelmini lascia la presidenza del CdA
Bellinzonese
1 ora

Centro professionale di Biasca, Davide Pedretti nuovo direttore

È stato nominato dal Consiglio di Stato e sostituisce Andrea Galbusera, a capo dell'istituto durante l'ultimo quadriennio
Locarnese
1 ora

Bosco Gurin, la slittovia è finalmente pronta

Completato il collaudo dell'alpin bob della località turistica, inaugurazione il weekend del 3-4 luglio. Costi lievitati, sicurezza aggiornata ai nuovi standard
Luganese
2 ore

Emanuele Dati a capo dell'ospedale regionale di Lugano

L'Eoc ha nominato il nuovo direttore "chiamato alle impegnative sfide del dopo pandemia e in un contesto di continuo sviluppo"
Bellinzonese
5 ore

Esplodono di 17 milioni i costi per il Liceo di Bellinzona

La sede provvisoria completa ne richiederà 6,5 in più di quella inizialmente prevista, e quasi 11 in più l'edificio da risanare completamente
Bellinzonese
5 ore

Bellinzona e Valli, prodotti turistici acquistabili online

Lanciato un mercato digitale dove sarà possibile prenotare biglietti, prodotti e servizi dei principali attrattori del comprensorio
Grigioni
 
17.05.2021 - 21:410

Un nuovo animatore per il Centro giovani del Moesano

Il mandato di prestazione permette di retribuire un coordinatore non più volontario. Si cerca una nuova sede a San Vittore, Grono o Roveredo

Il centro giovanile del Moesano è alla ricerca di un animatore. L’associazione che gestisce la struttura per i giovani dai 13 ai 16 anni ha pubblicato il bando di concorso per l’assunzione di questa figura al 60 percento (24 ore settimanali) o di due animatori al 30%. La nuova persona assunta dovrebbe iniziare la sua attività il 1° settembre, quando la struttura – chiusa da circa un anno a causa dell’emergenza sanitaria – riaprirà i battenti. Da quando è stato inaugurato nel 2009, il centro è stato gestito da un volontario, l’animatore responsabile Lucio Fieni, che l’anno scorso ha deciso di fare un passo indietro. Ora, grazie al mandato di prestazione firmato tra l’associazione e i Comuni della Mesolcina che partecipano finanziariamente «è possibile stipendiare una persona che si possa dedicare a questa attività», spiega Dieter Suter presidente del Comitato. 

Situato nella casa patriziale a Roveredo, in futuro il centro potrebbe cambiare sede. «Per ora rimaniamo dove siamo, anche se l’ubicazione non è ottimale, poiché molto centrale e vicino alle abitazioni», rileva Suter annunciando che a medio termine l’intenzione è di trovare una nuova struttura possibilmente più spaziosa. Proprio per questo motivo a breve l’associazione scriverà ai Comuni di San Vittore, Grono e Roveredo per chiedere se vi è disponibilità di spazi. La ricerca si concentra in bassa Mesolcina – spiega Suter – perché è la zona più densamente popolata e da cui provengono la maggior parte dei ragazzi che frequentano il centro. «In futuro vogliamo comunque sviluppare un’offerta itinerante, con manifestazioni anche in altre località della regione». Questo per offrire un’offerta più presente sul territorio, in modo che l’animatore possa diventare un’antenna in grado di cogliere disagi e bisogni dei giovani, cercando di ovviare favorendo il dialogo. Tra le idee in cantiere vi è quella di organizzare delle serate nelle quali i ragazzi possono giocare e svolgere attività in palestra, sulla linea di quanto già avviene in Ticino con il progetto Midnight Sport. 

Il presidente del comitato spiega che al momento si è alla ricerca dell’animatore (il termine ultimo per inviare le candidature è il 28 maggio), dopodiché si svilupperà insieme un concetto di animazione. Tuttavia, alcuni punti centrali sono già definiti, in sostanza l’animatore dovrà occuparsi del coordinamento e dell’animazione delle attività del centro, di attività informative nei confronti dei giovani e delle famiglie, di promuovere le attività del luogo di ritrovo e di collaborare con i servizi e gli enti presenti sul territorio (Regione Moesa, Comuni, scuole, associazioni, enti pubblici e privati). Dovrà inoltre essere pronto ad ascoltare le richieste dei giovani e adattare il tipo di intervento in base alle stesse, in modo da diventare un punto di riferimento per gli adolescenti della regione e non da ultimo dovrà impegnarsi a promuovere la partecipazione dei ragazzi in seno alla comunità. L’associazione cerca una persona con diploma in ambito sociale, educativo o pedagogico o equivalenti; con esperienza professionale a contatto con i giovani e conoscenza dei servizi comunali e cantonali presenti sul territorio e delle leggi di riferimento. Il nuovo animatore o animatrice dovrebbe essere una persona sensibile alle questioni sociali, giovanili e di promozione della salute, una persona creativa e flessibile (negli orari di lavoro, ma anche nel tipo di attività) e disponibile a lavorare la sera e nei fine settimana. Il bando di concorso può essere visionato sul sito: regionemoesa.ch

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved