ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
56 min

Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze

L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
1 ora

‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete

I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Locarnese
7 ore

A Riazzino si discute della ‘metafisica dopo Kant’

Orizzonti filosofici propone una conferenza con Massimo Marassi, professore di Filosofia teoretica dell’Università Cattolica di Milano
Ticino
7 ore

Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile

Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
9 ore

Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’

Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
11 ore

Per la Stranociada un successo… incontenibile

Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
13 ore

Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito

Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
14 ore

Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’

Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
14 ore

Valle di Blenio, ultime settimane per distillare a Motto

Il Consorzio Alambicco comunica che l’attività terminerà il 28 febbraio
Bellinzonese
16 ore

Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla

Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Mendrisiotto
17 ore

Castel San Pietro celebra i 100 anni di Elena Solcà

Per sottolineare l’importante traguardo familiari e comunità della casa anziani don Guanella si sono stretti attorno alla festeggiata
Luganese
18 ore

Consegnato alla Fondazione Vanoni l’incasso della riffa

L’iniziativa benefica delle sezioni Plr Centro+Loreto e Molino Nuovo ha permesso di sostenere il progetto ‘Appartamento protetto’ con 900 franchi
29.03.2022 - 09:41

Tre Valli, quasi 11 milioni per il Piano regionale dei trasporti

Licenziato il messaggio per nodo di interscambio alla stazione di Biasca, nuova pista ciclabile a Bodio e svincolo stradale a Giornico

tre-valli-quasi-11-milioni-per-il-piano-regionale-dei-trasporti
Ti-Press
Importanti cambiamenti in vista

Sfiora gli 11 milioni di franchi (10’703’000) il credito previsto per la realizzazione di tre importanti opere nei Comuni di Biasca, Bodio e Giornico nell’ambito del Piano regionale dei trasporti della Regione Tre Valli. La richiesta di credito contenuta nel messaggio che il Consiglio di Stato ha licenziato all’indirizzo del Gran Consiglio prevede la sistemazione del nodo d’interscambio presso la stazione Ffs di Biasca (6’000’000 franchi), una nuova pista ciclabile lungo l’argine del fiume Ticino a Bodio (1’912’000) e un nuovo svincolo stradale a Giornico (2’791’000).

Opere di sistemazione del nodo di interscambio presso la stazione Ffs di Biasca

Il progetto prevede la sistemazione del nodo presso la stazione Ffs di Biasca conferendo a quest’area un ruolo chiave d’interscambio dei trasporti al servizio dell’intera regione. La realizzazione di questo nuovo nodo consentirà un notevole miglioramento della funzionalità e della sicurezza di tutti i vettori di traffico (pubblico, privato e lento) permettendo inoltre all’intera area di beneficiare di un’importante riqualifica urbanistica. Gli interventi mirano a favorire l’interscambio tra i mezzi pubblici – migliorando la conduzione delle linee bus e concentrando le fermate – moderare il traffico su Via Bellinzona, incrementare la sicurezza dei passaggi pedonali, aumentare gli spazi destinati ai pedoni e ai ciclisti, predisporre delle aree necessarie ai diversi contenuti del nodo (pensilina Bike + Ride per biciclette e moto, posteggi Kiss + Rail e Park + Rail, car sharing Mobility, posteggi degli affittuari Ffs), nonché realizzare un arredo architettonico funzionale alla riqualifica del tessuto urbano. L’investimento previsto è pari a 6’000’000 franchi ed è garantito, rispettivamente, dal Cantone e dalla Commissione Regionale dei Trasporti Regione 3 Valli (Crt 3V) per quanto attiene alle opere prettamente legate alla realizzazione del nodo d’interscambio, e dal Comune di Biasca e da Ffs per quanto concerne interventi alle proprie parti d’opera.

Nuova pista ciclabile lungo l’argine del fiume Ticino a Bodio

La nuova pista ciclabile permetterà di sostituire il tratto del percorso ciclabile nazionale N3 Nord-Sud (Chiasso - Basilea) che attualmente è ubicato all’interno della zona industriale di Bodio. Il nuovo percorso che costeggerà l’argine del fiume Ticino in territorio di Bodio, unitamente al percorso previsto dall’Ufficio federale delle strade (Ustra) nell’ambito della realizzazione dell’area multiservizi di Giornico, permetterà la messa in sicurezza e l’aumento dell’attrattività del percorso ciclabile nazionale eliminando i conflitti di coabitazione tra il traffico ciclabile e il traffico pesante del comparto industriale. Il nuovo tracciato, previsto dal confine nord con Giornico, si snoderà principalmente sulle sponde del fiume Ticino, sfruttando le strade d’argine, i percorsi asfaltati e le passerelle già esistenti per i quali è previsto un adeguamento delle larghezze e del fondo stradale. Inoltre, la passerella del ponte sul fiume Ticino, attualmente utilizzata come collegamento tra l’abitato di Bodio e la zona industriale, nonché unico passaggio pedonale sopra alla rete ferroviaria e al fiume Ticino, verrà allargata e resa agibile anche ai ciclisti. L’investimento previsto è di 1’912’000 franchi. Il finanziamento di quest’opera è ripartito tra Cantone e Comuni, in quanto si tratta di un intervento riguardante un percorso ciclabile d’interesse nazionale che rientra tra le misure finanziate a livello regionale.

Nuovo svincolo stradale tra il riale Cramosina e la strada cantonale a Giornico

Il progetto prevede una serie di interventi volti al miglioramento della viabilità e all’adeguamento normativo del tratto stradale che collega il futuro svincolo autostradale presso il nuovo centro di competenza dei veicoli pesanti (Ccvp) e la strada cantonale P2 in territorio di Giornico. In particolare l’intervento adegua le larghezze della carreggiata, prevede nuovi marciapiedi, il risanamento di due ponti, il rifacimento della pavimentazione stradale e l’adeguamento dell’illuminazione. L’investimento previsto è di 2’791’000 franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved