tre-valli-quasi-11-milioni-per-il-piano-regionale-dei-trasporti
Ti-Press
Importanti cambiamenti in vista
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Resega e dintorni, un ‘regalo’ all’Hcl?

Fa discutere la concessione di un diritto di superficie per una palazzina attigua alla pista
Luganese
1 ora

Conferenza Ucraina: ‘Simbolica? Direi piuttosto solidale’

Artem Rybchenko, ambasciatore ucraino a Berna, sulla Ukraine Recovery Conference di Lugano: ‘Preziosa opportunità di incontro coi partner internazionali’
Ticino
9 ore

L’economia dei lavoretti da noi è ‘poco diffusa’

Lo rileva il Consiglio di Stato rispondendo a un’interrogazione di Sirica (Ps) in seguito al ‘caso Divoora’. Attesi approfondimenti a livello nazionale
Locarnese
10 ore

JazzAscona 2022, organizzatori molto soddisfatti

Sotto il segno del gemellaggio con New Orleans la maratona musicale ticinese, giunta alla 38esima edizione, ha registrato un ottimo successo
Locarnese
10 ore

Salvataggio Sub Gambarogno, dati due nuovi brevetti

 Mattia Ferrari e Roberto Plebani hanno ottenuto il brevetto per i salvataggi nelle acque libere
Locarnese
11 ore

Mortale di Broglio, ‘Daniele amava la valle e la sua libertà’ 

Il 20enne è deceduto nell’incidente stradale avvenuto stanotte. Nato al ‘piano’ ma col cuore fra le montagne. Il ricordo di parenti e amici.  
Gallery
Mendrisiotto
11 ore

Cavea Festival ad Arzo, grande musica e buoni numeri

Organizzatori soddisfatti. Alla manifestazione alle cave tutto è filato liscio anche sul fronte della sostenibilità e della sicurezza
Luganese
12 ore

Lugano, Harley Days di successo con... fuochi inattesi

Folta partecipazione all’evento che si chiude oggi. Ma a far discutere sono i fuochi d’artificio non annunciati di sabato sera. Badaracco: ‘Malinteso’.
Gallery
Luganese
13 ore

Ukraine Recovery Conference, Shmyhal atterrato ad Agno

Il Primo ministro, che guiderà la delegazione ucraina è arrivato in città. Accolto dal presidente Cassis e dal sindaco Foletti
Mendrisiotto
14 ore

Morta sull’A2, gli amici del ritrovo: ‘Una bellissima persona’

Nella regione ha lasciato increduli la morte della 36enne travolta nella notte a Rancate. La giovane donna era mamma di due bambine
Luganese
14 ore

Risparmio energetico, i Verdi: ‘Lugano faccia la sua parte’

Un’interrogazione ecologista chiede al Municipio di adeguarsi alle raccomandazioni dell’Agenzia internazionel dell’energia
Bellinzonese
15 ore

Diaporama di Giuseppe Brenna sugli alpi di Leventina

L’alpinista giovedì 7 luglio presso il Dazio Grande presenterà in conferenza la sua ultima fatica editoriale
29.03.2022 - 09:41

Tre Valli, quasi 11 milioni per il Piano regionale dei trasporti

Licenziato il messaggio per nodo di interscambio alla stazione di Biasca, nuova pista ciclabile a Bodio e svincolo stradale a Giornico

Sfiora gli 11 milioni di franchi (10’703’000) il credito previsto per la realizzazione di tre importanti opere nei Comuni di Biasca, Bodio e Giornico nell’ambito del Piano regionale dei trasporti della Regione Tre Valli. La richiesta di credito contenuta nel messaggio che il Consiglio di Stato ha licenziato all’indirizzo del Gran Consiglio prevede la sistemazione del nodo d’interscambio presso la stazione Ffs di Biasca (6’000’000 franchi), una nuova pista ciclabile lungo l’argine del fiume Ticino a Bodio (1’912’000) e un nuovo svincolo stradale a Giornico (2’791’000).

Opere di sistemazione del nodo di interscambio presso la stazione Ffs di Biasca

Il progetto prevede la sistemazione del nodo presso la stazione Ffs di Biasca conferendo a quest’area un ruolo chiave d’interscambio dei trasporti al servizio dell’intera regione. La realizzazione di questo nuovo nodo consentirà un notevole miglioramento della funzionalità e della sicurezza di tutti i vettori di traffico (pubblico, privato e lento) permettendo inoltre all’intera area di beneficiare di un’importante riqualifica urbanistica. Gli interventi mirano a favorire l’interscambio tra i mezzi pubblici – migliorando la conduzione delle linee bus e concentrando le fermate – moderare il traffico su Via Bellinzona, incrementare la sicurezza dei passaggi pedonali, aumentare gli spazi destinati ai pedoni e ai ciclisti, predisporre delle aree necessarie ai diversi contenuti del nodo (pensilina Bike + Ride per biciclette e moto, posteggi Kiss + Rail e Park + Rail, car sharing Mobility, posteggi degli affittuari Ffs), nonché realizzare un arredo architettonico funzionale alla riqualifica del tessuto urbano. L’investimento previsto è pari a 6’000’000 franchi ed è garantito, rispettivamente, dal Cantone e dalla Commissione Regionale dei Trasporti Regione 3 Valli (Crt 3V) per quanto attiene alle opere prettamente legate alla realizzazione del nodo d’interscambio, e dal Comune di Biasca e da Ffs per quanto concerne interventi alle proprie parti d’opera.

Nuova pista ciclabile lungo l’argine del fiume Ticino a Bodio

La nuova pista ciclabile permetterà di sostituire il tratto del percorso ciclabile nazionale N3 Nord-Sud (Chiasso - Basilea) che attualmente è ubicato all’interno della zona industriale di Bodio. Il nuovo percorso che costeggerà l’argine del fiume Ticino in territorio di Bodio, unitamente al percorso previsto dall’Ufficio federale delle strade (Ustra) nell’ambito della realizzazione dell’area multiservizi di Giornico, permetterà la messa in sicurezza e l’aumento dell’attrattività del percorso ciclabile nazionale eliminando i conflitti di coabitazione tra il traffico ciclabile e il traffico pesante del comparto industriale. Il nuovo tracciato, previsto dal confine nord con Giornico, si snoderà principalmente sulle sponde del fiume Ticino, sfruttando le strade d’argine, i percorsi asfaltati e le passerelle già esistenti per i quali è previsto un adeguamento delle larghezze e del fondo stradale. Inoltre, la passerella del ponte sul fiume Ticino, attualmente utilizzata come collegamento tra l’abitato di Bodio e la zona industriale, nonché unico passaggio pedonale sopra alla rete ferroviaria e al fiume Ticino, verrà allargata e resa agibile anche ai ciclisti. L’investimento previsto è di 1’912’000 franchi. Il finanziamento di quest’opera è ripartito tra Cantone e Comuni, in quanto si tratta di un intervento riguardante un percorso ciclabile d’interesse nazionale che rientra tra le misure finanziate a livello regionale.

Nuovo svincolo stradale tra il riale Cramosina e la strada cantonale a Giornico

Il progetto prevede una serie di interventi volti al miglioramento della viabilità e all’adeguamento normativo del tratto stradale che collega il futuro svincolo autostradale presso il nuovo centro di competenza dei veicoli pesanti (Ccvp) e la strada cantonale P2 in territorio di Giornico. In particolare l’intervento adegua le larghezze della carreggiata, prevede nuovi marciapiedi, il risanamento di due ponti, il rifacimento della pavimentazione stradale e l’adeguamento dell’illuminazione. L’investimento previsto è di 2’791’000 franchi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio di stato tre valli viabilità
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved